Nuove ricette

Riso selvatico con prugne ricetta

Riso selvatico con prugne ricetta


We are searching data for your request:

Forums and discussions:
Manuals and reference books:
Data from registers:
Wait the end of the search in all databases.
Upon completion, a link will appear to access the found materials.

  • Ricette
  • Tipo di piatto
  • Contorno

Il sapore di nocciola del riso selvatico si abbina magnificamente alle prugne dolci per un contorno autunnale decisamente diverso.

Sii il primo a farlo!

IngredientiPorzioni: 4

  • 240 g di riso selvatico
  • 4 prugne grandi
  • 3 cucchiai di aceto balsamico
  • 2 cucchiai di burro
  • 2 cucchiai di zucchero
  • sale qb

MetodoPreparazione:5min ›Cottura:40min ›Pronto in:45min

  1. Coprire il riso con acqua e portare a bollore. Ridurre a fuoco lento e cuocere, coperto, per circa 40 minuti, o finché sono teneri con un boccone.
  2. Nel frattempo affettate le prugne. Scaldare il burro in padella. Aggiungere le prugne e lo zucchero. Cuocere per 2 minuti. Aggiungere l'aceto, cuocere per 1 minuto, lasciando ridurre un po'. Togliere dal fuoco.
  3. Aggiungere il riso cotto alle prugne e aggiustare di sale. Mescolare delicatamente, quindi servire.

Visualizzato recentemente

Recensioni e valutazioniValutazione globale media:(1)


Riepilogo della ricetta

  • 4 scalogni
  • 1 cucchiaio di olio extravergine di oliva
  • Sale grosso e pepe macinato
  • 1 1/4 tazza di riso selvatico o miscela di riso selvatico (qualsiasi pacchetto di condimento scartato)
  • 2 cucchiai di aceto di vino rosso
  • 1/2 tazza di ciliegie secche o mirtilli rossi
  • 1/2 tazza di noci pecan, tostate e tritate

Affettate sottilmente lo scalogno, separando le parti bianche e verdi. In una casseruola media, scaldare l'olio d'oliva a fuoco medio-alto. Aggiungere i bianchi di scalogno e cuocere, mescolando spesso, fino a quando non diventa morbido, 3 minuti condire con sale e pepe. Aggiungere il riso selvatico e cuocere secondo le istruzioni sulla confezione.

Nel frattempo, in una piccola casseruola, unire l'aceto, le ciliegie secche e 2 cucchiai d'acqua. Portare a ebollizione a fuoco medio-alto. Ridurre a fuoco lento e cuocere fino a quando l'aceto è quasi assorbito, 3 minuti. Trasferire in una ciotola e aggiungere il composto di riso, lo scalogno e le noci pecan tritate. Mescolare bene per unire e condire a piacere con sale e pepe. Servire caldo oa temperatura ambiente.


8 cibi selvatici più salutari del convenzionale

Mentre potresti ancora rimuginare sull'acquisto o meno di prodotti biologici, abbiamo una nuova categoria di alimenti da considerare: selvaggio. Molti cibi selvatici vengono foraggiati da bene, il selvaggio. E alcuni sono allevati.

Per coloro che non hanno familiarità, l'agricoltura selvaggia è un metodo per coltivare e raccogliere piante autoctone. È così che vengono coltivati ​​i mirtilli selvatici, ad esempio. "I mirtilli selvatici sono cresciuti dove nient'altro voleva davvero crescere e i nostri agricoltori si sono trasferiti nella pianta, piuttosto che la pianta si è trasferita agli agricoltori", afferma Mike Collins, portavoce della Wild Blueberry Association of North America. &ldquoNoi aiutanti di madre natura. Eliminiamo gli alberi intorno ai nostri campi in modo che le piante possano diffondersi attraverso il loro complesso sistema di radici sotterranee.&rdquo

Questi cibi selvatici stanno guadagnando popolarità negli Stati Uniti. Sono cresciuti in luoghi in cui sono semplicemente atterrati, quindi tendono ad essere resistenti alla maggior parte delle malattie e dei parassiti e quindi sono tradizionalmente coltivati ​​​​senza pesticidi, erbicidi e altri inquinanti.

