Nuove ricette

Le Crostate Snitched di Arya

Le Crostate Snitched di Arya


We are searching data for your request:

Forums and discussions:
Manuals and reference books:
Data from registers:
Wait the end of the search in all databases.
Upon completion, a link will appear to access the found materials.

Queste crostate richiedono un po' di tempo per essere realizzate, ma valgono ogni minuto. I pasticcini sembrano facilmente esagerare, ma ogni piccolo biscotto di pasta frolla è un impegno. Lo sciroppo di frutta è pesante e gommoso; i nostri lettori britannici potrebbero riconoscere questo dolce come l'antenato medievale del Jammie Dodger.

Ingredienti

  • 1 bottiglia di vino rosso dolce poco costoso, come uno Shiraz
  • 1½ tazza di miele
  • ½ bicchiere di aceto di vino rosso
  • ½ bicchiere di aceto di vino rosso
  • ½ tazza di datteri o prugne tritate
  • ½ tazza di ribes
  • 1 tazza di fichi freschi o secchi, se disponibili (in caso contrario, sostituire i frutti di bosco preferiti), tagliati a dadini
  • 1 lotto di pasta dolce
  • Olio vegetale per friggere

Porzioni50

Calorie per porzione123

Folato equivalente (totale)15µg4%


Game of Thrones: biscotti al miele del sud

Onestamente, non ho ancora avuto la possibilità di guardare l'episodio di questa settimana di " Il Trono di Spade" (grazie al cielo per HBO Go!) - quindi niente spoiler per favore! Ma una cosa che sicuramente non rovinerà sono questi deliziosi biscotti al miele di Una festa di ghiaccio e fuoco. Sono presenti nella sezione del libro di cucina su "The South", che include anche prelibatezze dal suono gustoso come "Stewed Rabbit", "Arya&aposs Snitched Tarts" e "Sister&aposs Stew". I biscotti al miele sono apparsi originariamente in Uno scontro tra re, il secondo libro della serie "A Song of Ice and Fire":

"Per il dolce, i servi di Lord Caswell hanno portato vassoi di pasticcini dalle cucine del suo castello, cigni alla crema e unicorni di zucchero filato, torte al limone a forma di rose, biscotti speziati al miele e crostate di more, patatine di mele e forme di formaggio burroso."

Come molte delle altre ricette del libro di cucina, gli autori Chelsea Monroe-Cassel e Sariann Lehrer hanno incluso sia una versione "medievale" che una versione "moderna". Sono andato con la versione medievale, la cui ricetta originale del XIV secolo recita così:

"Crispel. Prendi e fai un foglio di gode past come thynne come carta kerue it out con un piattino e friggilo in oile oper in grecia e resta, prendi il miele chiarito e fiammeggialo bene. Alye hem vp e serue hem avanti."

Capito? Neanche io. Essenzialmente questi biscotti al miele medievali sono fatti con una semplice pasta frolla che è stata stesa, tagliata in cerchi della grandezza di un biscotto e leggermente fritta nell'olio, poi spennellata con miele caldo e spolverata di cannella. Mmmmm.

Brent e io ci siamo goduti questi dolci insieme a una ciotola di stufato di cervo ungherese, riso e cavolo cappuccio in stile meridionale, e hanno facilmente rubato lo spettacolo della cena.

Ricontrolla lunedì prossimo per un'altra ricetta da Una festa di ghiaccio e fuoco!


Domenica 5 aprile 2015

Foglie d'uva ripiene di Dorne - GoT Countdown

"Il bambino era stato arrostito con limone e miele. Con esso c'erano foglie di vite ripiene di un melange di uvetta, cipolle, funghi e peperoni ardenti del drago. 'Non ho fame', ha detto Arianne. Dopo un po', la fame ha indebolito la sua determinazione, così si sedette e mangiò." - Una festa per i corvi

Buon pomeriggio dolci,

Manca solo una settimana! Non vedo l'ora che passi la settimana in modo che l'inizio della stagione 5 possa iniziare.

Quando ho ricevuto questo libro per la prima volta ero entusiasta di vedere un capitolo su Dorne, sembra un posto così bello e dai personaggi che abbiamo visto finora nello show (Oberyn ed Ellaria) sembra anche un luogo dalla mentalità aperta ed esotico . Posso solo dire che quando finalmente lo vedremo sullo schermo sarà fantastico.

