Nuove ricette

La metropolitana promette che tutti i piedi saranno 12 pollici e non mentiranno mai più sulle dimensioni

La metropolitana promette che tutti i piedi saranno 12 pollici e non mentiranno mai più sulle dimensioni

Subway ha finalmente risolto una causa secondo cui la catena di sandwich stava imbrogliando i clienti che ordinano i sottomarini Footlong

Mangia fresco, ma vieni corto.

I Footlong di Subway ci hanno ingannato per l'ultima volta. La catena di panini ha finalmente risolto una causa che sosteneva che i panini Subway Footlong spesso misuravano 10 o 11 pollici al massimo, e mentre sei ora paga $6 per ogni sottomarino Footlong, ogni centimetro di carne (e pane) conta.

La causa originale è stata intentata da un adolescente australiano nel 2013, che ha pubblicato una foto sui social media di un righello contro un sandwich della metropolitana che sembrava misurare poco meno di 11 pollici.Il New York Post ha seguito con un'indagine che ha concluso che solo quattro su sette Footlong in diverse località della metropolitana sono stati all'altezza delle aspettative e della lunghezza pubblicizzata.

La catena di sandwich ha dovuto pagare $ 520.000 in spese legali e solo $ 500 a ciascuna delle 10 persone che hanno intentato causa.

"Questo ci consente di andare avanti, senza distrazioni, verso il nostro obiettivo di fornire ottimi panini e insalate, preparati esattamente come piace a ogni ospite", ha affermato Subway in una nota. "Abbiamo già provveduto a garantire che ogni ospite riceva il Footlong o il panino da sei pollici che ordina".

Subway ha tempo fino al 30 maggio per assicurarsi che tutti i negozi siano conformi alla nuova repressione che garantisce un'esperienza di panino da 12 pollici per tutti i clienti.


Inferno con i tacchi alti

I piedi di Michelle Tzonov l'avevano sempre trattata bene. Tzonov, massaggiatrice di San Diego, trascorreva lunghe giornate in piedi mentre lavorava sui clienti. Molto atletica, correva per diversi chilometri due o tre volte alla settimana. Nei fine settimana, ha scalato le colline della vicina riserva naturale di Torrey Pines mentre viveva in Colorado per un po' di tempo, faceva escursioni e racchette da neve lungo le piste da sci tutto l'anno. Si è formata come ballerina di danza classica e tip tap crescendo e amava ancora uscire per salsa, jitterbug e ballo da sala con gli amici. "Sono nato con piedi normali", dice Tzonov. "Pensavo solo che non fossero abbastanza carini"

Il problema erano i borsiti: grumi di osso e tessuto infiammato innescati dallo spostamento dell'articolazione alla base dell'alluce. I lati dei suoi piedi sporgevano da quando aveva 12 anni, probabilmente a causa del suo balletto. Erano brutti ma non dolorosi. Tuttavia, Tzonov cominciò a odiare il modo in cui i suoi piedi sporgevano dai sandali. "Ho dovuto comprare scarpe extra larghe", dice. "Mi piaceva indossare i tacchi alti, ma di solito non riuscivo a entrare nelle scarpe che volevo indossare. E quando l'ho fatto, non hanno mai avuto un bell'aspetto."

Alla fine dei 20 anni, Tzonov ne aveva avuto abbastanza: si era diretta da un podologo per un intervento di chirurgia estetica. La sua prima procedura è stata una bunionectomia al piede sinistro, il medico ha praticato un'incisione vicino all'articolazione dell'alluce e ha usato una sega chirurgica per radere l'osso fuori posto, quindi lo ha riposizionato. Il piede è uscito più sottile e dritto. Ma quando è arrivato il momento di sottoporsi a un intervento chirurgico sul lato destro, ha cambiato chirurgo per motivi assicurativi e le cose non sono andate altrettanto bene. "Ha eliminato la cartilagine in eccesso nel mio piede destro", dice Tzonov. "Ma in qualche modo questo ha incasinato la mia articolazione: ha fatto raschiare ossa contro ossa. Sembrava a posto, ma alla fine quell'articolazione è diventata dolorosa e artritica."

Nel 2007, dopo più di un decennio di deterioramento del piede destro, il dolore era diventato sempre più tormentoso e l'alluce valgo era tornato. Quindi Tzonov cercò un altro chirurgo per correggere entrambi i problemi. "Non appena ha tolto il cast, ho capito che c'era qualcosa che non andava", dice Tzonov. Sebbene non avesse chiesto al chirurgo di accorciare nessuna delle sue dita, per ragioni a lei ancora sconosciute, le aveva rimosso un'articolazione nel secondo metatarso del piede destro (l'osso lungo che collega il mesopiede al secondo dito) e le aveva tagliato un dito tendine. "Il mio alluce stava andando alla deriva verso il dito medio, e il mio secondo dito in mezzo era rivolto verso l'alto ed era la metà della sua dimensione normale. Sembrava orribile. E il dolore era atroce. Ho un'altissima tolleranza al dolore, eppure mi sveglio di notte, contorcendomi e sudando." Non sopportava nemmeno che le coperte del letto le toccassero i piedi.

Tzonov non sarebbe stato in grado di stare in piedi o camminare senza stampelle per quasi un anno. E temeva che non avrebbe mai più lavorato nella professione che aveva scelto. "In qualità di massaggiatrice, mi occupo di prendermi cura del tuo corpo ed essere intelligente e saggia al riguardo,", dice. "Se avessi saputo cosa avrei dovuto passare, non avrei mai imboccato questa strada. Ho iniziato pensando che i miei piedi fossero brutti quando non lo erano. E ora lo sono davvero."

Hai visto i video su YouTube: La modella calpesta la passerella con i tacchi, magra come uno stocco e decisamente alta quanto lei. Prima una caviglia traballa, l'altra si piega e poi urla! Lei è giù con le gambe divaricate e mostra alla prima fila una vista fino all'ombelico. A una sfilata di Dior l'anno scorso, Milana Bogolepova è crollata due volte in un mucchio umiliante dopo pochi passi. Fortunatamente, l'unica cosa danneggiata è stato il suo orgoglio. Quando le modelle tornano a casa, indossano invariabilmente ballerine.

Ma quando il resto di noi ha difficoltà a indossare questi tacchi a spillo lussuriosi e stratosferici, sempre più barcollamo nell'ufficio di un chirurgo del piede. Con i tacchi che si arrampicano sempre più alti e i modelli più stretti, i medici dicono che le donne chiedono di avere i piedi scolpiti per incastrarsi nelle punte sexy. Nel bel mezzo di una crisi economica, la quantità di interventi di chirurgia estetica in altre parti del corpo è diminuita del 9% tra il 2007 e il 2008, secondo un sondaggio. Eppure i podologi affermano che la domanda di chirurgia estetica del piede è aumentata in modo significativo. Le donne chiedono ai chirurghi di radere le ossa per rendere i piedi più piccoli e snelli, e di accorciare le dita dei piedi che ritengono troppo lunghe in modo che, come la sorellastra di Cenerentola, possano infilarsi nella pantofola dei loro sogni.

"Il piede è il nuovo volto", spiega Suzanne Levine, D.P.M., chirurgo podiatrico a New York City. "Le scarpe di oggi sono belle, quindi anche le donne vogliono che lo siano i loro piedi" Oltre alla tradizionale chirurgia ortopedica, Levine offre una gamma di procedure cosmetiche, tra cui l'accorciamento delle dita e quello che lei chiama Stiletto Rx, una combinazione di laser, ultrasuoni e iniezioni di acido poli-L-lattico che gonfiano temporaneamente i cuscinetti del piede e si sentono, dice, come cuscini nei tuoi piedi. "Riportare le donne ai piedi è ciò a cui miro,", dice.

Ma quando le donne che sono già soggette a problemi ai piedi trascorrono troppo tempo in scarpe torreggianti e mal progettate, il risultato può essere ulteriori problemi ai piedi deformanti. Quasi il 90% delle donne ha sofferto nell'ultimo anno a causa di calzature dolorose, contro il 68% degli uomini, secondo un sondaggio del 2009 dell'American Podiatric Medical Association (APMA) a Bethesda, nel Maryland. Il sondaggio ha rilevato che le donne hanno il 12% in più di probabilità di soffrire di dolore al tallone almeno una volta all'anno rispetto agli uomini e il 13% in più di probabilità di avere dolori alla punta dei piedi.

Nessuno vuole abbandonare per sempre i suoi splendidi tacchi. "Dico alle donne che i tacchi alti sono come un dessert", afferma Carolyn McAloon, D.P.M., podologo a Castro Valley, in California, e portavoce dell'APMA. "E 'bene concedersi una volta ogni tanto rende la vita degna di essere vissuta. Ma se lo fai sempre, ci saranno conseguenze." Il passaggio dalle scarpe da ginnastica ai tacchi da 3 pollici aumenta il peso sulla parte anteriore del piede del 110 percento, spostando ossa e tessuti, secondo uno studio pubblicato nel Giornale dell'APMA.

Troppo tempo sui talloni più alti di 2 pollici può portare non solo a borsiti - e ai loro cugini, borsiti, escrescenze ossee vicino al mignolo - ma anche dolore ai nervi, spiega Sharon M. Dreeben, MD, un chirurgo ortopedico a La Jolla , California. L'overdose di tacchi alti può aggravare l'artrite e gli speroni ossei, che sporgono quando il corpo cresce nuovo osso in risposta allo stress. Le scarpe strette aumentano la pressione sui tendini, sulle ossa e sulle articolazioni delle dita dei piedi, a volte provocando la contrazione e lo stropicciamento dell'articolazione: il temuto dito a martello. Piccole ossa sotto le piante dei piedi, note come sesamoidi, possono fratturarsi, provocando dolore cronico. E indossare i tacchi alti può accorciare in modo permanente il tendine di Achille, il che significa che il piede non può mai essere piatto. Tutto può portare a un percorso doloroso verso ulteriori interventi chirurgici ai piedi (o un futuro con scarpe plantari, che difficilmente sono di alta moda).

Chiamalo Sesso e città sindrome. Le visioni di SJP e degli amici in bilico per Manhattan hanno convinto le donne che dovrebbero essere in grado di fare lo stesso, dice il dott. Dreeben. "Alle donne viene fatto il lavaggio del cervello per credere che i tacchi alti siano una parte normale della vita e che siano difettosi se non possono indossarli. Si lasciano prendere da ciò che sembra carino e dimenticano le complicazioni biomeccaniche che possono seguire." E più i sandali sono stretti e stretti, più le donne possono diventare ossessionate dal mostrare piedi ideali, dritti e magri. Alcune donne hanno persino sviluppato un disturbo di dismorfismo corporeo per quanto riguarda i loro piedi, afferma Katharine Phillips, M.D., professore di psichiatria e direttrice del programma The Body Dysmorphic Disorder presso l'Alpert Medical School della Brown University di Providence, Rhode Island. "Le persone con BDD sono angosciate e preoccupate per difetti minori o inesistenti nel loro aspetto", afferma il dott. Phillips. "Potrebbero pensare che i loro piedi siano brutti, ma i difetti sono nella loro mente. Sono spesso spinti a procedure cosmetiche rischiose, ma in genere non sono contenti dei risultati, indipendentemente dal risultato."

I risultati sono così imprevedibili che anche un intervento chirurgico al piede perfettamente eseguito può causare problemi, avverte Rock Positano, D.P.M., direttore del servizio non chirurgico del piede e della caviglia presso l'Hospital for Special Surgery di New York City. "Il piede è una meraviglia della bioingegneria", dice. "Le persone non capiscono quanto sia complesso." Ogni piede contiene 26 ossa, 33 articolazioni e più di 100 tendini, muscoli e legamenti. E per ogni miglio che percorriamo, esercitiamo sui nostri piedi circa 100.000 libbre di pressione. "La nostra sala d'attesa è piena di donne disabilitate da interventi di chirurgia estetica ai piedi falliti, procedure eseguite esclusivamente per migliorare l'aspetto del piede o presumibilmente per aiutare i pazienti a indossare scarpe alla moda", afferma Positano. "Questa tendenza è molto spaventosa. Distruggi un piede e puoi distruggere la qualità della vita di una persona."

Entro una settimana di togliersi il gesso, Tzonov era nell'ufficio di un chirurgo ortopedico del piede per vedere se poteva riparare il danno al piede destro. "Il mio piede era deformato ed enorme dal gonfiore", dice Tzonov. "E soffrivo così tanto." I raggi X hanno rivelato che le ossa erano rimaste frastagliate, il che ha causato l'infiammazione. "Il dottore si limitò a scuotere la testa. Non ha detto nulla, ma l'espressione sul suo viso... so che era sotto shock e non potevo credere a quello che era stato fatto al mio piede." Un secondo chirurgo ortopedico ha avuto una reazione identica, dicendo che il piede ora era un tale pasticcio che non poteva fare nulla. Non avrebbe nemmeno tentato di ripararlo e ha detto a Tzonov che i suoi problemi erano probabilmente permanenti.

Cosmetici o meno, tutti gli interventi chirurgici comportano rischi, ancora di più quando si opera sul piede. "La chirurgia del piede è diversa da un lavoro al naso o un lifting", afferma il dott. Dreeben. "Non metti tutto il tuo peso sulla tua faccia. I piedi sono molto resistenti al carico che fanno, ma sono anche molto delicati. Se li manometti, stai cercando guai". Secondo un sondaggio dell'American Orthopaedic Foot & Ankle Society (AOFAS) a Rosemont, nell'Illinois, la metà di tutti i chirurghi del piede ha curato pazienti per complicazioni dovute a interventi di chirurgia estetica.

La chirurgia può creare una punta dritta ma dolorosa o innescare dolore nei borsiti dove non è mai esistito prima, afferma il dott. Dreeben. Può anche causare problemi circolatori, con esiti raccapriccianti: amputazione di una parte del piede. E le iniezioni nelle piante dei piedi per migliorare il cuscinetto adiposo, come un ammortizzatore per aiutare le donne a sopportare i tacchi, dividono i medici. Levine difende il suo uso di acido poli-L-lattico, dicendo che ha pochi effetti collaterali. Ma le iniezioni di collagene, silicone e Restylane possono lasciare le donne "assolutamente infelici", afferma il dott. Dreeben, causando "una reazione infiammatoria nella pianta del piede". Possono anche innescare un dolore nervoso cronico che è impossibile da invertire. Non ci sono articoli di riviste mediche che dimostrino che queste iniezioni riducano il dolore. E finché non c'è, i chirurghi non dovrebbero eseguire questa procedura."


Inferno con i tacchi alti

I piedi di Michelle Tzonov l'avevano sempre trattata bene. Tzonov, massaggiatrice di San Diego, trascorreva lunghe giornate in piedi mentre lavorava sui clienti. Molto atletica, correva per diversi chilometri due o tre volte alla settimana. Nei fine settimana, ha scalato le colline della vicina riserva naturale di Torrey Pines mentre viveva in Colorado per un po' di tempo, faceva escursioni e racchette da neve lungo le piste da sci tutto l'anno. Si è formata come ballerina di danza classica e tip tap crescendo e amava ancora uscire per salsa, jitterbug e ballo da sala con gli amici. "Sono nato con piedi normali", dice Tzonov. "Pensavo solo che non fossero abbastanza carini"

Il problema erano i borsiti: grumi di osso e tessuto infiammato innescati dallo spostamento dell'articolazione alla base dell'alluce. I lati dei suoi piedi sporgevano da quando aveva 12 anni, probabilmente a causa del suo balletto. Erano brutti ma non dolorosi. Tuttavia, Tzonov cominciò a odiare il modo in cui i suoi piedi sporgevano dai sandali. "Ho dovuto comprare scarpe extra larghe", dice. "Mi piaceva indossare i tacchi alti, ma di solito non riuscivo a entrare nelle scarpe che volevo indossare. E quando l'ho fatto, non hanno mai avuto un bell'aspetto."