Oltre ad essere migliori per il nostro pianeta, frutta e verdura selvatiche offrono più nutrimento e un pizzico con un sapore più intenso e pieno rispetto ai prodotti coltivati ​​in modo convenzionale. "Noi umani moderni stiamo riscoprendo cibi antichi", afferma Dina Falconi, autrice di Foraggiamento e banchetto: una guida sul campo e un libro di ricette selvagge. &ldquoI cibi selvatici generalmente contengono maggiori quantità di vitamine e minerali, antiossidanti e altri costituenti chimici che promuovono la salute come gli oli essenziali.&rdquo Poiché i cibi selvatici non sono stati allevati per creare un raccolto uniforme, tendono ad essere ricchi di più nutrimento e sapore.

Questi cibi selvatici vengono raccolti dai raccoglitori o raccolti dagli agricoltori selvatici. Per confondere le cose, la maggior parte delle volte i cibi selvatici sono semplicemente selvaggi. Ma possono anche essere biologici, a seconda di come l'agricoltore sceglie di coltivare la sua terra e sono disponibili sia riso selvatico biologico che mirtilli selvatici biologici, ad esempio. Se stai confrontando il naturale selvatico con il biologico puro, entrambi sono molto buoni per te, ma i cibi selvatici possono contenere più sapore e nutrizione rispetto al biologico.

Alcuni di questi cibi selvatici (ad esempio, il riso selvatico di Lundberg e i mirtilli selvatici di Wyman nel Maine) sono venduti al supermercato locale o al droghiere naturale e altri invece dovrai prenderli al mercato di un agricoltore locale o a un raccoglitore di fiducia. Quando non si fa la spesa in un negozio di alimentari, è estremamente importante acquistare da una fonte esperta e coscienziosa, così sai di avere la specie giusta che è stata raccolta al momento giusto della crescita e che il foraggiamento è fatto tenendo presente la salute dell'ecosistema. dice Falconi. Suggerisce di conoscere il proprio fornitore di cibo o venditore per capire che il cibo è stato raccolto in un modo che non danneggia una popolazione vegetale durante il foraggiamento, viene raccolto al momento giusto della crescita e che (cosa più importante, specialmente con i funghi!) offriva la specie giusta. Ora, espandi il tuo palato provando questi cibi selvatici.

Potrebbe piacerti anche

30 idee per una colazione sana per cambiare la tua mattinata
4 cibi sani con effetti collaterali sorprendentemente dispendiosi
50 cibi sani da aggiungere alla tua lista della spesa
LAMPONI SELVATICI

Una tazza di lamponi selvatici offre fino al 44 percento del fabbisogno giornaliero di una donna per saziare la fibra, mentre la stessa quantità di bacche tradizionali contiene fino al 36 percento. I lamponi selvatici contengono anche un po' di vitamina C in più che aiuta l'immunità e calcio benefico per le ossa.

Mangialo: I lamponi selvatici sono disponibili in molti colori, tra cui rosso e nero. La varietà nera ha un gusto leggermente dolce che è piccante e ricco rispetto a quelli più dolci e meno robusti coltivati ​​​​convenzionalmente, dice Falconi.

RISO SELVATICO

Fornendo una pletora di minerali, il riso selvatico contiene l'83 percento in più di zinco che aumenta l'immunità rispetto al riso integrale. Fornisce inoltre il 44% in più di proteine ​​con 6,5 grammi per tazza di riso cotto. Inoltre, il riso selvatico offre almeno 2,6 volte più fitosteroli che abbassano il colesterolo rispetto al riso integrale, rivela uno studio in Recensioni nutrizionali.

Mangialo: Il riso selvatico è originario del Nord America e coltivato negli Stati Uniti. È costoso da coltivare (e acquistare) e quindi viene spesso mescolato con riso bianco o integrale. Il riso selvatico secco si conserva bene in un contenitore ermetico perché è povero di grassi ed è improbabile che diventi rancido.

MIRTILLI SELVATICI

Queste gemme blu sono potenti piccoli granuli di antiossidanti. I ricercatori dell'Università dell'Alaska hanno scoperto che i mirtilli selvatici hanno più del doppio degli antiossidanti rispetto ai mirtilli convenzionali e più antiossidanti di fragole, prugne o lamponi, secondo uno studio nel Giornale internazionale di salute circumpolare. Una dieta regolare di antiossidanti può aiutare a ridurre il rischio di malattie cardiovascolari e cancro.