I piatti di questo capitolo come la "pasta di ceci", la "focaccia" e il "dolce al limone" sembrano essere fortemente influenzati dai cibi mediterranei, in particolare a base greca e turca. Tutto molto aromatico e dal gusto fresco. Immagino che avrebbero un sapore ancora più buono al sole, invece che rannicchiati su un divano mentre si sente la pioggia battente fuori dalla finestra!

Mi è piaciuto molto realizzare questo piatto perché era qualcosa di molto nuovo per me, lavorare con ingredienti come le foglie di vite è stato davvero divertente ma anche molto difficile. La parte più difficile è stata estrarre le foglie dal barattolo perché sono così fitte che mi ci sono voluti 10 minuti buoni!
Una volta che hai imparato il processo di laminazione, è davvero abbastanza facile e divertente.

La ricetta per questi in realtà contiene 1/4 di libbra di agnello macinato, ma dato che sono vegetariano ho usato solo più riso. Puoi aggiungere qualsiasi carne macinata o provare invece la soia o il quorn. Oppure potresti provare anche diversi risi, penso che l'arborio sarebbe adorabile in questi ma io non ne avevo in casa, e nemmeno il cous cous!

Ricetta: foglie d'uva ripiene
Tempo di preparazione: 45 minuti di preparazione 1 ora di cottura
Livello - Sforzo richiesto
Voto: 8/10


Cookbook Reveal – Una festa di ghiaccio e fuoco: il libro di ricette ufficiale del compagno di Game of Thrones

A Feast of Ice and Fire è stato il mio primo libro di cucina basato sulla narrativa! Ho iniziato visitando regolarmente il blog Inn at the Crossroads, e quando hanno annunciato che stavano pubblicando un libro di cucina sono stato uno dei primi a metterci le mani sopra.

Ad essere onesti, ho già realizzato un sacco di ricette da questo libro di cucina, ma ho deciso di aggiungerne alcune nuove alla mia lista questo mese.

Informazioni sui libri (& Show):

“Le Cronache del Ghiaccio e del Fuoco” sono le mie preferito serie di libri. La serie è stata creata da George R.R.

Io sul Trono di Spade qualche anno fa! Ho già detto che sono un grande fan?

Martin, e alla fine è stato prodotto come uno show televisivo chiamato "Game of Thrones" (di cui sono sicuro che tutti voi abbiate sentito parlare). È una serie fantasy ambientata in un mondo simile alla Terra medievale.

Il libro (e lo spettacolo) si concentrano su diversi personaggi in diverse parti del mondo, la maggior parte dei quali crede di avere diritti sul Trono di Spade. Un numero incredibilmente enorme di personaggi principali viene ucciso in tutti i libri mentre combattono per il trono, e la serie probabilmente finirà con tutti morti.

Se non hai ancora visto lo spettacolo, c'è ancora tempo per recuperare il ritardo prima che la stagione finale vada in onda il prossimo anno!

Informazioni sul libro di cucina:

Il libro di cucina è suddiviso in base alla posizione in “Il mondo conosciuto” da cui provengono (The Wall, The North, The South, King’s Landing, Dorne e Across the Narrow Sea). Sto includendo alcune ricette da ciascuno, poiché i sapori possono differire in modo abbastanza significativo tra ogni posizione.

Ogni ricetta di questo ricettario è stata citata nella collana una volta o l'altra, anche solo di sfuggita, e ogni ricetta inizia con il brano da cui è stata ispirata. Questo è probabilmente ciò che amo di più di questo libro di cucina! È fedele al 100% al materiale originale e non crea ricette basate su cosa potrebbe sono stati serviti in un determinato luogo. Fortunatamente per loro, George R.R. Martin ama descrivere cibi e pasti fantastici nei suoi libri!

Forniscono anche una versione medievale e moderna di molte delle ricette qui contenute. Con le ricette medievali, gli autori hanno effettivamente rintracciato alcuni libri di cucina medievali per ricette autentiche. Alcuni sono buoni e altri non fanno davvero appello alla tavolozza dei giorni nostri. Farò un po' di entrambi.

Onestamente potrei parlare all'infinito di questo libro di cucina, ma so che siete ansiosi di sapere cosa cucino questo mese!