Alla fine dei 20 anni, Tzonov ne aveva avuto abbastanza: si era diretta da un podologo per un intervento di chirurgia estetica. La sua prima procedura è stata una bunionectomia al piede sinistro, il medico ha praticato un'incisione vicino all'articolazione dell'alluce e ha usato una sega chirurgica per radere l'osso fuori posto, quindi lo ha riposizionato. Il piede è uscito più sottile e dritto. Ma quando è arrivato il momento di sottoporsi a un intervento chirurgico sul lato destro, ha cambiato chirurgo per motivi assicurativi e le cose non sono andate altrettanto bene. "Ha eliminato la cartilagine in eccesso nel mio piede destro", dice Tzonov. "Ma in qualche modo questo ha incasinato la mia articolazione: ha fatto raschiare ossa contro ossa. Sembrava a posto, ma alla fine quell'articolazione è diventata dolorosa e artritica."

Nel 2007, dopo oltre un decennio di deterioramento del piede destro, il dolore era diventato sempre più tormentoso e l'alluce valgo era tornato. Quindi Tzonov cercò un altro chirurgo per correggere entrambi i problemi. "Non appena ha tolto il cast, ho capito che c'era qualcosa che non andava", dice Tzonov. Sebbene lei non avesse chiesto al chirurgo di accorciare nessuna delle sue dita, per ragioni a lei ancora sconosciute, le aveva rimosso un'articolazione nel secondo metatarso del piede destro (l'osso lungo che collega il mesopiede al secondo dito) e le aveva tagliato un dito tendine. "Il mio alluce stava andando alla deriva verso il dito medio, e il mio secondo dito in mezzo era rivolto verso l'alto ed era la metà della sua dimensione normale. Sembrava orribile. E il dolore era atroce. Ho un'altissima tolleranza al dolore, eppure mi sveglio di notte, contorcendomi e sudando." Non sopportava nemmeno che le coperte del letto le toccassero i piedi.

Tzonov non sarebbe stato in grado di stare in piedi o camminare senza stampelle per quasi un anno. E temeva che non avrebbe mai più lavorato nella professione che aveva scelto. "In qualità di massaggiatrice, mi occupo di prendermi cura del tuo corpo ed essere intelligente e saggia al riguardo,", dice. "Se avessi saputo cosa avrei passato, non avrei mai intrapreso questa strada. Ho iniziato pensando che i miei piedi fossero brutti quando non lo erano. E ora lo sono davvero."

Hai visto i video su YouTube: La modella calpesta la passerella sui tacchi, magra come uno stocco e decisamente alta quanto lei. Prima una caviglia traballa, l'altra si piega e poi urla! Lei è giù con le gambe divaricate e mostra alla prima fila una vista fino all'ombelico. A una sfilata di Dior l'anno scorso, Milana Bogolepova è crollata due volte in un mucchio umiliante dopo pochi passi. Fortunatamente, l'unica cosa danneggiata è stato il suo orgoglio. Quando le modelle tornano a casa, indossano invariabilmente ballerine.

Ma quando il resto di noi ha difficoltà a indossare questi tacchi a spillo lussuriosi e stratosferici, sempre più barcollamo nell'ufficio di un chirurgo del piede. Con i tacchi che si arrampicano sempre più alti e i modelli più stretti, i medici dicono che le donne chiedono di avere i piedi scolpiti per incastrarsi nelle punte sexy. Nel bel mezzo di una crisi economica, la quantità di interventi di chirurgia estetica in altre parti del corpo è diminuita del 9% tra il 2007 e il 2008, secondo un sondaggio. Eppure i podologi affermano che la domanda di chirurgia estetica del piede è aumentata in modo significativo. Le donne chiedono ai chirurghi di radere le ossa per rendere i piedi più piccoli e snelli, e di accorciare le dita dei piedi che ritengono troppo lunghe in modo che, come la sorellastra di Cenerentola, possano infilarsi nella pantofola dei loro sogni.

"Il piede è il nuovo volto", spiega Suzanne Levine, D.P.M., chirurgo podiatrico a New York City. "Le scarpe di oggi sono belle, quindi anche le donne vogliono che lo siano i loro piedi" Oltre alla tradizionale chirurgia ortopedica, Levine offre una gamma di procedure cosmetiche, tra cui l'accorciamento delle dita e quello che lei chiama Stiletto Rx, una combinazione di laser, ultrasuoni e iniezioni di acido poli-L-lattico che gonfiano temporaneamente i cuscinetti del piede e si sentono, dice, come cuscini nei tuoi piedi. "Riportare le donne ai piedi è ciò a cui miro,", dice.

Ma quando le donne che sono già inclini a problemi ai piedi trascorrono troppo tempo in scarpe torreggianti e mal progettate, il risultato può essere ulteriori problemi ai piedi deformanti. Quasi il 90% delle donne ha sofferto nell'ultimo anno a causa di calzature dolorose, contro il 68% degli uomini, secondo un sondaggio del 2009 dell'American Podiatric Medical Association (APMA) a Bethesda, nel Maryland. Il sondaggio ha rilevato che le donne hanno il 12% in più di probabilità di soffrire di dolore al tallone almeno una volta all'anno rispetto agli uomini e il 13% in più di probabilità di avere dolori alla punta dei piedi.

Nessuno vuole abbandonare per sempre i suoi splendidi tacchi. "Dico alle donne che i tacchi alti sono come un dessert", afferma Carolyn McAloon, D.P.M., podologo a Castro Valley, in California, e portavoce dell'APMA. "E 'bene concedersi una volta ogni tanto rende la vita degna di essere vissuta. Ma se lo fai sempre, ci saranno conseguenze." Il passaggio dalle scarpe da ginnastica ai tacchi da 3 pollici aumenta il peso sulla parte anteriore del piede del 110 percento, spostando ossa e tessuti, secondo uno studio pubblicato nel Giornale dell'APMA.

Troppo tempo sui talloni più alti di 2 pollici può portare non solo a borsiti - e ai loro cugini, borsiti, escrescenze ossee vicino al mignolo - ma anche dolore ai nervi, spiega Sharon M. Dreeben, MD, un chirurgo ortopedico a La Jolla , California. L'overdose di tacchi alti può aggravare l'artrite e gli speroni ossei, che sporgono quando il corpo cresce nuovo osso in risposta allo stress. Le scarpe strette aumentano la pressione sui tendini, sulle ossa e sulle articolazioni delle dita dei piedi, a volte provocando la contrazione e lo stropicciamento dell'articolazione: il temuto dito a martello. Piccole ossa sotto le piante dei piedi, note come sesamoidi, possono fratturarsi, provocando dolore cronico. E indossare i tacchi alti può accorciare in modo permanente il tendine di Achille, il che significa che il piede non può mai essere piatto. Tutto può portare a un percorso doloroso verso ulteriori interventi chirurgici ai piedi (o un futuro con scarpe plantari, che difficilmente sono di alta moda).

Chiamalo Sesso e città sindrome. Le visioni di SJP e degli amici in bilico per Manhattan hanno convinto le donne che dovrebbero essere in grado di fare lo stesso, dice il dott. Dreeben. "Alle donne viene fatto il lavaggio del cervello per credere che i tacchi alti siano una parte normale della vita e che siano difettosi se non possono indossarli. Si lasciano prendere da ciò che sembra carino e dimenticano le complicazioni biomeccaniche che possono seguire." E più i sandali sono stretti e stretti, più le donne possono diventare ossessionate dal mostrare piedi ideali, dritti e magri. Alcune donne hanno persino sviluppato un disturbo di dismorfismo corporeo per quanto riguarda i loro piedi, afferma Katharine Phillips, M.D., professore di psichiatria e direttrice del programma The Body Dysmorphic Disorder presso l'Alpert Medical School della Brown University di Providence, Rhode Island. "Le persone con BDD sono angosciate e preoccupate per difetti minori o inesistenti nel loro aspetto", afferma il dott. Phillips. "Potrebbero pensare che i loro piedi siano brutti, ma i difetti sono nella loro mente. Sono spesso spinti a procedure cosmetiche rischiose, ma in genere non sono contenti dei risultati, indipendentemente dal risultato."

I risultati sono così imprevedibili che anche un intervento chirurgico al piede perfettamente eseguito può causare problemi, avverte Rock Positano, D.P.M., direttore del servizio non chirurgico del piede e della caviglia presso l'Hospital for Special Surgery di New York City. "Il piede è una meraviglia della bioingegneria", dice. "Le persone non capiscono quanto sia complesso." Ogni piede contiene 26 ossa, 33 articolazioni e più di 100 tendini, muscoli e legamenti. E per ogni miglio che percorriamo, esercitiamo sui nostri piedi circa 100.000 libbre di pressione. "La nostra sala d'attesa è piena di donne disabilitate da interventi di chirurgia estetica ai piedi falliti, procedure eseguite esclusivamente per migliorare l'aspetto del piede o presumibilmente per aiutare i pazienti a indossare scarpe alla moda", afferma Positano. "Questa tendenza è molto spaventosa. Distruggi un piede e puoi distruggere la qualità della vita di una persona."

Entro una settimana di togliersi il gesso, Tzonov era nell'ufficio di un chirurgo ortopedico del piede per vedere se poteva riparare il danno al piede destro. "Il mio piede era deformato ed enorme dal gonfiore", dice Tzonov. "E soffrivo così tanto." I raggi X hanno rivelato che le ossa erano rimaste frastagliate, il che ha causato l'infiammazione. "Il dottore si limitò a scuotere la testa. Non ha detto nulla, ma l'espressione sul suo viso... so che era sotto shock e non potevo credere a quello che era stato fatto al mio piede." Un secondo chirurgo ortopedico ha avuto una reazione identica, dicendo che il piede ora era un tale pasticcio che non poteva fare nulla. Non avrebbe nemmeno tentato di ripararlo e ha detto a Tzonov che i suoi problemi erano probabilmente permanenti.

Cosmetici o meno, tutti gli interventi chirurgici comportano rischi, ancora di più quando si opera sul piede. "La chirurgia del piede è diversa da un lavoro al naso o un lifting", afferma il dott. Dreeben. "Non metti tutto il tuo peso sulla tua faccia. I piedi sono molto resistenti al carico che fanno, ma sono anche molto delicati. Se li manometti, stai cercando guai". Secondo un sondaggio dell'American Orthopaedic Foot & Ankle Society (AOFAS) a Rosemont, nell'Illinois, la metà di tutti i chirurghi del piede ha curato pazienti per complicazioni dovute a interventi di chirurgia estetica.

La chirurgia può creare una punta dritta ma dolorosa o innescare dolore nei borsiti dove non è mai esistito prima, afferma il dott. Dreeben. Può anche causare problemi circolatori, con esiti raccapriccianti: amputazione di una parte del piede. E le iniezioni nelle piante dei piedi per migliorare il cuscinetto adiposo, come un ammortizzatore per aiutare le donne a sopportare i tacchi, dividono i medici. Levine difende il suo uso di acido poli-L-lattico, dicendo che ha pochi effetti collaterali. Ma le iniezioni di collagene, silicone e Restylane possono lasciare le donne "assolutamente infelici", afferma il dott. Dreeben, causando "una reazione infiammatoria nella pianta del piede". Possono anche innescare un dolore nervoso cronico che è impossibile da invertire. Non ci sono articoli di riviste mediche che dimostrino che queste iniezioni riducano il dolore. E finché non c'è, i chirurghi non dovrebbero eseguire questa procedura."


Inferno con i tacchi alti

I piedi di Michelle Tzonov l'avevano sempre trattata bene. Tzonov, massaggiatrice di San Diego, trascorreva lunghe giornate in piedi mentre lavorava sui clienti. Molto atletica, correva per diversi chilometri due o tre volte alla settimana. Nei fine settimana, ha scalato le colline della vicina riserva naturale di Torrey Pines mentre viveva in Colorado per un po' di tempo, faceva escursioni e racchette da neve lungo le piste da sci tutto l'anno. Si è formata come ballerina di danza classica e tip tap crescendo e amava ancora uscire per salsa, jitterbug e ballo da sala con gli amici. "Sono nato con piedi normali", dice Tzonov. "Pensavo solo che non fossero abbastanza carini"

Il problema erano i borsiti: grumi di osso e tessuto infiammato innescati dallo spostamento dell'articolazione alla base dell'alluce. I lati dei suoi piedi sporgevano da quando aveva 12 anni, probabilmente a causa del suo balletto. Erano brutti ma non dolorosi. Tuttavia, Tzonov cominciò a odiare il modo in cui i suoi piedi sporgevano dai sandali. "Ho dovuto comprare scarpe extra larghe", dice. "Mi piaceva indossare i tacchi alti, ma di solito non riuscivo a entrare nelle scarpe che volevo indossare. E quando l'ho fatto, non hanno mai avuto un bell'aspetto."

Alla fine dei 20 anni, Tzonov ne aveva avuto abbastanza: si era diretta da un podologo per un intervento di chirurgia estetica. La sua prima procedura è stata una bunionectomia al piede sinistro, il medico ha praticato un'incisione vicino all'articolazione dell'alluce e ha usato una sega chirurgica per radere l'osso fuori posto, quindi lo ha riposizionato. Il piede è uscito più sottile e dritto. Ma quando è arrivato il momento di sottoporsi a un intervento chirurgico sul lato destro, ha cambiato chirurgo per motivi assicurativi e le cose non sono andate altrettanto bene. "Ha eliminato la cartilagine in eccesso nel mio piede destro", dice Tzonov. "Ma in qualche modo questo ha incasinato la mia articolazione: ha fatto raschiare ossa contro ossa. Sembrava a posto, ma alla fine quell'articolazione è diventata dolorosa e artritica."

Nel 2007, dopo oltre un decennio di deterioramento del piede destro, il dolore era diventato sempre più tormentoso e l'alluce valgo era tornato. Quindi Tzonov cercò un altro chirurgo per correggere entrambi i problemi. "Non appena ha tolto il cast, ho capito che c'era qualcosa che non andava", dice Tzonov. Sebbene lei non avesse chiesto al chirurgo di accorciare nessuna delle sue dita, per ragioni a lei ancora sconosciute, le aveva rimosso un'articolazione nel secondo metatarso del piede destro (l'osso lungo che collega il mesopiede al secondo dito) e le aveva tagliato un dito tendine. "Il mio alluce stava andando alla deriva verso il dito medio, e il mio secondo dito in mezzo era rivolto verso l'alto ed era la metà della sua dimensione normale. Sembrava orribile. E il dolore era atroce. Ho un'altissima tolleranza al dolore, eppure mi sveglio di notte, contorcendomi e sudando." Non sopportava nemmeno che le coperte del letto le toccassero i piedi.

Tzonov non sarebbe stato in grado di stare in piedi o camminare senza stampelle per quasi un anno. E temeva che non avrebbe mai più lavorato nella professione che aveva scelto. "In qualità di massaggiatrice, mi occupo di prendermi cura del tuo corpo ed essere intelligente e saggia al riguardo,", dice. "Se avessi saputo cosa avrei passato, non avrei mai intrapreso questa strada. Ho iniziato pensando che i miei piedi fossero brutti quando non lo erano. E ora lo sono davvero."

Hai visto i video su YouTube: La modella calpesta la passerella sui tacchi, magra come uno stocco e decisamente alta quanto lei. Prima una caviglia traballa, l'altra si piega e poi urla! Lei è giù con le gambe divaricate e mostra alla prima fila una vista fino all'ombelico. A una sfilata di Dior l'anno scorso, Milana Bogolepova è crollata due volte in un mucchio umiliante dopo pochi passi. Fortunatamente, l'unica cosa danneggiata è stato il suo orgoglio. Quando le modelle tornano a casa, indossano invariabilmente ballerine.

Ma quando il resto di noi ha difficoltà a indossare questi tacchi a spillo lussuriosi e stratosferici, sempre più barcollamo nell'ufficio di un chirurgo del piede. Con i tacchi che si arrampicano sempre più alti e i modelli più stretti, i medici dicono che le donne chiedono di avere i piedi scolpiti per incastrarsi nelle punte sexy. Nel bel mezzo di una crisi economica, la quantità di interventi di chirurgia estetica in altre parti del corpo è diminuita del 9% tra il 2007 e il 2008, secondo un sondaggio. Eppure i podologi affermano che la domanda di chirurgia estetica del piede è aumentata in modo significativo. Le donne chiedono ai chirurghi di radere le ossa per rendere i piedi più piccoli e snelli, e di accorciare le dita dei piedi che ritengono troppo lunghe in modo che, come la sorellastra di Cenerentola, possano infilarsi nella pantofola dei loro sogni.