Mangialo: Dal momento che i mirtilli selvatici sono disponibili solo freschi e scarseggiano in estate (principalmente dal Maine e dall'Alaska), vengono venduti congelati, in scatola e come ingrediente in prodotti come il succo tutto l'anno. Mentre lo studio dell'Università dell'Alaska ha scoperto che gli alimenti trasformati a caldo, come le bacche in scatola, contenenti mirtilli selvatici avevano un terzo in meno di antiossidanti rispetto alla varietà non trasformata, hanno comunque più antiossidanti di molti altri frutti.

PRUGNE SELVATICHE

Una tazza di prugne selvatiche fornisce il 12% del fabbisogno giornaliero di potassio e un pizzico che aiutano la pressione sanguigna, più del doppio rispetto alle prugne convenzionali. Le prugne selvatiche offrono anche il 40 percento del tuo fabbisogno giornaliero di vitamina A benefica per gli occhi, che è quasi 10 volte la quantità trovata nella sua controparte convenzionale.

Mangialo: Le prugne selvatiche sono disponibili fresche in estate e variano dal giallo-arancio al viola e hanno un sapore aspro. Consumare fresco o conservato in confetture o gelatine.

FUNGHI SELVATICI

Quando i funghi selvatici sono stati studiati in India, i ricercatori hanno scoperto che hanno più sostanze nutritive rispetto ai funghi convenzionali: nove once di funghi selvatici (circa due o tre tazze) vantano fino al 29 percento del tuo fabbisogno giornaliero di calcio, fino al 116 percento del tuo fabbisogno giornaliero di ferro (importante per il trasporto di ossigeno in tutto il corpo) e fino al 46 percento del fabbisogno giornaliero di zinco, secondo uno studio in Chimica degli alimenti. La stessa quantità di funghi bianchi contiene fino all'8% del fabbisogno giornaliero di calcio, fino al 16% del fabbisogno giornaliero di ferro e zinco. Nota, tuttavia, che i funghi selvatici hanno leggermente meno proteine.

Mangialo: I funghi selvatici hanno gusti unici e includono i funghi aragosta, che hanno un leggero sapore di aragosta, e il pollo dei boschi, che "ha davvero il sapore del pollo", afferma Alan Muskat, un raccoglitore di Asheville, nella Carolina del Nord. Altre varietà includono i finferli, che odorano vagamente di albicocche e i funghi maitake, dal sapore di nocciola.

MIRTILLI SELVATICI

Questa bacca ha circa il 75% in più di potassio e più di quattro volte la quantità di ferro rispetto ai mirtilli rossi tradizionali. Vanta anche più fibre che aiutano il colesterolo, con l'86 percento in più e quasi tre volte più calcio.

Mangialo: Originariamente chiamati &ldquosassamanash&rdquo dai nativi americani (che li usavano in medicina e per il cibo), i mirtilli selvatici sono acidi quanto i mirtilli convenzionali e vengono coltivati ​​in regioni che vanno dalle montagne della Georgia, Canada e Minnesota.

CIPOLLE SELVATICHE

Contenente elevate quantità di ferro, questa verdura selvatica fornisce anche manganese, che può aiutare a controllare i livelli di zucchero nel sangue, mostra una ricerca di scienziati russi. Mentre le cipolle convenzionali forniscono manganese, hanno un contenuto di ferro piuttosto basso.

Mangialo: Le cipolle selvatiche vengono raccolte in autunno e in inverno e possono essere utilizzate per sostituire l'erba cipollina nelle ricette. Questa cipolla è rara e può essere difficile da identificare, quindi è meglio acquistare da un raccoglitore di fiducia.

MORE DI BOSCO

Questo frutto selvatico contiene più del doppio degli antociani rispetto alle more tradizionali, mostra uno studio su The Journal of Agricultural and Food Chemistry.

Mangialo: Tipicamente dal sapore più dolce del convenzionale, le more selvatiche sono state apprezzate dai nativi americani per migliaia di anni e crescono ancora negli Stati Uniti.