Le Ricette:

COLAZIONE:

  • Colazione sul muro (Dal muro)
  • Colazione a Grande Inverno (Dal nord)
  • Colazione a Dorne (Da Dorne)
  • Colazione a Meereen (Dall'altra parte del Mare Stretto)
  • Zuppa di fagioli e pancetta (Dal muro)
  • Torta Di Manzo E Pancetta (Dal nord)
  • zuppa di porri (Dal sud)
  • Ciotole di Brown (Da King's Landing)

CONTORNI/SNACK:

  • Pane bianco croccante (Dal muro)
  • Frittelle di mais (Da King's Landing)
  • focaccia (Da Dorne)
  • Pasta Di Ceci (Da Dorne)
  • mele cotte (Dal nord)
  • Crostate Snitched di Arya (Dal sud)
  • Pere in camicia (Dal sud)
  • Torte Al Limone (Da King's Landing)

BEVANDE:


UN Game of Thrones-Menu a tema per la tua festa di osservazione della domenica

Per rivedere questo articolo, visita Il mio profilo, quindi Visualizza storie salvate.

Ci auguriamo che le conseguenze del tuo Game of Thrones la festa è meglio delle conseguenze di questa. Helen Sloan/HBO

Per rivedere questo articolo, visita Il mio profilo, quindi Visualizza storie salvate.

L'indulgenza è al centro di Game of Thrones. I serpenti scoppiettano su una fiamma aperta mentre i serpenti della sabbia tramano la loro vendetta a Dorne. Le ostriche luccicano nei cestini mentre Arya corre per le strade di Braavos per sfuggire al suo assassino. Il vino rosso sangue trema nei calici e i pinoli saltano dalle barbabietole arrostite mentre Cersei batte i pugni nella Fortezza Rossa. Torte di carne fumano su piatti di peltro mentre i soldati siedono all'Inn at the Crossroads per un ultimo pasto caldo prima di morire.

Come il sesso, il cibo nell'universo di George R.R. Martin è un modo per ridere del Dio dalle molte facce. Sì, l'inverno arriva sempre, ma c'è il formaggio da mangiare, e le arance, e lo stufato di pesce da inzuppare con il pane croccante. (Se sei un drago, ci sono pecore da friggere.) Quando il cibo è scarso o poco appetitoso in questo mondo, sai che la posta in gioco non potrebbe essere più alta: alle Nozze Rosse, il primo indizio che qualcosa non andava è arrivato sotto forma di una sottile zuppa di porri. Mentre il Re della Notte si avvicina nella stagione 8, niente è più portentoso dei bassi granai di Grande Inverno.

Ora, non è il Re della Notte che arriva, ma la fine di Game of Thrones si. Per otto lunghi anni abbiamo aspettato il finale che va in onda domenica, ed è nostro dovere mandarlo via grondante di miele, farcito con i frutti del nostro lavoro. Qui vi presentiamo un last-ever Game of Thrones menu della festa di visualizzazione: otto piatti in onore edonistico delle otto stagioni, con piatti che celebrano i luoghi più importanti di Westeros ed Essos. Non c'è niente nel menu che rappresenti la Cittadella perché, schifo, tutto quello che Samwell ha mangiato lì era schifo. Né c'è nulla dalle Isole di Ferro, dal momento che orgogliosamente non producono nulla di loro. Per onorare Theon e Yara, strappa ciò che è tuo dal piatto di qualcun altro, abbastanza da riempirti la bocca in modo che nessuno ti senta piangere mentre scorrono i titoli di coda.

Non puoi spedire Game of Thrones senza un pasticcio di carne. Per antonomasia Thronesian, sono cucinati in molti regni, incluso Essos. La versione Dothraki è ovviamente piena di sangue (di cavallo). Una grande torta di piccione è il fulcro del matrimonio di Joffrey e Margaery ad Approdo del Re. Dopo che Arya ha ucciso i figli di Walder Frey, fa del suo meglio, Mrs. Lovett, e cuoce la loro carne in una torta che dà da mangiare al padre.

Se vuoi fare sul serio, vai per una delle ricette nel funzionario Game of Thrones libro di cucina, Una festa di ghiaccio e fuoco, per il quale Martin ha scritto la prefazione. (È quasi come se avesse tempo a disposizione per scrivere cose!) Puoi scegliere tra: maiale medievale, manzo e pancetta e torta di piccione, che richiede "cinque piccioni, puliti e conditi" ed è disponibile solo nel libro di cucina si. (buon appetito offre utilmente una ricetta alternativa che sostituisce il cuscino.)