"Il piede è il nuovo volto", spiega Suzanne Levine, D.P.M., chirurgo podiatrico a New York City. "Le scarpe di oggi sono belle, quindi anche le donne vogliono che lo siano i loro piedi" Oltre alla tradizionale chirurgia ortopedica, Levine offre una gamma di procedure cosmetiche, tra cui l'accorciamento delle dita e quello che lei chiama Stiletto Rx, una combinazione di laser, ultrasuoni e iniezioni di acido poli-L-lattico che gonfiano temporaneamente i cuscinetti del piede e si sentono, dice, come cuscini nei tuoi piedi. "Riportare le donne ai piedi è ciò a cui miro,", dice.

Ma quando le donne che sono già inclini a problemi ai piedi trascorrono troppo tempo in scarpe torreggianti e mal progettate, il risultato può essere ulteriori problemi ai piedi deformanti. Quasi il 90% delle donne ha sofferto nell'ultimo anno a causa di calzature dolorose, contro il 68% degli uomini, secondo un sondaggio del 2009 dell'American Podiatric Medical Association (APMA) a Bethesda, nel Maryland. Il sondaggio ha rilevato che le donne hanno il 12% in più di probabilità di soffrire di dolore al tallone almeno una volta all'anno rispetto agli uomini e il 13% in più di probabilità di avere dolori alla punta dei piedi.

Nessuno vuole abbandonare per sempre i suoi splendidi tacchi. "Dico alle donne che i tacchi alti sono come un dessert", afferma Carolyn McAloon, D.P.M., podologo a Castro Valley, in California, e portavoce dell'APMA. "E 'bene concedersi una volta ogni tanto rende la vita degna di essere vissuta. Ma se lo fai sempre, ci saranno conseguenze." Il passaggio dalle scarpe da ginnastica ai tacchi da 3 pollici aumenta il peso sulla parte anteriore del piede del 110 percento, spostando ossa e tessuti, secondo uno studio pubblicato nel Giornale dell'APMA.

Troppo tempo sui talloni più alti di 2 pollici può portare non solo a borsiti - e ai loro cugini, borsiti, escrescenze ossee vicino al mignolo - ma anche dolore ai nervi, spiega Sharon M. Dreeben, MD, un chirurgo ortopedico a La Jolla , California. L'overdose di tacchi alti può aggravare l'artrite e gli speroni ossei, che sporgono quando il corpo cresce nuovo osso in risposta allo stress. Le scarpe strette aumentano la pressione sui tendini, sulle ossa e sulle articolazioni delle dita dei piedi, a volte provocando la contrazione e lo stropicciamento dell'articolazione: il temuto dito a martello. Piccole ossa sotto le piante dei piedi, note come sesamoidi, possono fratturarsi, provocando dolore cronico. E indossare i tacchi alti può accorciare in modo permanente il tendine di Achille, il che significa che il piede non può mai essere piatto. Tutto può portare a un percorso doloroso verso ulteriori interventi chirurgici ai piedi (o un futuro con scarpe plantari, che difficilmente sono di alta moda).

Chiamalo Sesso e città sindrome. Le visioni di SJP e degli amici in bilico per Manhattan hanno convinto le donne che dovrebbero essere in grado di fare lo stesso, dice il dott. Dreeben. "Alle donne viene fatto il lavaggio del cervello per credere che i tacchi alti siano una parte normale della vita e che siano difettosi se non possono indossarli. Si lasciano prendere da ciò che sembra carino e dimenticano le complicazioni biomeccaniche che possono seguire." E più i sandali sono stretti e stretti, più le donne possono diventare ossessionate dal mostrare piedi ideali, dritti e magri. Alcune donne hanno persino sviluppato un disturbo di dismorfismo corporeo per quanto riguarda i loro piedi, afferma Katharine Phillips, M.D., professore di psichiatria e direttrice del programma The Body Dysmorphic Disorder presso l'Alpert Medical School della Brown University di Providence, Rhode Island. "Le persone con BDD sono angosciate e preoccupate per difetti minori o inesistenti nel loro aspetto", afferma il dott. Phillips. "Potrebbero pensare che i loro piedi siano brutti, ma i difetti sono nella loro mente. Sono spesso spinti a procedure cosmetiche rischiose, ma in genere non sono contenti dei risultati, indipendentemente dal risultato."

I risultati sono così imprevedibili che anche un intervento chirurgico al piede perfettamente eseguito può causare problemi, avverte Rock Positano, D.P.M., direttore del servizio non chirurgico del piede e della caviglia presso l'Hospital for Special Surgery di New York City. "Il piede è una meraviglia della bioingegneria", dice. "Le persone non capiscono quanto sia complesso." Ogni piede contiene 26 ossa, 33 articolazioni e più di 100 tendini, muscoli e legamenti. E per ogni miglio che percorriamo, esercitiamo sui nostri piedi circa 100.000 libbre di pressione. "La nostra sala d'attesa è piena di donne disabilitate da interventi di chirurgia estetica ai piedi falliti, procedure eseguite esclusivamente per migliorare l'aspetto del piede o presumibilmente per aiutare i pazienti a indossare scarpe alla moda", afferma Positano. "Questa tendenza è molto spaventosa. Distruggi un piede e puoi distruggere la qualità della vita di una persona."

Entro una settimana di togliersi il gesso, Tzonov era nell'ufficio di un chirurgo ortopedico del piede per vedere se poteva riparare il danno al piede destro. "Il mio piede era deformato ed enorme dal gonfiore", dice Tzonov. "E soffrivo così tanto." I raggi X hanno rivelato che le ossa erano rimaste frastagliate, il che ha causato l'infiammazione. "Il dottore si limitò a scuotere la testa. Non ha detto nulla, ma l'espressione sul suo viso... so che era sotto shock e non potevo credere a quello che era stato fatto al mio piede." Un secondo chirurgo ortopedico ha avuto una reazione identica, dicendo che il piede ora era un tale pasticcio che non poteva fare nulla. Non avrebbe nemmeno tentato di ripararlo e ha detto a Tzonov che i suoi problemi erano probabilmente permanenti.

Cosmetici o meno, tutti gli interventi chirurgici comportano rischi, ancora di più quando si opera sul piede. "La chirurgia del piede è diversa da un lavoro al naso o un lifting", afferma il dott. Dreeben. "Non metti tutto il tuo peso sulla tua faccia. I piedi sono molto resistenti al carico che fanno, ma sono anche molto delicati. Se li manometti, stai cercando guai". Secondo un sondaggio dell'American Orthopaedic Foot & Ankle Society (AOFAS) a Rosemont, nell'Illinois, la metà di tutti i chirurghi del piede ha curato pazienti per complicazioni dovute a interventi di chirurgia estetica.

La chirurgia può creare una punta dritta ma dolorosa o innescare dolore nei borsiti dove non è mai esistito prima, afferma il dott. Dreeben. Può anche causare problemi circolatori, con esiti raccapriccianti: amputazione di una parte del piede. E le iniezioni nelle piante dei piedi per migliorare il cuscinetto adiposo, come un ammortizzatore per aiutare le donne a sopportare i tacchi, dividono i medici. Levine difende il suo uso di acido poli-L-lattico, dicendo che ha pochi effetti collaterali. Ma le iniezioni di collagene, silicone e Restylane possono lasciare le donne "assolutamente infelici", afferma il dott. Dreeben, causando "una reazione infiammatoria nella pianta del piede". Possono anche innescare un dolore nervoso cronico che è impossibile da invertire. Non ci sono articoli di riviste mediche che dimostrino che queste iniezioni riducano il dolore. E finché non c'è, i chirurghi non dovrebbero eseguire questa procedura."


Inferno con i tacchi alti

I piedi di Michelle Tzonov l'avevano sempre trattata bene. Tzonov, massaggiatrice di San Diego, trascorreva lunghe giornate in piedi mentre lavorava sui clienti. Molto atletica, correva per diversi chilometri due o tre volte alla settimana. Nei fine settimana, ha scalato le colline della vicina riserva naturale di Torrey Pines mentre viveva in Colorado per un po' di tempo, faceva escursioni e racchette da neve lungo le piste da sci tutto l'anno. Si è formata come ballerina di danza classica e tip tap crescendo e amava ancora uscire per salsa, jitterbug e ballo da sala con gli amici. "Sono nato con piedi normali", dice Tzonov. "Pensavo solo che non fossero abbastanza carini"

Il problema erano i borsiti: grumi di osso e tessuto infiammato innescati dallo spostamento dell'articolazione alla base dell'alluce. I lati dei suoi piedi sporgevano da quando aveva 12 anni, probabilmente a causa del suo balletto. Erano brutti ma non dolorosi. Tuttavia, Tzonov cominciò a odiare il modo in cui i suoi piedi sporgevano dai sandali. "Ho dovuto comprare scarpe extra larghe", dice. "Mi piaceva indossare i tacchi alti, ma di solito non riuscivo a entrare nelle scarpe che volevo indossare. E quando l'ho fatto, non hanno mai avuto un bell'aspetto."

Alla fine dei 20 anni, Tzonov ne aveva avuto abbastanza: si era diretta da un podologo per un intervento di chirurgia estetica. La sua prima procedura è stata una bunionectomia al piede sinistro, il medico ha praticato un'incisione vicino all'articolazione dell'alluce e ha usato una sega chirurgica per radere l'osso fuori posto, quindi lo ha riposizionato. Il piede è uscito più sottile e dritto. Ma quando è arrivato il momento di sottoporsi a un intervento chirurgico sul lato destro, ha cambiato chirurgo per motivi assicurativi e le cose non sono andate altrettanto bene. "Ha eliminato la cartilagine in eccesso nel mio piede destro", dice Tzonov. "Ma in qualche modo questo ha incasinato la mia articolazione: ha fatto raschiare ossa contro ossa. Sembrava a posto, ma alla fine quell'articolazione è diventata dolorosa e artritica."

Nel 2007, dopo oltre un decennio di deterioramento del piede destro, il dolore era diventato sempre più tormentoso e l'alluce valgo era tornato. Quindi Tzonov cercò un altro chirurgo per correggere entrambi i problemi. "Non appena ha tolto il cast, ho capito che c'era qualcosa che non andava", dice Tzonov. Sebbene lei non avesse chiesto al chirurgo di accorciare nessuna delle sue dita, per ragioni a lei ancora sconosciute, le aveva rimosso un'articolazione nel secondo metatarso del piede destro (l'osso lungo che collega il mesopiede al secondo dito) e le aveva tagliato un dito tendine. "Il mio alluce stava andando alla deriva verso il dito medio, e il mio secondo dito in mezzo era rivolto verso l'alto ed era la metà della sua dimensione normale. Sembrava orribile. E il dolore era atroce. Ho un'altissima tolleranza al dolore, eppure mi sveglio di notte, contorcendomi e sudando." Non sopportava nemmeno che le coperte del letto le toccassero i piedi.

Tzonov non sarebbe stato in grado di stare in piedi o camminare senza stampelle per quasi un anno. E temeva che non avrebbe mai più lavorato nella professione che aveva scelto. "In qualità di massaggiatrice, mi occupo di prendermi cura del tuo corpo ed essere intelligente e saggia al riguardo,", dice. "Se avessi saputo cosa avrei dovuto passare, non avrei mai imboccato questa strada. Ho iniziato pensando che i miei piedi fossero brutti quando non lo erano. E ora lo sono davvero."

Hai visto i video su YouTube: La modella calpesta la passerella con i tacchi, magra come uno stocco e decisamente alta quanto lei. Prima una caviglia traballa, l'altra si piega e poi urla! Lei è giù con le gambe divaricate e mostra alla prima fila una vista fino all'ombelico. A una sfilata di Dior l'anno scorso, Milana Bogolepova è crollata due volte in un mucchio umiliante dopo pochi passi. Fortunatamente, l'unica cosa danneggiata è stato il suo orgoglio. Quando le modelle tornano a casa, indossano invariabilmente ballerine.

Ma quando il resto di noi ha difficoltà a indossare questi tacchi a spillo lussuriosi e stratosferici, sempre più barcollamo nell'ufficio di un chirurgo del piede. Con i tacchi che si arrampicano sempre più alti e i modelli più stretti, i medici dicono che le donne chiedono di avere i piedi scolpiti per incastrarsi nelle punte sexy. Nel bel mezzo di una crisi economica, la quantità di interventi di chirurgia estetica in altre parti del corpo è diminuita del 9% tra il 2007 e il 2008, secondo un sondaggio. Eppure i podologi affermano che la domanda di chirurgia estetica del piede è aumentata in modo significativo. Le donne chiedono ai chirurghi di radere le ossa per rendere i piedi più piccoli e snelli, e di accorciare le dita dei piedi che ritengono troppo lunghe in modo che, come la sorellastra di Cenerentola, possano infilarsi nella pantofola dei loro sogni.

"Il piede è il nuovo volto", spiega Suzanne Levine, D.P.M., chirurgo podiatrico a New York City. "Le scarpe di oggi sono belle, quindi anche le donne vogliono che lo siano i loro piedi" Oltre alla chirurgia ortopedica tradizionale, Levine offre una gamma di procedure cosmetiche, tra cui l'accorciamento delle dita e quello che lei chiama Stiletto Rx, una combinazione di laser, ultrasuoni e iniezioni di acido poli-L-lattico che gonfiano temporaneamente i cuscinetti del piede e si sentono, dice, come cuscini nei tuoi piedi. "Riportare le donne ai piedi è ciò a cui miro,", dice.

Ma quando le donne che sono già inclini a problemi ai piedi trascorrono troppo tempo in scarpe torreggianti e mal progettate, il risultato può essere ulteriori problemi ai piedi deformanti. Quasi il 90% delle donne ha sofferto nell'ultimo anno a causa di calzature dolorose, contro il 68% degli uomini, secondo un sondaggio del 2009 dell'American Podiatric Medical Association (APMA) a Bethesda, nel Maryland. Il sondaggio ha rilevato che le donne hanno il 12% in più di probabilità di soffrire di dolore al tallone almeno una volta all'anno rispetto agli uomini e il 13% in più di probabilità di avere dolori alla punta dei piedi.

Nessuno vuole abbandonare per sempre i suoi splendidi tacchi. "Dico alle donne che i tacchi alti sono come un dessert", afferma Carolyn McAloon, D.P.M., podologo a Castro Valley, in California, e portavoce dell'APMA. "E 'bene concedersi una volta ogni tanto rende la vita degna di essere vissuta. Ma se lo fai sempre, ci saranno conseguenze." Il passaggio dalle scarpe da ginnastica ai tacchi da 3 pollici aumenta il peso sulla parte anteriore del piede del 110 percento, spostando ossa e tessuti, secondo uno studio pubblicato nel Giornale dell'APMA.

Troppo tempo sui talloni più alti di 2 pollici può portare non solo a borsiti - e ai loro cugini, borsiti, escrescenze ossee vicino al mignolo - ma anche a dolori ai nervi, spiega Sharon M. Dreeben, MD, un chirurgo ortopedico a La Jolla , California. L'overdose di tacchi alti può aggravare l'artrite e gli speroni ossei, che sporgono quando il corpo cresce nuovo osso in risposta allo stress. Le scarpe strette aumentano la pressione sui tendini, sulle ossa e sulle articolazioni delle dita dei piedi, a volte provocando la contrazione e lo stropicciamento dell'articolazione: il temuto dito a martello. Piccole ossa sotto le piante dei piedi, note come sesamoidi, possono fratturarsi, provocando dolore cronico. E indossare i tacchi alti può accorciare in modo permanente il tendine di Achille, il che significa che il piede non può mai essere piatto. Tutto può portare a un percorso doloroso verso ulteriori interventi chirurgici ai piedi (o un futuro con scarpe plantari, che difficilmente sono di alta moda).