Riso Selvatico con Pistacchi e Coriandolo

La scorsa settimana mio figlio Benjamin ha pubblicato la sua recensione del libro “The Hunger Games” seguito da una ricetta per Hunger Games Spezzatino di Agnello con Prugne Secche. Nel libro, il piatto è descritto come servito con riso selvatico. Ora, normalmente non consiglierei di mangiare molto riso. Il riso è un cereale (alcuni sostengono che il riso selvatico sia un'erba, ma comunque) quindi non fa ufficialmente parte della Paleo Diet che incoraggia l'eliminazione dei cereali. I cereali sono la fonte di alcuni antinutrienti (lectine, fitati, glutine, ecc.) che possono interferire con l'assorbimento di vitamine e minerali. Inoltre non sono così densi di nutrienti come carni, verdure, frutta, noci e semi. Inoltre, i cereali sono ricchi di calorie e carboidrati che non sono necessariamente ciò di cui hai bisogno quando cerchi di perdere peso o mantenere il tuo peso.

Detto questo, mangio riso ogni tanto. La piccola quantità di riso nella mia dieta di solito si trova sotto una grande fetta di tonno crudo in un ristorante di sushi. Ma quando ho letto del piatto di riso selvatico servito con l'immaginario Spezzatino di Agnello con Prugne Secche Ho pensato che ci fosse poco danno nel creare una ricetta di riso selvatico. I miei ragazzi sono molto attivi e possono utilizzare l'energia dei carboidrati amidacei. Pensano anche che sia fantastico mangiare un piatto di Hunger Games. Anche se il riso selvatico ha ancora alcuni degli antinutrienti presenti in altri cereali, non contiene glutine come il grano, la segale o l'orzo. Quindi, se hai spazio nella tua dieta per alcuni carboidrati amidacei di tanto in tanto, specialmente se tu o la tua famiglia siete molto attivi, allora potreste considerare di avere del riso selvatico come contorno.

ingredienti

  • 1 tazza di riso selvatico intero (non a cottura rapida o miscele di riso selvatico/riso)
  • 1 cucchiaio di olio extra vergine di oliva
  • 1/2 tazza di cipolla rossa tritata
  • 4 tazze di brodo di pollo (o usa l'acqua per renderlo vegano)
  • 3/4 di tazza di pistacchi
  • 1/4 tazza di coriandolo tritato
  • sale marino celtico qb
  • Pepe nero appena macinato

Istruzioni

  1. Sciacquare il riso selvatico.
  2. Soffriggere la cipolla rossa tritata nell'olio d'oliva a fuoco medio finché non diventa traslucida, circa 5 minuti.
  3. Aggiungere il riso selvatico nella padella con le cipolle e cuocere insieme per altri 5-10 minuti.
  4. Aggiungere le 4 tazze di brodo di pollo e portare a ebollizione. Ridurre a fuoco lento, coprire e cuocere per circa 45 minuti.*
  5. Quando il riso sarà cotto e avrà assorbito tutto il liquido, unire i pistacchi e il coriandolo e controllare il condimento. Aggiungere sale e pepe a piacere.

La Paleo Police verrà a portarmi via perché sto postando una ricetta di riso selvatico?! Lasciami un commento e fammi sapere se mangi mai il riso? Se sì, quanto spesso e cosa ne pensi?

* Cerca di non cuocere troppo il riso. Dovrebbe essere sodo ma non pastoso e i chicchi dovrebbero essere aperti ma non arricciati. Le istruzioni sulla marca di riso selvatico che ho usato suggerivano un tempo di cottura di 45 minuti, ma ho scoperto che ci voleva più tempo perché il mio riso fosse completamente cotto. Ho anche controllato circa a metà e ho deciso che dovevo togliere il coperchio in modo che il liquido fosse completamente assorbito e cotto. Se dovessimo usare l'acqua non sarebbe un grosso problema far scolare l'eccesso ma dato che stiamo usando il brodo di pollo è meglio mantenere il sapore e le sostanze nutritive nel piatto. Quindi tienilo d'occhio: cucinare il riso selvatico è un po' complicato.


Riso selvatico con prugne ricetta - Ricette

Le seguenti ricette ti mostrano perché le prugne sono un ottimo frutto da disidratare!