Suggerisco invece di scegliere una torta a mano più adatta a mangiare sui divani al buio senza posate. Sei come un soldato che percorre la Strada del Re per combattere: hai bisogno di qualcosa di portatile e confortevole per superare questa notte. Il moderno pasticcio di manzo della Cornovaglia o giamaicano è l'ideale, ma ogni cucina ha una varietà di pasticci di carne, e lo fanno tutti: samosa, knish, empanadas, piroshki, xian bing, ecc. Scegline uno e fai (o compra) molto. (Sto preparando questi e aggiungendo ribes.) Prepara un sugo per immergerlo, una salsa calda in cui bagnarlo. Questo è il piatto più cruciale della tua festa, un fascio burroso di morte e grasso.

Devi avere un piatto di formaggi, e questa è la tua occasione per salutare il mondo attraverso il Mare Stretto, così come le calde terre meridionali di Dornish. Spargi erbe fresche, formaggi ricchi, semi di melograno, anguria a cubetti e olive sul tuo vassoio da portata più carino. (Punti extra per l'argento appannato.) Affettare il pane croccante da inzuppare e far finta che questa non sia la fine.

Hai anche bisogno di vino. Ovviamente. Per affogare i tuoi dolori e, come Tyrion, augurare al "dio delle tette e del vino" (La Mano della Regina potrebbe essere diventata stupida, ma beve lo stesso. Non possiamo tradirlo ora.) Scegli una pelle -arancia di contatto, come i vini acidi di Dorne un bel rosso servito in una specie di caraffa e un buon bianco o succo d'uva in onore dei migliori Arbor Gold di Westeros. Considera anche di versare un vin brulè: rosso, caldo, speziato e pieno di frutta secca, come piace al Vecchio Orso Jeor Mormont. Tira fuori quella pentola istantanea che hai detto di usare e riempila con due bottiglie di rosso, due stecche di cannella, una manciata di uvetta, delle arance a fette, alcuni chiodi di garofano, un colmo di miele, un cucchiaio di zenzero fresco, un pizzico o due di noce moscata e, ehi, forse un po' di pepe nero. Potresti metterci anche del bourbon, del cognac o del rum. Saluti!

Guarda, probabilmente c'è un sacco di ottimo cibo nella Valle. Ma il più iconico è il latte materno, allattato troppo a lungo dal non così piccolo Lord Robin Arryn. Servi una bevanda allo yogurt fermentato probiotico, come Yakult o colpi di kefir con scorza di lime. I tuoi ospiti sobri lo apprezzeranno, almeno, e solo per divertimento, chiedi loro per quanto tempo sono stati allattati al seno.

La terra che ha dato a Westeros Lady Catelyn Stark, e l'ha portata via, è nota per i suoi fiumi e i suoi pesci. Potresti fare uno stufato della sorella di pesce, ma è un po' disordinato davanti a una TV. Servite invece i boquerones, piccole acciughe bianche marinate nell'aceto che si abbinano bene alle olive e ai cracker. Puoi crearli tu stesso o ritirarli in qualsiasi mercato di fascia alta.

Come Lady of Winterfell, Sansa è stata ossessionata dal riempire i suoi granai. Giustamente così: il lungo inverno è arrivato e lei ha bocche da sfamare (anche dopo la furia del Re della Notte). Onorala con un'insalata di farro con barbabietole arrosto, il tipo di ortaggio a radice abbondante che cresce bene nei climi rigidi del nord.

Ascolta il nostro Game of Thrones podcast su iTunes e Spotify

Non dimenticare il personaggio più saggio che abbia mai ucciso un re, la Regina di Spine, Lady Olena di Casa Tyrell. In sua memoria, crea un finger food che incarni molto. Highgarden è come la California Central Valley di Westeros, è il fertile cesto del pane che alimenta tutte le altre regioni. Pere affogate nel vino, o una crostata di fichi con gorgonzola e miele, dovrebbero andare bene. "Prendo sempre i fichi a metà pomeriggio, aiutano a muovere le viscere", disse una volta Lady Olena, saggiamente. Anche gli ingredienti delle crostate "Snitched" preferite da Arya sono pure Highgarden: noci, fichi, ribes, vino, miele. Potresti combinare il tuo amore per due donne toste facendo questi. Spendi ingredienti fantasiosi qui: ricordi quanto era offesa Lady Olenna quando Tyrion non era disposto a pagare per il catering di lusso per il matrimonio di Margaery? Non offendere la Regina di Spine. Le sue parole (e i suoi calici) possono uccidere.