Chiamalo Sesso e città sindrome. Le visioni di SJP e degli amici in bilico per Manhattan hanno convinto le donne che dovrebbero essere in grado di fare lo stesso, dice il dott. Dreeben. "Alle donne viene fatto il lavaggio del cervello per credere che i tacchi alti siano una parte normale della vita e che siano difettosi se non possono indossarli. Si lasciano prendere da ciò che sembra carino e dimenticano le complicazioni biomeccaniche che possono seguire." E più i sandali sono stretti e stretti, più le donne possono diventare ossessionate dal mostrare piedi ideali, dritti e magri. Alcune donne hanno persino sviluppato un disturbo di dismorfismo corporeo per quanto riguarda i loro piedi, afferma Katharine Phillips, M.D., professore di psichiatria e direttrice del programma The Body Dysmorphic Disorder presso l'Alpert Medical School della Brown University di Providence, Rhode Island. "Le persone con BDD sono angosciate e preoccupate per difetti minori o inesistenti nel loro aspetto", afferma il dott. Phillips. "Potrebbero pensare che i loro piedi siano brutti, ma i difetti sono nella loro mente. Sono spesso spinti a procedure cosmetiche rischiose, ma in genere non sono contenti dei risultati, indipendentemente dal risultato."

I risultati sono così imprevedibili che anche un intervento chirurgico al piede perfettamente eseguito può causare problemi, avverte Rock Positano, D.P.M., direttore del servizio non chirurgico del piede e della caviglia presso l'Hospital for Special Surgery di New York City. "Il piede è una meraviglia della bioingegneria", dice. "Le persone non capiscono quanto sia complesso." Ogni piede contiene 26 ossa, 33 articolazioni e più di 100 tendini, muscoli e legamenti. E per ogni miglio che percorriamo, esercitiamo sui nostri piedi circa 100.000 libbre di pressione. "La nostra sala d'attesa è piena di donne disabilitate da interventi di chirurgia estetica ai piedi falliti, procedure eseguite esclusivamente per migliorare l'aspetto del piede o presumibilmente per aiutare i pazienti a indossare scarpe alla moda", afferma Positano. "Questa tendenza è molto spaventosa. Distruggi un piede e puoi distruggere la qualità della vita di una persona."

Entro una settimana di togliersi il gesso, Tzonov era nell'ufficio di un chirurgo ortopedico del piede per vedere se poteva riparare il danno al piede destro. "Il mio piede era deformato ed enorme dal gonfiore", dice Tzonov. "E soffrivo così tanto." I raggi X hanno rivelato che le ossa erano rimaste frastagliate, il che ha causato l'infiammazione. "Il dottore si limitò a scuotere la testa. Non ha detto niente, ma l'espressione sul suo viso... so che era sotto shock e non potevo credere a quello che era stato fatto al mio piede." Un secondo chirurgo ortopedico ha avuto una reazione identica, dicendo che il piede ora era un tale pasticcio che non poteva fare nulla. Non avrebbe nemmeno tentato di ripararlo e ha detto a Tzonov che i suoi problemi erano probabilmente permanenti.

Cosmetici o meno, tutti gli interventi chirurgici comportano rischi, ancora di più quando si opera sul piede. "La chirurgia del piede è diversa da un lavoro al naso o un lifting", afferma il dott. Dreeben. "Non metti tutto il tuo peso sulla tua faccia. I piedi sono molto resistenti al carico che fanno, ma sono anche molto delicati. Se li manometti, stai cercando guai". Secondo un sondaggio dell'American Orthopaedic Foot & Ankle Society (AOFAS) a Rosemont, nell'Illinois, la metà di tutti i chirurghi del piede ha curato pazienti per complicazioni dovute a interventi di chirurgia estetica.

La chirurgia può creare una punta dritta ma dolorosa o innescare dolore nei borsiti dove non è mai esistito prima, afferma il dott. Dreeben. Può anche causare problemi circolatori, con esiti raccapriccianti: amputazione di una parte del piede. E le iniezioni nelle piante dei piedi per migliorare il cuscinetto adiposo, come un ammortizzatore per aiutare le donne a sopportare i tacchi, dividono i medici. Levine difende il suo uso di acido poli-L-lattico, dicendo che ha pochi effetti collaterali. Ma le iniezioni di collagene, silicone e Restylane possono lasciare le donne "assolutamente infelici", afferma il dott. Dreeben, causando "una reazione infiammatoria nella pianta del piede". Possono anche innescare un dolore nervoso cronico che è impossibile da invertire. Non ci sono articoli di riviste mediche che dimostrino che queste iniezioni ridurranno il dolore. E finché non c'è, i chirurghi non dovrebbero eseguire questa procedura."


Inferno con i tacchi alti

I piedi di Michelle Tzonov l'avevano sempre trattata bene. Tzonov, massaggiatrice di San Diego, trascorreva lunghe giornate in piedi mentre lavorava sui clienti. Molto atletica, correva per diversi chilometri due o tre volte alla settimana. Nei fine settimana, ha scalato le colline della vicina riserva naturale di Torrey Pines mentre viveva in Colorado per un po' di tempo, faceva escursioni e racchette da neve lungo le piste da sci tutto l'anno. Si è formata come ballerina di danza classica e tip tap crescendo e amava ancora uscire per salsa, jitterbug e ballo da sala con gli amici. "Sono nato con piedi normali", dice Tzonov. "Pensavo solo che non fossero abbastanza carini"

Il problema erano i borsiti: grumi di osso e tessuto infiammato innescati dallo spostamento dell'articolazione alla base dell'alluce. I lati dei suoi piedi sporgevano da quando aveva 12 anni, probabilmente a causa del suo balletto. Erano brutti ma non dolorosi. Tuttavia, Tzonov cominciò a odiare il modo in cui i suoi piedi sporgevano dai sandali. "Ho dovuto comprare scarpe extra larghe", dice. "Mi piaceva indossare i tacchi alti, ma di solito non riuscivo a entrare nelle scarpe che volevo indossare. E quando l'ho fatto, non hanno mai avuto un bell'aspetto."

Alla fine dei 20 anni, Tzonov ne aveva avuto abbastanza: si era diretta da un podologo per un intervento di chirurgia estetica. La sua prima procedura è stata una bunionectomia al piede sinistro, il medico ha praticato un'incisione vicino all'articolazione dell'alluce e ha usato una sega chirurgica per radere l'osso fuori posto, quindi lo ha riposizionato. Il piede è uscito più sottile e dritto. Ma quando è arrivato il momento di sottoporsi a un intervento chirurgico sul lato destro, ha cambiato chirurgo per motivi assicurativi e le cose non sono andate altrettanto bene. "Ha eliminato la cartilagine in eccesso nel mio piede destro", dice Tzonov. "Ma in qualche modo questo ha incasinato la mia articolazione: ha fatto raschiare ossa contro ossa. Sembrava a posto, ma alla fine quell'articolazione è diventata dolorosa e artritica."

Nel 2007, dopo oltre un decennio di deterioramento del piede destro, il dolore era diventato sempre più tormentoso e l'alluce valgo era tornato. Quindi Tzonov cercò un altro chirurgo per correggere entrambi i problemi. "Non appena ha tolto il cast, ho capito che c'era qualcosa che non andava", dice Tzonov. Sebbene lei non avesse chiesto al chirurgo di accorciare nessuna delle sue dita, per ragioni a lei ancora sconosciute, le aveva rimosso un'articolazione nel secondo metatarso del piede destro (l'osso lungo che collega il mesopiede al secondo dito) e le aveva tagliato un dito tendine. "Il mio alluce stava andando alla deriva verso il dito medio, e il mio secondo dito in mezzo era rivolto verso l'alto ed era la metà della sua dimensione normale. Sembrava orribile. E il dolore era atroce. Ho un'altissima tolleranza al dolore, eppure mi sveglio di notte, contorcendomi e sudando." Non sopportava nemmeno che le coperte del letto le toccassero i piedi.

Tzonov non sarebbe stato in grado di stare in piedi o camminare senza stampelle per quasi un anno. E temeva che non avrebbe mai più lavorato nella professione che aveva scelto. "In qualità di massaggiatrice, mi occupo di prendermi cura del tuo corpo ed essere intelligente e saggia al riguardo,", dice. "Se avessi saputo cosa avrei passato, non avrei mai intrapreso questa strada. Ho iniziato pensando che i miei piedi fossero brutti quando non lo erano. E ora lo sono davvero."

Hai visto i video su YouTube: La modella calpesta la passerella sui tacchi, magra come uno stocco e decisamente alta quanto lei. Prima una caviglia traballa, l'altra si piega e poi urla! Lei è giù con le gambe divaricate e mostra alla prima fila una vista fino all'ombelico. A una sfilata di Dior l'anno scorso, Milana Bogolepova è crollata due volte in un mucchio umiliante dopo pochi passi. Fortunatamente, l'unica cosa danneggiata è stato il suo orgoglio. Quando le modelle tornano a casa, indossano invariabilmente ballerine.

Ma quando il resto di noi ha difficoltà a indossare questi tacchi a spillo lussuriosi e stratosferici, sempre più barcollamo nell'ufficio di un chirurgo del piede. Con i tacchi che si arrampicano sempre più alti e i modelli più stretti, i medici dicono che le donne chiedono di avere i piedi scolpiti per incastrarsi nelle punte sexy. Nel bel mezzo di una crisi economica, la quantità di interventi di chirurgia estetica in altre parti del corpo è diminuita del 9% tra il 2007 e il 2008, secondo un sondaggio. Eppure i podologi affermano che la domanda di chirurgia estetica del piede è aumentata in modo significativo. Le donne chiedono ai chirurghi di radere le ossa per rendere i piedi più piccoli e snelli, e di accorciare le dita dei piedi che ritengono troppo lunghe in modo che, come la sorellastra di Cenerentola, possano infilarsi nella pantofola dei loro sogni.

"Il piede è il nuovo volto", spiega Suzanne Levine, D.P.M., chirurgo podiatrico a New York City. "Le scarpe di oggi sono belle, quindi anche le donne vogliono che lo siano i loro piedi" Oltre alla tradizionale chirurgia ortopedica, Levine offre una gamma di procedure cosmetiche, tra cui l'accorciamento delle dita e quello che lei chiama Stiletto Rx, una combinazione di laser, ultrasuoni e iniezioni di acido poli-L-lattico che gonfiano temporaneamente i cuscinetti del piede e si sentono, dice, come cuscini nei tuoi piedi. "Riportare le donne ai piedi è quello a cui miro", dice.

Ma quando le donne che sono già inclini a problemi ai piedi trascorrono troppo tempo in scarpe torreggianti e mal progettate, il risultato può essere ulteriori problemi ai piedi deformanti. Quasi il 90% delle donne ha sofferto nell'ultimo anno a causa di calzature dolorose, contro il 68% degli uomini, secondo un sondaggio del 2009 dell'American Podiatric Medical Association (APMA) a Bethesda, nel Maryland. Il sondaggio ha rilevato che le donne hanno il 12% in più di probabilità di soffrire di dolore al tallone almeno una volta all'anno rispetto agli uomini e il 13% in più di probabilità di avere dolori alla punta dei piedi.

Nessuno vuole abbandonare per sempre i suoi splendidi tacchi. "Dico alle donne che i tacchi alti sono come un dessert", afferma Carolyn McAloon, D.P.M., podologo a Castro Valley, in California, e portavoce dell'APMA. "E 'bene concedersi una volta ogni tanto rende la vita degna di essere vissuta. Ma se lo fai sempre, ci saranno conseguenze." Il passaggio dalle scarpe da ginnastica ai tacchi da 3 pollici aumenta il peso sulla parte anteriore del piede del 110 percento, spostando ossa e tessuti, secondo uno studio pubblicato nel Giornale dell'APMA.

Troppo tempo sui talloni più alti di 2 pollici può portare non solo a borsiti - e ai loro cugini, borsiti, escrescenze ossee vicino al mignolo - ma anche a dolori ai nervi, spiega Sharon M. Dreeben, MD, un chirurgo ortopedico a La Jolla , California. L'overdose di tacchi alti può aggravare l'artrite e gli speroni ossei, che sporgono quando il corpo cresce nuovo osso in risposta allo stress. Le scarpe strette aumentano la pressione sui tendini, sulle ossa e sulle articolazioni delle dita dei piedi, a volte provocando la contrazione e lo stropicciamento dell'articolazione: il temuto dito a martello. Piccole ossa sotto le piante dei piedi, note come sesamoidi, possono fratturarsi, provocando dolore cronico. E indossare i tacchi alti può accorciare in modo permanente il tendine di Achille, il che significa che il piede non può mai essere piatto. Tutto può portare a un percorso doloroso verso ulteriori interventi chirurgici ai piedi (o un futuro che indossa scarpe plantari, che difficilmente sono di alta moda).

Chiamalo Sesso e città sindrome. Le visioni di SJP e degli amici in bilico per Manhattan hanno convinto le donne che dovrebbero essere in grado di fare lo stesso, dice il dott. Dreeben. "Alle donne viene fatto il lavaggio del cervello per credere che i tacchi alti siano una parte normale della vita e che siano difettosi se non possono indossarli. Si lasciano prendere da ciò che sembra carino e dimenticano le complicazioni biomeccaniche che possono seguire." E più i sandali sono stretti e stretti, più le donne possono diventare ossessionate dal mostrare piedi ideali, dritti e magri. Alcune donne hanno persino sviluppato un disturbo di dismorfismo corporeo per quanto riguarda i loro piedi, afferma Katharine Phillips, M.D., professore di psichiatria e direttrice del programma The Body Dysmorphic Disorder presso l'Alpert Medical School della Brown University di Providence, Rhode Island. "Le persone con BDD sono angosciate e preoccupate per difetti minori o inesistenti nel loro aspetto", afferma il dott. Phillips. "Potrebbero pensare che i loro piedi siano brutti, ma i difetti sono nella loro mente. Sono spesso spinti a procedure cosmetiche rischiose, ma in genere non sono contenti dei risultati, indipendentemente dal risultato."

I risultati sono così imprevedibili che anche un intervento chirurgico al piede perfettamente eseguito può causare problemi, avverte Rock Positano, D.P.M., direttore del servizio non chirurgico del piede e della caviglia presso l'Hospital for Special Surgery di New York City. "Il piede è una meraviglia della bioingegneria", dice. "Le persone non capiscono quanto sia complesso." Ogni piede contiene 26 ossa, 33 articolazioni e più di 100 tendini, muscoli e legamenti. E per ogni miglio che percorriamo, esercitiamo sui nostri piedi circa 100.000 libbre di pressione. "La nostra sala d'attesa è piena di donne disabilitate da interventi di chirurgia estetica ai piedi falliti, procedure eseguite esclusivamente per migliorare l'aspetto del piede o presumibilmente per aiutare i pazienti a indossare scarpe alla moda", afferma Positano. "Questa tendenza è molto spaventosa. Distruggi un piede e puoi distruggere la qualità della vita di una persona."

Entro una settimana di togliersi il gesso, Tzonov era nell'ufficio di un chirurgo ortopedico del piede per vedere se poteva riparare il danno al piede destro. "Il mio piede era deformato ed enorme dal gonfiore", dice Tzonov. "E soffrivo così tanto." I raggi X hanno rivelato che le ossa erano rimaste frastagliate, il che ha causato l'infiammazione. "Il dottore si limitò a scuotere la testa. Non ha detto niente, ma l'espressione sul suo viso... so che era sotto shock e non potevo credere a quello che era stato fatto al mio piede." Un secondo chirurgo ortopedico ha avuto una reazione identica, dicendo che il piede ora era un tale pasticcio che non poteva fare nulla. Non avrebbe nemmeno tentato di ripararlo e ha detto a Tzonov che i suoi problemi erano probabilmente permanenti.

Cosmetici o meno, tutti gli interventi chirurgici comportano rischi, ancora di più quando si opera sul piede. "La chirurgia del piede è diversa da un lavoro al naso o un lifting", afferma il dott. Dreeben. "Non metti tutto il tuo peso sulla tua faccia. I piedi sono molto resistenti al carico che fanno, ma sono anche molto delicati. Se li manometti, stai cercando guai". Secondo un sondaggio dell'American Orthopaedic Foot & Ankle Society (AOFAS) a Rosemont, nell'Illinois, la metà di tutti i chirurghi del piede ha curato pazienti per complicazioni dovute a interventi di chirurgia estetica.