Con un essiccatore Ezidri puoi creare fette di prugne secche in un batter d'occhio! Le prugne secche sono una buona fonte di fibre e vitamina A e sono un ottimo spuntino o una gustosa aggiunta ai cereali. Sono anche fantastici se reidratati o utilizzati in una varietà di piatti dolci e salati come involtini, torte, pasti e altro ancora!

mv2.jpg/v1/fill/w_113,h_113,al_c,q_80,usm_0.66_1.00_0.01,blur_2/Plums.jpg" />

Le prugne possono essere essiccate a metà, fette o sezioni. Il modo migliore per snocciolare le prugne è tagliare intorno alla pietra e poi torcere le due metà in direzioni opposte. La pietra rimarrà in una delle metà che può essere facilmente rimossa con un coltello.

Se desideri essiccare le prugne a metà, è sufficiente "aprire la parte posteriore" girandole al rovescio e posizionare la pelle verso il basso sui vassoi dell'essiccatore Ezidri. Altrimenti, affetta semplicemente le tue prugne a fette o ottavi di 5 mm e asciugale per 10-14 ore a 55 gradi C.

Quando sono pronte, le prugne dovrebbero essere coriacee senza sacche di umidità visibili.

Ingredienti

2 tazze di farina per dolci
1 tazza di zucchero
1/4 tazza di cacao amaro in polvere
2 cucchiai di lievito per dolci
1/4 cucchiaino di sale
500 g di prugne reidratate (prugne), conservate nel liquido e refrigerate
1 tazza di noci tostate tritate
1 tazza di maionese
1 tazza di acqua fredda, opzionale
1 cucchiaino di estratto di vaniglia

Metodo

Setacciare la farina, lo zucchero, il cacao, il lievito e il sale insieme. Incorporare le prugne reidratate (prugne) e le noci tritate. Mescolare la maionese con 1 tazza di liquido di prugne riservato o acqua e vaniglia. Mescolare la miscela di maionese nella miscela di farina e mescolare accuratamente.

Versare in una teglia unta di 23 x 33 cm (9 pollici x 13 pollici). Cuocere per circa 35 minuti, o fino a quando la torta non torna al tatto.

Lasciare raffreddare, tagliare a quadrotti e buon appetito!

Ricetta per gentile concessione di The Dehydrator Cookbook, di Joanna White.

Ingredienti

1 tazza di whisky
1 tazza di pezzi di prugne secche (dimensioni 3 cm)
3/4 tazza di succo d'arancia
4 fette di pane bianco, spezzato a pezzi
1 tazza di zucchero di canna chiaro ben confezionato
2 uova, sbattute
2 tazze di uva secca (uvetta)
1 tazza di datteri secchi snocciolati tritati finemente
1/2 tazza di noci tritate
1 tazza di farina per tutti gli usi
2 cucchiaini di cannella in polvere
1 cucchiaino di chiodi di garofano macinati
1 cucchiaino di bicarbonato di sodio
1/2 cucchiaino di sale

Metodo

Unire il whisky e i pezzi di prugne essiccate in una ciotola, coprire e lasciar macerare per una notte in frigorifero. Il giorno dopo, scolare le prugne, riservando il whisky. Misuralo e aggiungi abbastanza succo d'arancia per fare 1 tazza.

In una ciotola mettete i pezzi di pane. Versare sopra la miscela di whisky e succo d'arancia e mescolare per unire. Incorporare lo zucchero di canna e le uova e amalgamare bene.

In una grande ciotola, unire le prugne reidratate, l'uvetta, i datteri e le noci. In un'altra ciotola, unire la farina, la cannella, i chiodi di garofano, il bicarbonato di sodio e il sale. Aggiungere gli ingredienti secchi al composto di frutta e mescolare per unire.

Versare il budino in uno stampo da budino da 4 tazze ben unto e coprire con un foglio di alluminio. (Non usare una teglia o uno stampo ad anello). Legare lo spago intorno al bordo per fissare la pellicola e impedire che l'acqua penetri nel budino.

Portare a bollore circa 3 cm d'acqua in una casseruola profonda. Mettere lo stampo per budino su una griglia nella casseruola e coprire con un coperchio a chiusura ermetica. Cuocere a vapore il budino per 3 ore e mezza, aggiungendo altra acqua bollente quando necessario per mantenere il livello dell'acqua nel bollitore.