La fissazione di Sansa per i cibi secchi può essere pratica, ma il suo amore duraturo è per un po' molto più indulgente. Come secondo dessert, prepara il cibo preferito di Sansa, il piatto che lei e Margaery hanno mangiato insieme a King's Landing quando lo spettacolo era più Cattive ragazze che bagno di sangue genocida: torte al limone. Come spiegano i libri, Sansa è ossessionata da loro perché rappresentano un alimento che non ha mai avuto modo di mangiare (gli agrumi non possono crescere al freddo). Trader Joe's ha barre congelate, se vuoi fare come i creatori dello spettacolo e tagliare gli angoli sulla tua strada verso l'inevitabile fine. Forse questo è il modo più vero per uscire: un po' ubriaco, un po' pigro, fissando uno schermo nero con la pancia piena di surrogato di cibo medievale. La sbornia attende.


(Spoiler ASOS) La ricetta autentica della crostata Arya filches ad Harrenhal

"Sto facendo il pane mattutino", si lamentò Hot Pie. "Comunque non mi piace quando è buio, te l'ho detto."

"Io vado. Te lo dirò dopo. Posso avere una crostata?“

"No."

Ne ha rubato uno comunque, e l'ha mangiato mentre usciva. Era farcito con noci tritate e frutta e formaggio, la crosta si sfogliava e ancora calda dal forno. Mangiare la crostata di Ser Amory fece sentire Arya audace. A piedi nudi piedi sicuri piedi leggeri, cantava sottovoce. Sono il fantasma di Harrenhal.

(Uno scontro tra re, Arya IX, pag. 676)

Pur non citandoli direttamente, il testo offre un elenco relativo e precisamente identificabile degli ingredienti per la crostata che Arya ruba dal vassoio di Hot Pie. Il ricettario ufficiale di Game of Thrones ha ripreso il brano di testo dato e ha pubblicato un'intera ricetta, ma sfortunatamente senza indagare molto accuratamente le circostanze all'interno della narrazione. La ricetta presentata dagli autori può essere un'autentica ricetta di crostata medievale, ma con il tipo di frutta scelto per questa variazione e il formaggio – citato nella citazione – nemmeno presi in considerazione, non è applicabile allo sfondo degli ingredienti enumerati da Arya.

Per ricostruire gli esatti ingredienti della crostata occorre prima esaminare la situazione politica e ambientale di Harrenhal. Successivamente le caratteristiche e le condizioni acquisite saranno applicate alle suddette categorie di 'noci tritate', ɿrutta', ɿormaggio' e ɼrosta' nonché alla forma della crostata.

Harrenhal, con le sue immense torri bruciate, è situata in posizione prominente a nord dell'Occhio di Dio, a ovest della Strada del Re e a sud del Tridente nel "ricco e fertile" (Il mondo del ghiaccio e del fuoco, P. 151) Terre dei Fiumi. Chiamate il "cuore pulsante di Westeros" (TWOIAF, p. 151), le Terre dei Fiumi hanno dovuto affrontare molte battaglie e rovesciare regni nel corso dei secoli, a causa della rivolta delle case e dei Signori che cercavano di impadronirsi delle ricche terre. Innaffiato dal Tridente e dai suoi tre rami (Red, Green e Blue Fork) - che funge anche da mezzo di trasporto e quindi promuove un fiorente commercio - il clima delle Terre dei Fiumi è probabile che assomigli al clima mite e fertile dell'Europa centrale, causando un anche una flora simile. Ciò rende le terre adatte per "insediamento, agricoltura e conquista" (TWOIAF, p. 151), suggerendo un paesaggio particolarmente rurale - principalmente fattorie e villaggi di pescatori con piccoli fortini come descritto in Uno scontro tra re (pag. 140 sgg.).