La chirurgia può creare una punta dritta ma dolorosa o innescare dolore nei borsiti dove non è mai esistito prima, afferma il dott. Dreeben. Può anche causare problemi circolatori, con esiti raccapriccianti: amputazione di una parte del piede.E le iniezioni nelle piante dei piedi per migliorare il cuscinetto adiposo, come un ammortizzatore per aiutare le donne a sopportare i tacchi, dividono i medici. Levine difende il suo uso di acido poli-L-lattico, dicendo che ha pochi effetti collaterali. Ma le iniezioni di collagene, silicone e Restylane possono lasciare le donne "assolutamente infelici", afferma il dott. Dreeben, causando "una reazione infiammatoria nella pianta del piede". Possono anche innescare un dolore nervoso cronico che è impossibile da invertire. Non ci sono articoli di riviste mediche che dimostrino che queste iniezioni ridurranno il dolore. E finché non c'è, i chirurghi non dovrebbero eseguire questa procedura."


Inferno con i tacchi alti

I piedi di Michelle Tzonov l'avevano sempre trattata bene. Tzonov, massaggiatrice di San Diego, trascorreva lunghe giornate in piedi mentre lavorava sui clienti. Molto atletica, correva per diversi chilometri due o tre volte alla settimana. Nei fine settimana, ha scalato le colline della vicina riserva naturale di Torrey Pines mentre viveva in Colorado per un po' di tempo, faceva escursioni e racchette da neve lungo le piste da sci tutto l'anno. Si è formata come ballerina di danza classica e tip tap crescendo e amava ancora uscire per salsa, jitterbug e ballo da sala con gli amici. "Sono nato con piedi normali", dice Tzonov. "Pensavo solo che non fossero abbastanza carini"

Il problema erano i borsiti: grumi di osso e tessuto infiammato innescati dallo spostamento dell'articolazione alla base dell'alluce. I lati dei suoi piedi sporgevano da quando aveva 12 anni, probabilmente a causa del suo balletto. Erano brutti ma non dolorosi. Tuttavia, Tzonov cominciò a odiare il modo in cui i suoi piedi sporgevano dai sandali. "Ho dovuto comprare scarpe extra larghe", dice. "Mi piaceva indossare i tacchi alti, ma di solito non riuscivo a entrare nelle scarpe che volevo indossare. E quando l'ho fatto, non hanno mai avuto un bell'aspetto."

Alla fine dei 20 anni, Tzonov ne aveva avuto abbastanza: si era diretta da un podologo per un intervento di chirurgia estetica. La sua prima procedura è stata una bunionectomia al piede sinistro, il medico ha praticato un'incisione vicino all'articolazione dell'alluce e ha usato una sega chirurgica per radere l'osso fuori posto, quindi lo ha riposizionato. Il piede è uscito più sottile e dritto. Ma quando è arrivato il momento di sottoporsi a un intervento chirurgico sul lato destro, ha cambiato chirurgo per motivi assicurativi e le cose non sono andate altrettanto bene. "Ha eliminato la cartilagine in eccesso nel mio piede destro", dice Tzonov. "Ma in qualche modo questo ha incasinato la mia articolazione: ha fatto raschiare ossa contro ossa. Sembrava a posto, ma alla fine quell'articolazione è diventata dolorosa e artritica."

Nel 2007, dopo oltre un decennio di deterioramento del piede destro, il dolore era diventato sempre più tormentoso e l'alluce valgo era tornato. Quindi Tzonov cercò un altro chirurgo per correggere entrambi i problemi. "Non appena ha tolto il cast, ho capito che c'era qualcosa che non andava", dice Tzonov. Sebbene lei non avesse chiesto al chirurgo di accorciare nessuna delle sue dita, per ragioni a lei ancora sconosciute, le aveva rimosso un'articolazione nel secondo metatarso del piede destro (l'osso lungo che collega il mesopiede al secondo dito) e le aveva tagliato un dito tendine. "Il mio alluce stava andando alla deriva verso il dito medio, e il mio secondo dito in mezzo era rivolto verso l'alto ed era la metà della sua dimensione normale. Sembrava orribile. E il dolore era atroce. Ho un'altissima tolleranza al dolore, eppure mi sveglio di notte, contorcendomi e sudando." Non sopportava nemmeno che le coperte del letto le toccassero i piedi.

Tzonov non sarebbe stato in grado di stare in piedi o camminare senza stampelle per quasi un anno. E temeva che non avrebbe mai più lavorato nella professione che aveva scelto. "In qualità di massaggiatrice, mi occupo di prendermi cura del tuo corpo ed essere intelligente e saggia al riguardo,", dice. "Se avessi saputo cosa avrei passato, non avrei mai intrapreso questa strada. Ho iniziato pensando che i miei piedi fossero brutti quando non lo erano. E ora lo sono davvero."

Hai visto i video su YouTube: La modella calpesta la passerella sui tacchi, magra come uno stocco e decisamente alta quanto lei. Prima una caviglia traballa, l'altra si piega e poi urla! Lei è giù con le gambe divaricate e mostra alla prima fila una vista fino all'ombelico. A una sfilata di Dior l'anno scorso, Milana Bogolepova è crollata due volte in un mucchio umiliante dopo pochi passi. Fortunatamente, l'unica cosa danneggiata è stato il suo orgoglio. Quando le modelle tornano a casa, indossano invariabilmente ballerine.

Ma quando il resto di noi ha difficoltà a indossare questi tacchi a spillo lussuriosi e stratosferici, sempre più barcollamo nell'ufficio di un chirurgo del piede. Con i tacchi che si arrampicano sempre più alti e i modelli più stretti, i medici dicono che le donne chiedono di avere i piedi scolpiti per incastrarsi nelle punte sexy. Nel bel mezzo di una crisi economica, la quantità di interventi di chirurgia estetica in altre parti del corpo è diminuita del 9% tra il 2007 e il 2008, secondo un sondaggio. Eppure i podologi affermano che la domanda di chirurgia estetica del piede è aumentata in modo significativo. Le donne chiedono ai chirurghi di radere le ossa per rendere i piedi più piccoli e snelli, e di accorciare le dita dei piedi che ritengono troppo lunghe in modo che, come la sorellastra di Cenerentola, possano infilarsi nella pantofola dei loro sogni.

"Il piede è il nuovo volto", spiega Suzanne Levine, D.P.M., chirurgo podiatrico a New York City. "Le scarpe di oggi sono belle, quindi anche le donne vogliono che lo siano i loro piedi" Oltre alla tradizionale chirurgia ortopedica, Levine offre una gamma di procedure cosmetiche, tra cui l'accorciamento delle dita e quello che lei chiama Stiletto Rx, una combinazione di laser, ultrasuoni e iniezioni di acido poli-L-lattico che gonfiano temporaneamente i cuscinetti del piede e si sentono, dice, come cuscini nei tuoi piedi. "Riportare le donne ai piedi è quello a cui miro", dice.

Ma quando le donne che sono già inclini a problemi ai piedi trascorrono troppo tempo in scarpe torreggianti e mal progettate, il risultato può essere ulteriori problemi ai piedi deformanti. Quasi il 90% delle donne ha sofferto nell'ultimo anno a causa di calzature dolorose, contro il 68% degli uomini, secondo un sondaggio del 2009 dell'American Podiatric Medical Association (APMA) a Bethesda, nel Maryland. Il sondaggio ha rilevato che le donne hanno il 12% in più di probabilità di soffrire di dolore al tallone almeno una volta all'anno rispetto agli uomini e il 13% in più di probabilità di avere dolori alla punta dei piedi.

Nessuno vuole abbandonare per sempre i suoi splendidi tacchi. "Dico alle donne che i tacchi alti sono come un dessert", afferma Carolyn McAloon, D.P.M., podologo a Castro Valley, in California, e portavoce dell'APMA. "E 'bene concedersi una volta ogni tanto rende la vita degna di essere vissuta. Ma se lo fai sempre, ci saranno conseguenze." Il passaggio dalle scarpe da ginnastica ai tacchi da 3 pollici aumenta il peso sulla parte anteriore del piede del 110 percento, spostando ossa e tessuti, secondo uno studio pubblicato nel Giornale dell'APMA.

Troppo tempo sui talloni più alti di 2 pollici può portare non solo a borsiti - e ai loro cugini, borsiti, escrescenze ossee vicino al mignolo - ma anche a dolori ai nervi, spiega Sharon M. Dreeben, MD, un chirurgo ortopedico a La Jolla , California. L'overdose di tacchi alti può aggravare l'artrite e gli speroni ossei, che sporgono quando il corpo cresce nuovo osso in risposta allo stress. Le scarpe strette aumentano la pressione sui tendini, sulle ossa e sulle articolazioni delle dita dei piedi, a volte provocando la contrazione e lo stropicciamento dell'articolazione: il temuto dito a martello. Piccole ossa sotto le piante dei piedi, note come sesamoidi, possono fratturarsi, provocando dolore cronico. E indossare i tacchi alti può accorciare in modo permanente il tendine di Achille, il che significa che il piede non può mai essere piatto. Tutto può portare a un percorso doloroso verso ulteriori interventi chirurgici ai piedi (o un futuro che indossa scarpe plantari, che difficilmente sono di alta moda).

Chiamalo Sesso e città sindrome. Le visioni di SJP e degli amici in bilico per Manhattan hanno convinto le donne che dovrebbero essere in grado di fare lo stesso, dice il dott. Dreeben. "Alle donne viene fatto il lavaggio del cervello per credere che i tacchi alti siano una parte normale della vita e che siano difettosi se non possono indossarli. Si lasciano prendere da ciò che sembra carino e dimenticano le complicazioni biomeccaniche che possono seguire." E più i sandali sono stretti e stretti, più le donne possono diventare ossessionate dal mostrare piedi ideali, dritti e magri. Alcune donne hanno persino sviluppato un disturbo di dismorfismo corporeo per quanto riguarda i loro piedi, afferma Katharine Phillips, M.D., professore di psichiatria e direttrice del programma The Body Dysmorphic Disorder presso l'Alpert Medical School della Brown University di Providence, Rhode Island. "Le persone con BDD sono angosciate e preoccupate per difetti minori o inesistenti nel loro aspetto", afferma il dott. Phillips. "Potrebbero pensare che i loro piedi siano brutti, ma i difetti sono nella loro mente. Sono spesso spinti a procedure cosmetiche rischiose, ma in genere non sono contenti dei risultati, indipendentemente dal risultato."

I risultati sono così imprevedibili che anche un intervento chirurgico al piede perfettamente eseguito può causare problemi, avverte Rock Positano, D.P.M., direttore del servizio non chirurgico del piede e della caviglia presso l'Hospital for Special Surgery di New York City. "Il piede è una meraviglia della bioingegneria", dice. "Le persone non capiscono quanto sia complesso." Ogni piede contiene 26 ossa, 33 articolazioni e più di 100 tendini, muscoli e legamenti. E per ogni miglio che percorriamo, esercitiamo sui nostri piedi circa 100.000 libbre di pressione. "La nostra sala d'attesa è piena di donne disabilitate da interventi di chirurgia estetica ai piedi falliti, procedure eseguite esclusivamente per migliorare l'aspetto del piede o presumibilmente per aiutare i pazienti a indossare scarpe alla moda", afferma Positano. "Questa tendenza è molto spaventosa. Distruggi un piede e puoi distruggere la qualità della vita di una persona."

Entro una settimana di togliersi il gesso, Tzonov era nell'ufficio di un chirurgo ortopedico del piede per vedere se poteva riparare il danno al piede destro. "Il mio piede era deformato ed enorme dal gonfiore", dice Tzonov. "E soffrivo così tanto." I raggi X hanno rivelato che le ossa erano rimaste frastagliate, il che ha causato l'infiammazione. "Il dottore si limitò a scuotere la testa. Non ha detto niente, ma l'espressione sul suo viso... so che era sotto shock e non potevo credere a quello che era stato fatto al mio piede." Un secondo chirurgo ortopedico ha avuto una reazione identica, dicendo che il piede ora era un tale pasticcio che non poteva fare nulla. Non avrebbe nemmeno tentato di ripararlo e ha detto a Tzonov che i suoi problemi erano probabilmente permanenti.

Cosmetici o meno, tutti gli interventi chirurgici comportano rischi, ancora di più quando si opera sul piede. "La chirurgia del piede è diversa da un lavoro al naso o un lifting", afferma il dott. Dreeben. "Non metti tutto il tuo peso sulla tua faccia. I piedi sono molto resistenti al carico che fanno, ma sono anche molto delicati. Se li manometti, stai cercando guai". Secondo un sondaggio dell'American Orthopaedic Foot & Ankle Society (AOFAS) a Rosemont, nell'Illinois, la metà di tutti i chirurghi del piede ha curato pazienti per complicazioni dovute a interventi di chirurgia estetica.

La chirurgia può creare una punta dritta ma dolorosa o innescare dolore nei borsiti dove non è mai esistito prima, afferma il dott. Dreeben. Può anche causare problemi circolatori, con esiti raccapriccianti: amputazione di una parte del piede. E le iniezioni nelle piante dei piedi per migliorare il cuscinetto adiposo, come un ammortizzatore per aiutare le donne a sopportare i tacchi, dividono i medici. Levine difende il suo uso di acido poli-L-lattico, dicendo che ha pochi effetti collaterali. Ma le iniezioni di collagene, silicone e Restylane possono lasciare le donne "assolutamente infelici", afferma il dott. Dreeben, causando "una reazione infiammatoria nella pianta del piede". Possono anche innescare un dolore nervoso cronico che è impossibile da invertire. Non ci sono articoli di riviste mediche che dimostrino che queste iniezioni ridurranno il dolore. E finché non c'è, i chirurghi non dovrebbero eseguire questa procedura."


Inferno con i tacchi alti

I piedi di Michelle Tzonov l'avevano sempre trattata bene. Tzonov, massaggiatrice di San Diego, trascorreva lunghe giornate in piedi mentre lavorava sui clienti. Molto atletica, correva per diversi chilometri due o tre volte alla settimana. Nei fine settimana, ha scalato le colline della vicina riserva naturale di Torrey Pines mentre viveva in Colorado per un po' di tempo, faceva escursioni e racchette da neve lungo le piste da sci tutto l'anno. Si è formata come ballerina di danza classica e tip tap crescendo e amava ancora uscire per salsa, jitterbug e ballo da sala con gli amici. "Sono nato con piedi normali", dice Tzonov. "Pensavo solo che non fossero abbastanza carini"

Il problema erano i borsiti: grumi di osso e tessuto infiammato innescati dallo spostamento dell'articolazione alla base dell'alluce. I lati dei suoi piedi sporgevano da quando aveva 12 anni, probabilmente a causa del suo balletto. Erano brutti ma non dolorosi. Tuttavia, Tzonov cominciò a odiare il modo in cui i suoi piedi sporgevano dai sandali. "Ho dovuto comprare scarpe extra larghe", dice. "Mi piaceva indossare i tacchi alti, ma di solito non riuscivo a entrare nelle scarpe che volevo indossare. E quando l'ho fatto, non hanno mai avuto un bell'aspetto."

Alla fine dei 20 anni, Tzonov ne aveva avuto abbastanza: si era diretta da un podologo per un intervento di chirurgia estetica. La sua prima procedura è stata una bunionectomia al piede sinistro, il medico ha praticato un'incisione vicino all'articolazione dell'alluce e ha usato una sega chirurgica per radere l'osso fuori posto, quindi lo ha riposizionato. Il piede è uscito più sottile e dritto. Ma quando è arrivato il momento di sottoporsi a un intervento chirurgico sul lato destro, ha cambiato chirurgo per motivi assicurativi e le cose non sono andate altrettanto bene. "Ha eliminato la cartilagine in eccesso nel mio piede destro", dice Tzonov. "Ma in qualche modo questo ha incasinato la mia articolazione: ha fatto raschiare ossa contro ossa. Sembrava a posto, ma alla fine quell'articolazione è diventata dolorosa e artritica."