Lasciare raffreddare il budino per almeno 10 minuti prima di toglierlo dallo stampo.

Servire con gelato o crema pasticcera e buon appetito!

Avvolto in modo sicuro, questo budino si conserva in frigorifero per mesi.

Ricetta per gentile concessione del libro di ricette completo dell'essiccatore di Mary Bell.

Ingredienti

1 1/2 tazze di cipolle reidratate tritate
3/4 tazza di sedano reidratato a dadini
1/4 tazza di burro
12 grani di pepe
6 chiodi di garofano interi
Bastoncino di cannella da 14 cm (4 pollici)
1/4 di cucchiaino di cardamomo macinato o 6 baccelli di cardamomo interi
2 spicchi d'aglio
3 1/2 tazze di brodo di pollo
1 tazza di riso selvatico
sale e pepe a piacere
1 tazza di riso bianco
1 tazza di uva verde essiccata (uvetta)
1/4 tazza di albicocche secche a cubetti
1/2 tazza di prugne secche (prugne)
1/2 tazza di mandorle a lamelle, tostate

Metodo

In una casseruola a fuoco medio, soffriggere le cipolle e il sedano nel burro fino a quando non saranno appassiti.

Mettere i grani di pepe, i chiodi di garofano, la stecca di cannella, il cardamomo e l'aglio in un piccolo quadrato di garza e legare saldamente con dello spago da cucina. Colpisci le spezie con un martello fino a quando non saranno schiacciate e aggiungi le spezie alla casseruola con brodo di pollo, riso selvatico, sale e pepe.

Portare a ebollizione, abbassare la fiamma, coprire e cuocere a fuoco lento per 30 minuti. Aggiungere il riso bianco, l'uvetta, le albicocche e le prugne, coprire e cuocere a fuoco lento per 15 minuti. Rimuovere il sacchetto delle spezie e unire leggermente le mandorle tostate. Assaggia e regola i condimenti.


Riepilogo della ricetta

  • 1 impasto per crostata refrigerato da 9 pollici
  • ½ cucchiaino di burro non salato, o secondo necessità
  • 10 prugne medie, o più secondo necessità, dimezzate e snocciolate
  • 1 cucchiaio di cannella in polvere
  • ¼ tazza di zucchero bianco, o più a piacere
  • 1 cucchiaio di zucchero a velo

Preriscaldare il forno a 450 gradi F (230 gradi C). Ungete con il burro una tortiera da 9 pollici.

Stendere la pasta frolla e premere la crosta nella teglia preparata.

Disporre le prugne comodamente, con la parte tagliata rivolta verso il basso, sulla crosta. Cospargere di cannella, quindi cospargere con 1/4 di tazza di zucchero o fino a 1/2 tazza a seconda della dolcezza delle prugne.

Cuocere nel forno preriscaldato fino a quando le parti superiori delle prugne non sono leggermente dorate e i succhi spumeggiano, da 15 a 20 minuti.

Togliete dal forno e lasciate riposare fino a quando i succhi non si saranno rappresi, da 10 a 15 minuti. Spolverare con un po' di zucchero a velo, tagliare e servire.


Hunger Games Spezzatino di Agnello

  • 2 1/2 libbre di agnello disossato, cubetti da 1 1/2 pollice
  • 3 cucchiai di grasso per cotture ad alta temperatura (grasso di pancetta, strutto, ecc.), diviso
  • 1/2 cucchiaino di curcuma macinata
  • 1/2 cucchiaino di cumino macinato
  • 1/4 di cucchiaino di pepe di Caienna
  • 1/2 cucchiaino di cardamomo macinato
  • 2 cucchiaini di sale kosher
  • 1 cipolla, tagliata a cubetti da 1 pollice
  • 2 tazze di carote, circa 6, a dadini grossolani
  • 3 spicchi d'aglio, tritati
  • 2 cucchiai di zenzero fresco, tritato
  • la scorza di un limone
  • 2 tazze di brodo di pollo
  • 1 tazza di prugne secche (senza conservanti), tagliate a metà o in quarti
  • 1/4 di tazza di foglie di coriandolo appena tritate e altro per guarnire