Nel 2007, dopo oltre un decennio di deterioramento del piede destro, il dolore era diventato sempre più tormentoso e l'alluce valgo era tornato. Quindi Tzonov cercò un altro chirurgo per correggere entrambi i problemi. "Non appena ha tolto il cast, ho capito che c'era qualcosa che non andava", dice Tzonov. Sebbene lei non avesse chiesto al chirurgo di accorciare nessuna delle sue dita, per ragioni a lei ancora sconosciute, le aveva rimosso un'articolazione nel secondo metatarso del piede destro (l'osso lungo che collega il mesopiede al secondo dito) e le aveva tagliato un dito tendine. "Il mio alluce stava andando alla deriva verso il dito medio, e il mio secondo dito in mezzo era rivolto verso l'alto ed era la metà della sua dimensione normale. Sembrava orribile. E il dolore era atroce. Ho un'altissima tolleranza al dolore, eppure mi sveglio di notte, contorcendomi e sudando." Non sopportava nemmeno che le coperte del letto le toccassero i piedi.

Tzonov non sarebbe stato in grado di stare in piedi o camminare senza stampelle per quasi un anno. E temeva che non avrebbe mai più lavorato nella professione che aveva scelto. "In qualità di massaggiatrice, mi occupo di prendermi cura del tuo corpo ed essere intelligente e saggia al riguardo,", dice. "Se avessi saputo cosa avrei passato, non avrei mai intrapreso questa strada. Ho iniziato pensando che i miei piedi fossero brutti quando non lo erano. E ora lo sono davvero."

Hai visto i video su YouTube: La modella calpesta la passerella sui tacchi, magra come uno stocco e decisamente alta quanto lei. Prima una caviglia traballa, l'altra si piega e poi urla! Lei è giù con le gambe divaricate e mostra alla prima fila una vista fino all'ombelico. A una sfilata di Dior l'anno scorso, Milana Bogolepova è crollata due volte in un mucchio umiliante dopo pochi passi. Fortunatamente, l'unica cosa danneggiata è stato il suo orgoglio. Quando le modelle tornano a casa, indossano invariabilmente ballerine.

Ma quando il resto di noi ha difficoltà a indossare questi tacchi a spillo lussuriosi e stratosferici, sempre più barcollamo nell'ufficio di un chirurgo del piede. Con i tacchi che si arrampicano sempre più alti e i modelli più stretti, i medici dicono che le donne chiedono di avere i piedi scolpiti per incastrarsi nelle punte sexy. Nel bel mezzo di una crisi economica, la quantità di interventi di chirurgia estetica in altre parti del corpo è diminuita del 9% tra il 2007 e il 2008, secondo un sondaggio. Eppure i podologi affermano che la domanda di chirurgia estetica del piede è aumentata in modo significativo. Le donne chiedono ai chirurghi di radere le ossa per rendere i piedi più piccoli e snelli, e di accorciare le dita dei piedi che ritengono troppo lunghe in modo che, come la sorellastra di Cenerentola, possano infilarsi nella pantofola dei loro sogni.

"Il piede è il nuovo volto", spiega Suzanne Levine, D.P.M., chirurgo podiatrico a New York City. "Le scarpe di oggi sono belle, quindi anche le donne vogliono che lo siano i loro piedi" Oltre alla tradizionale chirurgia ortopedica, Levine offre una gamma di procedure cosmetiche, tra cui l'accorciamento delle dita e quello che lei chiama Stiletto Rx, una combinazione di laser, ultrasuoni e iniezioni di acido poli-L-lattico che gonfiano temporaneamente i cuscinetti del piede e si sentono, dice, come cuscini nei tuoi piedi. "Riportare le donne ai piedi è quello a cui miro", dice.

Ma quando le donne che sono già inclini a problemi ai piedi trascorrono troppo tempo in scarpe torreggianti e mal progettate, il risultato può essere ulteriori problemi ai piedi deformanti. Quasi il 90% delle donne ha sofferto nell'ultimo anno a causa di calzature dolorose, contro il 68% degli uomini, secondo un sondaggio del 2009 dell'American Podiatric Medical Association (APMA) a Bethesda, nel Maryland. Il sondaggio ha rilevato che le donne hanno il 12% in più di probabilità di soffrire di dolore al tallone almeno una volta all'anno rispetto agli uomini e il 13% in più di probabilità di avere dolori alla punta dei piedi.

Nessuno vuole abbandonare per sempre i suoi splendidi tacchi. "Dico alle donne che i tacchi alti sono come un dessert", afferma Carolyn McAloon, D.P.M., podologo a Castro Valley, in California, e portavoce dell'APMA. "E 'bene concedersi una volta ogni tanto rende la vita degna di essere vissuta. Ma se lo fai sempre, ci saranno conseguenze." Il passaggio dalle scarpe da ginnastica ai tacchi da 3 pollici aumenta il peso sulla parte anteriore del piede del 110 percento, spostando ossa e tessuti, secondo uno studio pubblicato nel Giornale dell'APMA.

Troppo tempo sui talloni più alti di 2 pollici può portare non solo a borsiti - e ai loro cugini, borsiti, escrescenze ossee vicino al mignolo - ma anche a dolori ai nervi, spiega Sharon M. Dreeben, MD, un chirurgo ortopedico a La Jolla , California. L'overdose di tacchi alti può aggravare l'artrite e gli speroni ossei, che sporgono quando il corpo cresce nuovo osso in risposta allo stress. Le scarpe strette aumentano la pressione sui tendini, sulle ossa e sulle articolazioni delle dita dei piedi, a volte provocando la contrazione e lo stropicciamento dell'articolazione: il temuto dito a martello. Piccole ossa sotto le piante dei piedi, note come sesamoidi, possono fratturarsi, provocando dolore cronico. E indossare i tacchi alti può accorciare in modo permanente il tendine di Achille, il che significa che il piede non può mai essere piatto. Tutto può portare a un percorso doloroso verso ulteriori interventi chirurgici ai piedi (o un futuro che indossa scarpe plantari, che difficilmente sono di alta moda).

Chiamalo Sesso e città sindrome. Le visioni di SJP e degli amici in bilico per Manhattan hanno convinto le donne che dovrebbero essere in grado di fare lo stesso, dice il dott. Dreeben."Alle donne viene fatto il lavaggio del cervello per credere che i tacchi alti siano una parte normale della vita e che siano difettosi se non possono indossarli. Si lasciano prendere da ciò che sembra carino e dimenticano le complicazioni biomeccaniche che possono seguire." E più i sandali sono stretti e stretti, più le donne possono diventare ossessionate dal mostrare piedi ideali, dritti e magri. Alcune donne hanno persino sviluppato un disturbo di dismorfismo corporeo per quanto riguarda i loro piedi, afferma Katharine Phillips, M.D., professore di psichiatria e direttrice del programma The Body Dysmorphic Disorder presso l'Alpert Medical School della Brown University di Providence, Rhode Island. "Le persone con BDD sono angosciate e preoccupate per difetti minori o inesistenti nel loro aspetto", afferma il dott. Phillips. "Potrebbero pensare che i loro piedi siano brutti, ma i difetti sono nella loro mente. Sono spesso spinti a procedure cosmetiche rischiose, ma in genere non sono contenti dei risultati, indipendentemente dal risultato."

I risultati sono così imprevedibili che anche un intervento chirurgico al piede perfettamente eseguito può causare problemi, avverte Rock Positano, D.P.M., direttore del servizio non chirurgico del piede e della caviglia presso l'Hospital for Special Surgery di New York City. "Il piede è una meraviglia della bioingegneria", dice. "Le persone non capiscono quanto sia complesso." Ogni piede contiene 26 ossa, 33 articolazioni e più di 100 tendini, muscoli e legamenti. E per ogni miglio che percorriamo, esercitiamo sui nostri piedi circa 100.000 libbre di pressione. "La nostra sala d'attesa è piena di donne disabilitate da interventi di chirurgia estetica ai piedi falliti, procedure eseguite esclusivamente per migliorare l'aspetto del piede o presumibilmente per aiutare i pazienti a indossare scarpe alla moda", afferma Positano. "Questa tendenza è molto spaventosa. Distruggi un piede e puoi distruggere la qualità della vita di una persona."

Entro una settimana di togliersi il gesso, Tzonov era nell'ufficio di un chirurgo ortopedico del piede per vedere se poteva riparare il danno al piede destro. "Il mio piede era deformato ed enorme dal gonfiore", dice Tzonov. "E soffrivo così tanto." I raggi X hanno rivelato che le ossa erano rimaste frastagliate, il che ha causato l'infiammazione. "Il dottore si limitò a scuotere la testa. Non ha detto nulla, ma l'espressione sul suo viso... so che era sotto shock e non potevo credere a quello che era stato fatto al mio piede." Un secondo chirurgo ortopedico ha avuto una reazione identica, dicendo che il piede ora era un tale pasticcio che non poteva fare nulla. Non avrebbe nemmeno tentato di ripararlo e ha detto a Tzonov che i suoi problemi erano probabilmente permanenti.

Cosmetici o meno, tutti gli interventi chirurgici comportano rischi, ancora di più quando si opera sul piede. "La chirurgia del piede è diversa da un lavoro al naso o un lifting", afferma il dott. Dreeben. "Non metti tutto il tuo peso sulla tua faccia. I piedi sono molto resistenti al carico che fanno, ma sono anche molto delicati. Se li manometti, stai cercando guai". Secondo un sondaggio dell'American Orthopaedic Foot & Ankle Society (AOFAS) a Rosemont, nell'Illinois, la metà di tutti i chirurghi del piede ha curato pazienti per complicazioni dovute a interventi di chirurgia estetica.

La chirurgia può creare una punta dritta ma dolorosa o innescare dolore nei borsiti dove non è mai esistito prima, afferma il dott. Dreeben. Può anche causare problemi circolatori, con esiti raccapriccianti: amputazione di una parte del piede. E le iniezioni nelle piante dei piedi per migliorare il cuscinetto adiposo, come un ammortizzatore per aiutare le donne a sopportare i tacchi, dividono i medici. Levine difende il suo uso di acido poli-L-lattico, dicendo che ha pochi effetti collaterali. Ma le iniezioni di collagene, silicone e Restylane possono lasciare le donne "assolutamente infelici", afferma il dott. Dreeben, causando "una reazione infiammatoria nella pianta del piede". Possono anche innescare un dolore nervoso cronico che è impossibile da invertire. Non ci sono articoli di riviste mediche che dimostrino che queste iniezioni riducano il dolore. E finché non c'è, i chirurghi non dovrebbero eseguire questa procedura."


Inferno con i tacchi alti

I piedi di Michelle Tzonov l'avevano sempre trattata bene. Tzonov, massaggiatrice di San Diego, trascorreva lunghe giornate in piedi mentre lavorava sui clienti. Molto atletica, correva per diversi chilometri due o tre volte alla settimana. Nei fine settimana, ha scalato le colline della vicina riserva naturale di Torrey Pines mentre viveva in Colorado per un po' di tempo, faceva escursioni e racchette da neve lungo le piste da sci tutto l'anno. Si è formata come ballerina di danza classica e tip tap crescendo e amava ancora uscire per salsa, jitterbug e ballo da sala con gli amici. "Sono nato con piedi normali", dice Tzonov. "Pensavo solo che non fossero abbastanza carini"

Il problema erano i borsiti: grumi di osso e tessuto infiammato innescati dallo spostamento dell'articolazione alla base dell'alluce. I lati dei suoi piedi sporgevano da quando aveva 12 anni, probabilmente a causa del suo balletto. Erano brutti ma non dolorosi. Tuttavia, Tzonov cominciò a odiare il modo in cui i suoi piedi sporgevano dai sandali. "Ho dovuto comprare scarpe extra larghe", dice. "Mi piaceva indossare i tacchi alti, ma di solito non riuscivo a entrare nelle scarpe che volevo indossare. E quando l'ho fatto, non hanno mai avuto un bell'aspetto."

Alla fine dei 20 anni, Tzonov ne aveva avuto abbastanza: si era diretta da un podologo per un intervento di chirurgia estetica. La sua prima procedura è stata una bunionectomia al piede sinistro, il medico ha praticato un'incisione vicino all'articolazione dell'alluce e ha usato una sega chirurgica per radere l'osso fuori posto, quindi lo ha riposizionato. Il piede è uscito più sottile e dritto. Ma quando è arrivato il momento di sottoporsi a un intervento chirurgico sul lato destro, ha cambiato chirurgo per motivi assicurativi e le cose non sono andate altrettanto bene. "Ha eliminato la cartilagine in eccesso nel mio piede destro", dice Tzonov. "Ma in qualche modo questo ha incasinato la mia articolazione: ha fatto raschiare ossa contro ossa. Sembrava a posto, ma alla fine quell'articolazione è diventata dolorosa e artritica."

Nel 2007, dopo oltre un decennio di deterioramento del piede destro, il dolore era diventato sempre più tormentoso e l'alluce valgo era tornato. Quindi Tzonov cercò un altro chirurgo per correggere entrambi i problemi. "Non appena ha tolto il cast, ho capito che c'era qualcosa che non andava", dice Tzonov. Sebbene lei non avesse chiesto al chirurgo di accorciare nessuna delle sue dita, per ragioni a lei ancora sconosciute, le aveva rimosso un'articolazione nel secondo metatarso del piede destro (l'osso lungo che collega il mesopiede al secondo dito) e le aveva tagliato un dito tendine. "Il mio alluce stava andando alla deriva verso il dito medio, e il mio secondo dito in mezzo era rivolto verso l'alto ed era la metà della sua dimensione normale. Sembrava orribile. E il dolore era atroce. Ho un'altissima tolleranza al dolore, eppure mi sveglio di notte, contorcendomi e sudando." Non sopportava nemmeno che le coperte del letto le toccassero i piedi.

Tzonov non sarebbe stato in grado di stare in piedi o camminare senza stampelle per quasi un anno. E temeva che non avrebbe mai più lavorato nella professione che aveva scelto. "In qualità di massaggiatrice, mi occupo di prendermi cura del tuo corpo ed essere intelligente e saggia al riguardo,", dice. "Se avessi saputo cosa avrei passato, non avrei mai intrapreso questa strada. Ho iniziato pensando che i miei piedi fossero brutti quando non lo erano. E ora lo sono davvero."

Hai visto i video su YouTube: La modella calpesta la passerella sui tacchi, magra come uno stocco e decisamente alta quanto lei. Prima una caviglia traballa, l'altra si piega e poi urla! Lei è giù con le gambe divaricate e mostra alla prima fila una vista fino all'ombelico. A una sfilata di Dior l'anno scorso, Milana Bogolepova è crollata due volte in un mucchio umiliante dopo pochi passi. Fortunatamente, l'unica cosa danneggiata è stato il suo orgoglio. Quando le modelle tornano a casa, indossano invariabilmente ballerine.

Ma quando il resto di noi ha difficoltà a indossare questi tacchi a spillo lussuriosi e stratosferici, sempre più barcollamo nell'ufficio di un chirurgo del piede. Con i tacchi che si arrampicano sempre più alti e i modelli più stretti, i medici dicono che le donne chiedono di avere i piedi scolpiti per incastrarsi nelle punte sexy. Nel bel mezzo di una crisi economica, la quantità di interventi di chirurgia estetica in altre parti del corpo è diminuita del 9% tra il 2007 e il 2008, secondo un sondaggio. Eppure i podologi affermano che la domanda di chirurgia estetica del piede è aumentata in modo significativo. Le donne chiedono ai chirurghi di radere le ossa per rendere i piedi più piccoli e snelli, e di accorciare le dita dei piedi che ritengono troppo lunghe in modo che, come la sorellastra di Cenerentola, possano infilarsi nella pantofola dei loro sogni.

"Il piede è il nuovo volto", spiega Suzanne Levine, D.P.M., chirurgo podiatrico a New York City. "Le scarpe di oggi sono belle, quindi anche le donne vogliono che lo siano i loro piedi" Oltre alla tradizionale chirurgia ortopedica, Levine offre una gamma di procedure cosmetiche, tra cui l'accorciamento delle dita e quello che lei chiama Stiletto Rx, una combinazione di laser, ultrasuoni e iniezioni di acido poli-L-lattico che gonfiano temporaneamente i cuscinetti del piede e si sentono, dice, come cuscini nei tuoi piedi. "Riportare le donne ai piedi è ciò a cui miro,", dice.

Ma quando le donne che sono già inclini a problemi ai piedi trascorrono troppo tempo in scarpe torreggianti e mal progettate, il risultato può essere ulteriori problemi ai piedi deformanti. Quasi il 90% delle donne ha sofferto nell'ultimo anno a causa di calzature dolorose, contro il 68% degli uomini, secondo un sondaggio del 2009 dell'American Podiatric Medical Association (APMA) a Bethesda, nel Maryland. Il sondaggio ha rilevato che le donne hanno il 12% in più di probabilità di soffrire di dolore al tallone almeno una volta all'anno rispetto agli uomini e il 13% in più di probabilità di avere dolori alla punta dei piedi.

Nessuno vuole abbandonare per sempre i suoi splendidi tacchi. "Dico alle donne che i tacchi alti sono come un dessert", afferma Carolyn McAloon, D.P.M., podologo a Castro Valley, in California, e portavoce dell'APMA. "E 'bene concedersi una volta ogni tanto rende la vita degna di essere vissuta. Ma se lo fai sempre, ci saranno conseguenze." Il passaggio dalle scarpe da ginnastica ai tacchi da 3 pollici aumenta il peso sulla parte anteriore del piede del 110 percento, spostando ossa e tessuti, secondo uno studio pubblicato nel Giornale dell'APMA.

Troppo tempo sui talloni più alti di 2 pollici può portare non solo a borsiti - e ai loro cugini, borsiti, escrescenze ossee vicino al mignolo - ma anche dolore ai nervi, spiega Sharon M. Dreeben, MD, un chirurgo ortopedico a La Jolla , California. L'overdose di tacchi alti può aggravare l'artrite e gli speroni ossei, che sporgono quando il corpo cresce nuovo osso in risposta allo stress. Le scarpe strette aumentano la pressione sui tendini, sulle ossa e sulle articolazioni delle dita dei piedi, a volte provocando la contrazione e lo stropicciamento dell'articolazione: il temuto dito a martello. Piccole ossa sotto le piante dei piedi, note come sesamoidi, possono fratturarsi, provocando dolore cronico. E indossare i tacchi alti può accorciare in modo permanente il tendine di Achille, il che significa che il piede non può mai essere piatto. Tutto può portare a un percorso doloroso verso ulteriori interventi chirurgici ai piedi (o un futuro con scarpe plantari, che difficilmente sono di alta moda).

Chiamalo Sesso e città sindrome. Le visioni di SJP e degli amici in bilico per Manhattan hanno convinto le donne che dovrebbero essere in grado di fare lo stesso, dice il dott. Dreeben. "Alle donne viene fatto il lavaggio del cervello per credere che i tacchi alti siano una parte normale della vita e che siano difettosi se non possono indossarli. Si lasciano prendere da ciò che sembra carino e dimenticano le complicazioni biomeccaniche che possono seguire." E più i sandali sono stretti e stretti, più le donne possono diventare ossessionate dal mostrare piedi ideali, dritti e magri. Alcune donne hanno persino sviluppato un disturbo di dismorfismo corporeo per quanto riguarda i loro piedi, afferma Katharine Phillips, M.D., professore di psichiatria e direttrice del programma The Body Dysmorphic Disorder presso l'Alpert Medical School della Brown University di Providence, Rhode Island. "Le persone con BDD sono angosciate e preoccupate per difetti minori o inesistenti nel loro aspetto", afferma il dott. Phillips. "Potrebbero pensare che i loro piedi siano brutti, ma i difetti sono nella loro mente. Sono spesso spinti a procedure cosmetiche rischiose, ma in genere non sono contenti dei risultati, indipendentemente dal risultato."

I risultati sono così imprevedibili che anche un intervento chirurgico al piede perfettamente eseguito può causare problemi, avverte Rock Positano, D.P.M., direttore del servizio non chirurgico del piede e della caviglia presso l'Hospital for Special Surgery di New York City. "Il piede è una meraviglia della bioingegneria", dice. "Le persone non capiscono quanto sia complesso." Ogni piede contiene 26 ossa, 33 articolazioni e più di 100 tendini, muscoli e legamenti. E per ogni miglio che percorriamo, esercitiamo sui nostri piedi circa 100.000 libbre di pressione. "La nostra sala d'attesa è piena di donne disabilitate da interventi di chirurgia estetica ai piedi falliti, procedure eseguite esclusivamente per migliorare l'aspetto del piede o presumibilmente per aiutare i pazienti a indossare scarpe alla moda", afferma Positano. "Questa tendenza è molto spaventosa. Distruggi un piede e puoi distruggere la qualità della vita di una persona."

Entro una settimana di togliersi il gesso, Tzonov era nell'ufficio di un chirurgo ortopedico del piede per vedere se poteva riparare il danno al piede destro. "Il mio piede era deformato ed enorme dal gonfiore", dice Tzonov. "E soffrivo così tanto." I raggi X hanno rivelato che le ossa erano rimaste frastagliate, il che ha causato l'infiammazione. "Il dottore si limitò a scuotere la testa. Non ha detto nulla, ma l'espressione sul suo viso... so che era sotto shock e non potevo credere a quello che era stato fatto al mio piede." Un secondo chirurgo ortopedico ha avuto una reazione identica, dicendo che il piede ora era un tale pasticcio che non poteva fare nulla. Non avrebbe nemmeno tentato di ripararlo e ha detto a Tzonov che i suoi problemi erano probabilmente permanenti.

Cosmetici o meno, tutti gli interventi chirurgici comportano rischi, ancora di più quando si opera sul piede. "La chirurgia del piede è diversa da un lavoro al naso o un lifting", afferma il dott. Dreeben. "Non metti tutto il tuo peso sulla tua faccia. I piedi sono molto resistenti al carico che fanno, ma sono anche molto delicati. Se li manometti, stai cercando guai". Secondo un sondaggio dell'American Orthopaedic Foot & Ankle Society (AOFAS) a Rosemont, nell'Illinois, la metà di tutti i chirurghi del piede ha curato pazienti per complicazioni dovute a interventi di chirurgia estetica.

La chirurgia può creare una punta dritta ma dolorosa o innescare dolore nei borsiti dove non è mai esistito prima, afferma il dott. Dreeben. Può anche causare problemi circolatori, con esiti raccapriccianti: amputazione di una parte del piede. E le iniezioni nelle piante dei piedi per migliorare il cuscinetto adiposo, come un ammortizzatore per aiutare le donne a sopportare i tacchi, dividono i medici. Levine difende il suo uso di acido poli-L-lattico, dicendo che ha pochi effetti collaterali. Ma le iniezioni di collagene, silicone e Restylane possono lasciare le donne "assolutamente infelici", afferma il dott. Dreeben, causando "una reazione infiammatoria nella pianta del piede". Possono anche innescare un dolore nervoso cronico che è impossibile da invertire. Non ci sono articoli di riviste mediche che dimostrino che queste iniezioni riducano il dolore. E finché non c'è, i chirurghi non dovrebbero eseguire questa procedura."


Inferno con i tacchi alti

I piedi di Michelle Tzonov l'avevano sempre trattata bene. Tzonov, massaggiatrice di San Diego, trascorreva lunghe giornate in piedi mentre lavorava sui clienti. Molto atletica, correva per diversi chilometri due o tre volte alla settimana. Nei fine settimana, ha scalato le colline della vicina riserva naturale di Torrey Pines mentre viveva in Colorado per un po' di tempo, faceva escursioni e racchette da neve lungo le piste da sci tutto l'anno. Si è formata come ballerina di danza classica e tip tap crescendo e amava ancora uscire per salsa, jitterbug e ballo da sala con gli amici. "Sono nato con piedi normali", dice Tzonov. "Pensavo solo che non fossero abbastanza carini"

Il problema erano i borsiti: grumi di osso e tessuto infiammato innescati dallo spostamento dell'articolazione alla base dell'alluce. I lati dei suoi piedi sporgevano da quando aveva 12 anni, probabilmente a causa del suo balletto. Erano brutti ma non dolorosi. Tuttavia, Tzonov cominciò a odiare il modo in cui i suoi piedi sporgevano dai sandali. "Ho dovuto comprare scarpe extra larghe", dice. "Mi piaceva indossare i tacchi alti, ma di solito non riuscivo a entrare nelle scarpe che volevo indossare. E quando l'ho fatto, non hanno mai avuto un bell'aspetto."

Alla fine dei 20 anni, Tzonov ne aveva avuto abbastanza: si era diretta da un podologo per un intervento di chirurgia estetica. La sua prima procedura è stata una bunionectomia al piede sinistro, il medico ha praticato un'incisione vicino all'articolazione dell'alluce e ha usato una sega chirurgica per radere l'osso fuori posto, quindi lo ha riposizionato. Il piede è uscito più sottile e dritto. Ma quando è arrivato il momento di sottoporsi a un intervento chirurgico sul lato destro, ha cambiato chirurgo per motivi assicurativi e le cose non sono andate altrettanto bene. "Ha eliminato la cartilagine in eccesso nel mio piede destro", dice Tzonov. "Ma in qualche modo questo ha incasinato la mia articolazione: ha fatto raschiare ossa contro ossa. Sembrava a posto, ma alla fine quell'articolazione è diventata dolorosa e artritica."

Nel 2007, dopo oltre un decennio di deterioramento del piede destro, il dolore era diventato sempre più tormentoso e l'alluce valgo era tornato. Quindi Tzonov cercò un altro chirurgo per correggere entrambi i problemi. "Non appena ha tolto il cast, ho capito che c'era qualcosa che non andava", dice Tzonov. Sebbene lei non avesse chiesto al chirurgo di accorciare nessuna delle sue dita, per ragioni a lei ancora sconosciute, le aveva rimosso un'articolazione nel secondo metatarso del piede destro (l'osso lungo che collega il mesopiede al secondo dito) e le aveva tagliato un dito tendine. "Il mio alluce stava andando alla deriva verso il dito medio, e il mio secondo dito in mezzo era rivolto verso l'alto ed era la metà della sua dimensione normale. Sembrava orribile. E il dolore era atroce. Ho un'altissima tolleranza al dolore, eppure mi sveglio di notte, contorcendomi e sudando." Non sopportava nemmeno che le coperte del letto le toccassero i piedi.

Tzonov non sarebbe stato in grado di stare in piedi o camminare senza stampelle per quasi un anno. E temeva che non avrebbe mai più lavorato nella professione che aveva scelto. "In qualità di massaggiatrice, mi occupo di prendermi cura del tuo corpo ed essere intelligente e saggia al riguardo,", dice. "Se avessi saputo cosa avrei passato, non avrei mai intrapreso questa strada. Ho iniziato pensando che i miei piedi fossero brutti quando non lo erano. E ora lo sono davvero."

Hai visto i video su YouTube: La modella calpesta la passerella sui tacchi, magra come uno stocco e decisamente alta quanto lei. Prima una caviglia traballa, l'altra si piega e poi urla! Lei è giù con le gambe divaricate e mostra alla prima fila una vista fino all'ombelico. A una sfilata di Dior l'anno scorso, Milana Bogolepova è crollata due volte in un mucchio umiliante dopo pochi passi. Fortunatamente, l'unica cosa danneggiata è stato il suo orgoglio. Quando le modelle tornano a casa, indossano invariabilmente ballerine.

Ma quando il resto di noi ha difficoltà a indossare questi tacchi a spillo lussuriosi e stratosferici, sempre più barcollamo nell'ufficio di un chirurgo del piede. Con i tacchi che si arrampicano sempre più alti e i modelli più stretti, i medici dicono che le donne chiedono di avere i piedi scolpiti per incastrarsi nelle punte sexy. Nel bel mezzo di una crisi economica, la quantità di interventi di chirurgia estetica in altre parti del corpo è diminuita del 9% tra il 2007 e il 2008, secondo un sondaggio. Eppure i podologi affermano che la domanda di chirurgia estetica del piede è aumentata in modo significativo. Le donne chiedono ai chirurghi di radere le ossa per rendere i piedi più piccoli e snelli, e di accorciare le dita dei piedi che ritengono troppo lunghe in modo che, come la sorellastra di Cenerentola, possano infilarsi nella pantofola dei loro sogni.

"Il piede è il nuovo volto", spiega Suzanne Levine, D.P.M., chirurgo podiatrico a New York City. "Le scarpe di oggi sono belle, quindi anche le donne vogliono che lo siano i loro piedi" Oltre alla tradizionale chirurgia ortopedica, Levine offre una gamma di procedure cosmetiche, tra cui l'accorciamento delle dita e quello che lei chiama Stiletto Rx, una combinazione di laser, ultrasuoni e iniezioni di acido poli-L-lattico che gonfiano temporaneamente i cuscinetti del piede e si sentono, dice, come cuscini nei tuoi piedi. "Riportare le donne ai piedi è quello a cui miro", dice.

Ma quando le donne che sono già inclini a problemi ai piedi trascorrono troppo tempo in scarpe torreggianti e mal progettate, il risultato può essere ulteriori problemi ai piedi deformanti. Quasi il 90% delle donne ha sofferto nell'ultimo anno a causa di calzature dolorose, contro il 68% degli uomini, secondo un sondaggio del 2009 dell'American Podiatric Medical Association (APMA) a Bethesda, nel Maryland. Il sondaggio ha rilevato che le donne hanno il 12% in più di probabilità di soffrire di dolore al tallone almeno una volta all'anno rispetto agli uomini e il 13% in più di probabilità di avere dolori alla punta dei piedi.

Nessuno vuole abbandonare per sempre i suoi splendidi tacchi. "Dico alle donne che i tacchi alti sono come un dessert", afferma Carolyn McAloon, D.P.M., podologo a Castro Valley, in California, e portavoce dell'APMA. "E 'bene concedersi una volta ogni tanto rende la vita degna di essere vissuta. Ma se lo fai sempre, ci saranno conseguenze." Il passaggio dalle scarpe da ginnastica ai tacchi da 3 pollici aumenta il peso sulla parte anteriore del piede del 110 percento, spostando ossa e tessuti, secondo uno studio pubblicato nel Giornale dell'APMA.

Troppo tempo sui talloni più alti di 2 pollici può portare non solo a borsiti - e ai loro cugini, borsiti, escrescenze ossee vicino al mignolo - ma anche a dolori ai nervi, spiega Sharon M. Dreeben, MD, un chirurgo ortopedico a La Jolla , California. L'overdose di tacchi alti può aggravare l'artrite e gli speroni ossei, che sporgono quando il corpo cresce nuovo osso in risposta allo stress. Le scarpe strette aumentano la pressione sui tendini, sulle ossa e sulle articolazioni delle dita dei piedi, a volte provocando la contrazione e lo stropicciamento dell'articolazione: il temuto dito a martello. Piccole ossa sotto le piante dei piedi, note come sesamoidi, possono fratturarsi, provocando dolore cronico. E indossare i tacchi alti può accorciare in modo permanente il tendine di Achille, il che significa che il piede non può mai essere piatto. Tutto può portare a un percorso doloroso verso ulteriori interventi chirurgici ai piedi (o un futuro che indossa scarpe plantari, che difficilmente sono di alta moda).

Chiamalo Sesso e città sindrome. Le visioni di SJP e degli amici in bilico per Manhattan hanno convinto le donne che dovrebbero essere in grado di fare lo stesso, dice il dott. Dreeben. "Alle donne viene fatto il lavaggio del cervello per credere che i tacchi alti siano una parte normale della vita e che siano difettosi se non possono indossarli. Si lasciano prendere da ciò che sembra carino e dimenticano le complicazioni biomeccaniche che possono seguire." E più i sandali sono stretti e stretti, più le donne possono diventare ossessionate dal mostrare piedi ideali, dritti e magri. Alcune donne hanno persino sviluppato un disturbo di dismorfismo corporeo per quanto riguarda i loro piedi, afferma Katharine Phillips, M.D., professore di psichiatria e direttrice del programma The Body Dysmorphic Disorder presso l'Alpert Medical School della Brown University di Providence, Rhode Island. "Le persone con BDD sono angosciate e preoccupate per difetti minori o inesistenti nel loro aspetto", afferma il dott. Phillips. "Potrebbero pensare che i loro piedi siano brutti, ma i difetti sono nella loro mente. Sono spesso spinti a procedure cosmetiche rischiose, ma in genere non sono contenti dei risultati, indipendentemente dal risultato."