Petto d'anatra alla griglia con pilaf di riso selvatico alle ciliegie essiccate

Pilaf di Ciliegie Secche Riso Selvatico
• 2 cucchiai di lardo fatto in casa o olio di colza
• 1 cipolla media, tritata
• 1 tazza di riso selvatico
• 3 tazze di brodo di pollo
• 1/2 tazza di riso bianco a chicco lungo
• 1/2 tazza di ciliegie secche
• 1 cucchiaio di sciroppo di sorgo o miele
• Fine kosher o sale marino e pepe nero macinato al momento

1. Per la pasta per grigliare, sbattere insieme l'aglio, la scorza e il succo di lime e il sorgo.

2. Con un coltello affilato, incidere il grasso su ogni metà del petto d'anatra, ma non tagliare fino alla carne. Condite i petti d'anatra con sale e pepe, quindi spennellate leggermente la superficie di ogni petto d'anatra con la pasta per grigliare. Lasciare marinare a temperatura ambiente per 1 ora.

3. Nel frattempo, prepara un fuoco medio caldo nella tua griglia e prepara il pilaf. In una grande casseruola, scaldare lo strutto a fuoco medio-alto e soffriggere la cipolla finché non diventa traslucida, circa 4 minuti. Aggiungere il riso selvatico e il brodo di pollo e portare a ebollizione. Abbassa la fiamma e fai sobbollire, coperto, per 20 minuti. Aggiungere il riso bianco, le ciliegie secche e il sorgo. Coprire di nuovo e cuocere per 20 minuti, o finché tutto il riso sarà tenero. Condire a piacere con sale e pepe e tenere in caldo.

4. Grigliare i petti d'anatra, con il grasso verso il basso, per 4 minuti, tenendo a portata di mano un flacone spray pieno d'acqua in caso di riacutizzazioni. Girare e continuare a grigliare per altri 2 o 3 minuti, o fino a quando l'anatra raggiunge una temperatura interna compresa tra 140° e 145° F per una cottura media. Trasferire su un piatto da portata e lasciare riposare i petti d'anatra per 5 minuti.

5. Per servire, affettare i petti d'anatra in diagonale, adagiarli su ogni piatto e servire con il pilaf.


Gelatina Di Prugne

Così bella luccicante in un barattolo e così gustosa spalmata su un pezzo di pane tostato, la gelatina di prugne è una deliziosa eredità delle colline di sabbia del Kansas e dell'Oklahoma.

Ingredienti

  • PER IL SUCCO:
  • 1 gallone Sandplums
  • 2 tazze di acqua
  • PER LA GELATINA:
  • 6 tazze di succo di prugne
  • 6 cucchiai da tavola di vera pectina di frutta
  • 6 tazze di zucchero
  • 8 barattoli, coperchi e anelli interi da mezza pinta

Preparazione

Per il succo di prugne:
Mettere le prugne ben lavate e raccolte sopra in una pentola capiente e aggiungere l'acqua. Portare a ebollizione a fuoco medio e lasciar sobbollire le prugne fino a quando le prugne non scoppiettano e non si ammorbidiscono e non si vedono più prugne intere. Filtrare il succo in una ciotola attraverso un setaccio (rivestito con una garza se lo si desidera).

Per la gelatina:
Sterilizzare i barattoli da mezzo litro secondo le procedure standard di inscatolamento.

Misura il succo di prugna e versalo in una pentola capiente. Mescolare in vera pectina di frutta. In una ciotola a parte misurare lo zucchero. Non aggiungere ancora lo zucchero al succo.

Portare a ebollizione la miscela di succo e pectina a fuoco medio-alto mescolando. Aggiungere lo zucchero tutto in una volta e riportare a bollore. Far bollire per 1 minuto.

Versare la marmellata calda in barattoli sterilizzati caldi, coprire con i coperchi e avvitare le fascette. Elaborare i vasetti a bagnomaria secondo le procedure standard di inscatolamento per 5 minuti. Toglieteli dal bagnomaria e metteteli a raffreddare sul bancone. Controllare le guarnizioni dopo 24 ore. Conservare in frigorifero quelli che non si sono sigillati correttamente.


Guarda il video: RESEP SELAI BUAH PLUM CANNING PLUM JAM (Giugno 2022).