I risultati sono così imprevedibili che anche un intervento chirurgico al piede perfettamente eseguito può causare problemi, avverte Rock Positano, D.P.M., direttore del servizio non chirurgico del piede e della caviglia presso l'Hospital for Special Surgery di New York City. "Il piede è una meraviglia della bioingegneria", dice. "Le persone non capiscono quanto sia complesso." Ogni piede contiene 26 ossa, 33 articolazioni e più di 100 tendini, muscoli e legamenti. E per ogni miglio che percorriamo, esercitiamo sui nostri piedi circa 100.000 libbre di pressione. "La nostra sala d'attesa è piena di donne disabilitate da interventi di chirurgia estetica ai piedi falliti, procedure eseguite esclusivamente per migliorare l'aspetto del piede o presumibilmente per aiutare i pazienti a indossare scarpe alla moda", afferma Positano. "Questa tendenza è molto spaventosa. Distruggi un piede e puoi distruggere la qualità della vita di una persona."

Entro una settimana di togliersi il gesso, Tzonov era nell'ufficio di un chirurgo ortopedico del piede per vedere se poteva riparare il danno al piede destro. "Il mio piede era deformato ed enorme dal gonfiore", dice Tzonov. "E soffrivo così tanto." I raggi X hanno rivelato che le ossa erano rimaste frastagliate, il che ha causato l'infiammazione. "Il dottore si limitò a scuotere la testa. Non ha detto niente, ma l'espressione sul suo viso... so che era sotto shock e non potevo credere a quello che era stato fatto al mio piede." Un secondo chirurgo ortopedico ha avuto una reazione identica, dicendo che il piede ora era un tale pasticcio che non poteva fare nulla. Non avrebbe nemmeno tentato di ripararlo e ha detto a Tzonov che i suoi problemi erano probabilmente permanenti.

Cosmetici o meno, tutti gli interventi chirurgici comportano rischi, ancora di più quando si opera sul piede. "La chirurgia del piede è diversa da un lavoro al naso o un lifting", afferma il dott. Dreeben. "Non metti tutto il tuo peso sulla tua faccia. I piedi sono molto resistenti al carico che fanno, ma sono anche molto delicati. Se li manometti, stai cercando guai". Secondo un sondaggio dell'American Orthopaedic Foot & Ankle Society (AOFAS) a Rosemont, nell'Illinois, la metà di tutti i chirurghi del piede ha curato pazienti per complicazioni dovute a interventi di chirurgia estetica.

La chirurgia può creare una punta dritta ma dolorosa o innescare dolore nei borsiti dove non è mai esistito prima, afferma il dott. Dreeben. Può anche causare problemi circolatori, con esiti raccapriccianti: amputazione di una parte del piede. E le iniezioni nelle piante dei piedi per migliorare il cuscinetto adiposo, come un ammortizzatore per aiutare le donne a sopportare i tacchi, dividono i medici. Levine difende il suo uso di acido poli-L-lattico, dicendo che ha pochi effetti collaterali. Ma le iniezioni di collagene, silicone e Restylane possono lasciare le donne "assolutamente infelici", afferma il dott. Dreeben, causando "una reazione infiammatoria nella pianta del piede". Possono anche innescare un dolore nervoso cronico che è impossibile da invertire. Non ci sono articoli di riviste mediche che dimostrino che queste iniezioni ridurranno il dolore. E finché non c'è, i chirurghi non dovrebbero eseguire questa procedura."


Inferno con i tacchi alti

I piedi di Michelle Tzonov l'avevano sempre trattata bene. Tzonov, massaggiatrice di San Diego, trascorreva lunghe giornate in piedi mentre lavorava sui clienti. Molto atletica, correva per diversi chilometri due o tre volte alla settimana. Nei fine settimana, ha scalato le colline della vicina riserva naturale di Torrey Pines mentre viveva in Colorado per un po' di tempo, faceva escursioni e racchette da neve lungo le piste da sci tutto l'anno. Si è formata come ballerina di danza classica e tip tap crescendo e amava ancora uscire per salsa, jitterbug e ballo da sala con gli amici. "Sono nato con piedi normali", dice Tzonov. "Pensavo solo che non fossero abbastanza carini"

Il problema erano i borsiti: grumi di osso e tessuto infiammato innescati dallo spostamento dell'articolazione alla base dell'alluce. I lati dei suoi piedi sporgevano da quando aveva 12 anni, probabilmente a causa del suo balletto. Erano brutti ma non dolorosi. Tuttavia, Tzonov cominciò a odiare il modo in cui i suoi piedi sporgevano dai sandali. "Ho dovuto comprare scarpe extra larghe", dice. "Mi piaceva indossare i tacchi alti, ma di solito non riuscivo a entrare nelle scarpe che volevo indossare. E quando l'ho fatto, non hanno mai avuto un bell'aspetto."

Alla fine dei 20 anni, Tzonov ne aveva avuto abbastanza: si era diretta da un podologo per un intervento di chirurgia estetica. La sua prima procedura è stata una bunionectomia al piede sinistro, il medico ha praticato un'incisione vicino all'articolazione dell'alluce e ha usato una sega chirurgica per radere l'osso fuori posto, quindi lo ha riposizionato. Il piede è uscito più sottile e dritto. Ma quando è arrivato il momento di sottoporsi a un intervento chirurgico sul lato destro, ha cambiato chirurgo per motivi assicurativi e le cose non sono andate altrettanto bene. "Ha eliminato la cartilagine in eccesso nel mio piede destro", dice Tzonov. "Ma in qualche modo questo ha incasinato la mia articolazione: ha fatto raschiare ossa contro ossa. Sembrava a posto, ma alla fine quell'articolazione è diventata dolorosa e artritica."

Nel 2007, dopo oltre un decennio di deterioramento del piede destro, il dolore era diventato sempre più tormentoso e l'alluce valgo era tornato. Quindi Tzonov cercò un altro chirurgo per correggere entrambi i problemi. "Non appena ha tolto il cast, ho capito che c'era qualcosa che non andava", dice Tzonov. Sebbene lei non avesse chiesto al chirurgo di accorciare nessuna delle sue dita, per ragioni a lei ancora sconosciute, le aveva rimosso un'articolazione nel secondo metatarso del piede destro (l'osso lungo che collega il mesopiede al secondo dito) e le aveva tagliato un dito tendine. "Il mio alluce stava andando alla deriva verso il dito medio, e il mio secondo dito in mezzo era rivolto verso l'alto ed era la metà della sua dimensione normale. Sembrava orribile. E il dolore era atroce. Ho un'altissima tolleranza al dolore, eppure mi sveglio di notte, contorcendomi e sudando." Non sopportava nemmeno che le coperte del letto le toccassero i piedi.

Tzonov non sarebbe stato in grado di stare in piedi o camminare senza stampelle per quasi un anno. E temeva che non avrebbe mai più lavorato nella professione che aveva scelto. "In qualità di massaggiatrice, mi occupo di prendermi cura del tuo corpo ed essere intelligente e saggia al riguardo,", dice. "Se avessi saputo cosa avrei passato, non avrei mai intrapreso questa strada. Ho iniziato pensando che i miei piedi fossero brutti quando non lo erano. E ora lo sono davvero."

Hai visto i video su YouTube: La modella calpesta la passerella sui tacchi, magra come uno stocco e decisamente alta quanto lei. Prima una caviglia traballa, l'altra si piega e poi urla! Lei è giù con le gambe divaricate e mostra alla prima fila una vista fino all'ombelico. A una sfilata di Dior l'anno scorso, Milana Bogolepova è crollata due volte in un mucchio umiliante dopo pochi passi. Fortunatamente, l'unica cosa danneggiata è stato il suo orgoglio. Quando le modelle tornano a casa, indossano invariabilmente ballerine.

Ma quando il resto di noi ha difficoltà a indossare questi tacchi a spillo lussuriosi e stratosferici, sempre più barcollamo nell'ufficio di un chirurgo del piede. Con i tacchi che si arrampicano sempre più alti e i modelli più stretti, i medici dicono che le donne chiedono di avere i piedi scolpiti per incastrarsi nelle punte sexy. Nel bel mezzo di una crisi economica, la quantità di interventi di chirurgia estetica in altre parti del corpo è diminuita del 9% tra il 2007 e il 2008, secondo un sondaggio. Eppure i podologi affermano che la domanda di chirurgia estetica del piede è aumentata in modo significativo. Le donne chiedono ai chirurghi di radere le ossa per rendere i piedi più piccoli e snelli, e di accorciare le dita dei piedi che ritengono troppo lunghe in modo che, come la sorellastra di Cenerentola, possano infilarsi nella pantofola dei loro sogni.

"Il piede è il nuovo volto", spiega Suzanne Levine, D.P.M., chirurgo podiatrico a New York City. "Le scarpe di oggi sono belle, quindi anche le donne vogliono che lo siano i loro piedi" Oltre alla tradizionale chirurgia ortopedica, Levine offre una gamma di procedure cosmetiche, tra cui l'accorciamento delle dita e quello che lei chiama Stiletto Rx, una combinazione di laser, ultrasuoni e iniezioni di acido poli-L-lattico che gonfiano temporaneamente i cuscinetti del piede e si sentono, dice, come cuscini nei tuoi piedi. "Riportare le donne ai piedi è quello a cui miro", dice.

Ma quando le donne che sono già inclini a problemi ai piedi trascorrono troppo tempo in scarpe torreggianti e mal progettate, il risultato può essere ulteriori problemi ai piedi deformanti. Quasi il 90% delle donne ha sofferto nell'ultimo anno a causa di calzature dolorose, contro il 68% degli uomini, secondo un sondaggio del 2009 dell'American Podiatric Medical Association (APMA) a Bethesda, nel Maryland. Il sondaggio ha rilevato che le donne hanno il 12% in più di probabilità di soffrire di dolore al tallone almeno una volta all'anno rispetto agli uomini e il 13% in più di probabilità di avere dolori alla punta dei piedi.

Nessuno vuole abbandonare per sempre i suoi splendidi tacchi. "Dico alle donne che i tacchi alti sono come un dessert", afferma Carolyn McAloon, D.P.M., podologo a Castro Valley, in California, e portavoce dell'APMA. "E 'bene concedersi una volta ogni tanto rende la vita degna di essere vissuta. Ma se lo fai sempre, ci saranno conseguenze." Il passaggio dalle scarpe da ginnastica ai tacchi da 3 pollici aumenta il peso sulla parte anteriore del piede del 110 percento, spostando ossa e tessuti, secondo uno studio pubblicato nel Giornale dell'APMA.

Troppo tempo sui talloni più alti di 2 pollici può portare non solo a borsiti - e ai loro cugini, borsiti, escrescenze ossee vicino al mignolo - ma anche a dolori ai nervi, spiega Sharon M. Dreeben, MD, un chirurgo ortopedico a La Jolla , California. L'overdose di tacchi alti può aggravare l'artrite e gli speroni ossei, che sporgono quando il corpo cresce nuovo osso in risposta allo stress. Le scarpe strette aumentano la pressione sui tendini, sulle ossa e sulle articolazioni delle dita dei piedi, a volte provocando la contrazione e lo stropicciamento dell'articolazione: il temuto dito a martello. Piccole ossa sotto le piante dei piedi, note come sesamoidi, possono fratturarsi, provocando dolore cronico. E indossare i tacchi alti può accorciare in modo permanente il tendine di Achille, il che significa che il piede non può mai essere piatto. Tutto può portare a un percorso doloroso verso ulteriori interventi chirurgici ai piedi (o un futuro che indossa scarpe plantari, che difficilmente sono di alta moda).

Chiamalo Sesso e città sindrome. Le visioni di SJP e degli amici in bilico per Manhattan hanno convinto le donne che dovrebbero essere in grado di fare lo stesso, dice il dott. Dreeben. "Alle donne viene fatto il lavaggio del cervello per credere che i tacchi alti siano una parte normale della vita e che siano difettosi se non possono indossarli. Si lasciano prendere da ciò che sembra carino e dimenticano le complicazioni biomeccaniche che possono seguire." E più i sandali sono stretti e stretti, più le donne possono diventare ossessionate dal mostrare piedi ideali, dritti e magri. Alcune donne hanno persino sviluppato un disturbo di dismorfismo corporeo per quanto riguarda i loro piedi, afferma Katharine Phillips, M.D., professore di psichiatria e direttrice del programma The Body Dysmorphic Disorder presso l'Alpert Medical School della Brown University di Providence, Rhode Island. "Le persone con BDD sono angosciate e preoccupate per difetti minori o inesistenti nel loro aspetto", afferma il dott. Phillips. "Potrebbero pensare che i loro piedi siano brutti, ma i difetti sono nella loro mente. Sono spesso spinti a procedure cosmetiche rischiose, ma in genere non sono contenti dei risultati, indipendentemente dal risultato."

I risultati sono così imprevedibili che anche un intervento chirurgico al piede perfettamente eseguito può causare problemi, avverte Rock Positano, D.P.M., direttore del servizio non chirurgico del piede e della caviglia presso l'Hospital for Special Surgery di New York City. "Il piede è una meraviglia della bioingegneria", dice. "Le persone non capiscono quanto sia complesso." Ogni piede contiene 26 ossa, 33 articolazioni e più di 100 tendini, muscoli e legamenti. E per ogni miglio che percorriamo, esercitiamo sui nostri piedi circa 100.000 libbre di pressione. "La nostra sala d'attesa è piena di donne disabilitate da interventi di chirurgia estetica ai piedi falliti, procedure eseguite esclusivamente per migliorare l'aspetto del piede o presumibilmente per aiutare i pazienti a indossare scarpe alla moda", afferma Positano. "Questa tendenza è molto spaventosa. Distruggi un piede e puoi distruggere la qualità della vita di una persona."

Entro una settimana di togliersi il gesso, Tzonov era nell'ufficio di un chirurgo ortopedico del piede per vedere se poteva riparare il danno al piede destro. "Il mio piede era deformato ed enorme dal gonfiore", dice Tzonov. "E soffrivo così tanto." I raggi X hanno rivelato che le ossa erano rimaste frastagliate, il che ha causato l'infiammazione. "Il dottore si limitò a scuotere la testa. Non ha detto niente, ma l'espressione sul suo viso... so che era sotto shock e non potevo credere a quello che era stato fatto al mio piede." Un secondo chirurgo ortopedico ha avuto una reazione identica, dicendo che il piede ora era un tale pasticcio che non poteva fare nulla. Non avrebbe nemmeno tentato di ripararlo e ha detto a Tzonov che i suoi problemi erano probabilmente permanenti.

Cosmetici o meno, tutti gli interventi chirurgici comportano rischi, ancora di più quando si opera sul piede. "La chirurgia del piede è diversa da un lavoro al naso o un lifting", afferma il dott. Dreeben. "Non metti tutto il tuo peso sulla tua faccia. I piedi sono molto resistenti al carico che fanno, ma sono anche molto delicati. Se li manometti, stai cercando guai". Secondo un sondaggio dell'American Orthopaedic Foot & Ankle Society (AOFAS) a Rosemont, nell'Illinois, la metà di tutti i chirurghi del piede ha curato pazienti per complicazioni dovute a interventi di chirurgia estetica.

La chirurgia può creare una punta dritta ma dolorosa o innescare dolore nei borsiti dove non è mai esistito prima, afferma il dott. Dreeben. Può anche causare problemi circolatori, con esiti raccapriccianti: amputazione di una parte del piede. E le iniezioni nelle piante dei piedi per migliorare il cuscinetto adiposo, come un ammortizzatore per aiutare le donne a sopportare i tacchi, dividono i medici. Levine difende il suo uso di acido poli-L-lattico, dicendo che ha pochi effetti collaterali. Ma le iniezioni di collagene, silicone e Restylane possono lasciare le donne "assolutamente infelici", afferma il dott. Dreeben, causando "una reazione infiammatoria nella pianta del piede". Possono anche innescare un dolore nervoso cronico che è impossibile da invertire. Non ci sono articoli di riviste mediche che dimostrino che queste iniezioni ridurranno il dolore. E finché non c'è, i chirurghi non dovrebbero eseguire questa procedura."


Guarda il video: Steam and Conversation. Critical Role: THE MIGHTY NEIN. Episode 9 (Gennaio 2022).