Quando Arya viene portata ad Harrenhal, il castello è tenuto da Lord Tywin Lannister e dal suo ospite, che è accampato fuori dalle mura del castello. L'enorme edificio era stato tenuto da Lady Whent "come alfieri della Casa Tully" (ACOK, p. 456) prima di fuggire. Quando fu catturato da Tywin Lannister, "solo i terzi inferiori di due delle cinque torri" (ACOK, p. 456) erano in uso e il resto era stato lasciato "andare in rovina" (ACOK, p. 456). La "piccola famiglia" (ACOK, p. 456) lasciata da Lady Whent e i servi catturati dai Lannister riuscivano a malapena a occuparsi delle numerose camere e sale di Harrenhal, anche se si diceva che Tywin Lannister stava per "ripristinare [il castello] alla gloria” (ACOK, p. 456). Viene ripetutamente menzionato che, essendo in guerra con il nord e i Tully, il castello e l'ospite sono sostenuti in cerca di cibo (ACOK, p. 456, 465). Lord Tywin fa sì che Ser Gregor e Vargo Hoat foraggino e brucino i campi, le fattorie e i villaggi delle Terre dei Fiumi (ACOK, p. 289, 465, 677) e riportano "servi oltre a […] saccheggio e provvigione" (ACOK, p. .456).

Quando Tywin e l'ospite marciano, lascia il castello a ser Amory Lorch come castellano di Harrenhal (ACOK, p. 549) e una piccola guarnigione di un centinaio di uomini (ACOK, p. 679) per tenerlo. Con Lord Tywin e l'ospite che lasciano solo una piccola guarnigione, è altamente probabile che, se ci fosse stato del cibo di origine diversa dalle Terre dei Fiumi all'interno del castello, oltre ai rifornimenti ottenuti dal foraggiamento, quelli fossero stati presi con il Lord di Castel Granito per il loro valore. Questo porta alla conclusione che nel momento in cui Arya ruba la crostata - ovvero quando Tywin ha lasciato il comando a Ser Amory - tutte le provviste nel castello devono essere locali e ottenibili tramite il foraggiamento. Per quanto riguarda gli ingredienti della crostata, questo suggerisce la seguente considerazione: a partire dalle citate 'noci tritate', si possono escludere tutti i tipi di noci che crescono solo al di fuori di un clima di tipo centro europeo. Il tipo di noci preso in considerazione deve essere coltivato nelle fattorie locali o raccolto nei boschi delle Terre dei Fiumi dagli abitanti del villaggio, per essere raccolto e portato ad Harrenhal dagli alfieri dei Lannister. Questo lascia da esaminare nocciola, noce e mandorle, potendo crescere in detto clima, sia nei boschi che nei giardini. Di quelli la mandorla è molto improbabile da trovare dal foraggiamento, perché sebbene crescano nel tipo di clima fornito dalle terre dei fiumi, sono coltivate più facilmente nelle regioni più calde e a causa di una coltivazione che richiede molto acqua e tempo (e quindi costosa) , non è molto probabile che vengano coltivati ​​da piccoli agricoltori intorno ad Harrenhal. Rimangono solo nocciole e noci. Tenendo conto del fatto che si usa il termine "noci tritate" invece di menzionare direttamente il tipo, si suggerisce che ci siano almeno due tipi di noci. A pagina 123 in ACOK ci sono "pecan" menzionati quando vengono enumerati gli ingredienti della cena che Tyrion condivide con Lord Janos Slynt, suggerendo che se ci fosse stato solo un tipo di noce nella torta, sarebbe stato chiamato direttamente. Da ciò si può concludere che le noci utilizzate per la crostata devono essere nocciole e noci.

La stessa argomentazione si applica al "frutto" utilizzato per la crostata. I frutti devono essere trovati nelle terre intorno ad Harrenhal per essere catturati dal foraggiamento, che esclude tutti i tipi di agrumi e altri frutti amanti del sole del sud. Il frutto non deve essere solo coltivato localmente, ma anche conservato per lunghi periodi di tempo senza rovinarsi. I raccoglitori tornano subito dopo che Arya ha mangiato la crostata (ACOK, p. 677), quindi presumibilmente sono passati diversi giorni dall'ultimo arrivo del bottino. A causa dell'improbabilità che un servo venga mandato a raccogliere frutta fresca da alberi e arbusti che sarebbe stata trovata abbastanza lontano (con l'immenso ospite che prima indugiava intorno al castello e probabilmente mangiava tutto ciò che riusciva a trovare dalla terra) la frutta usata in la crostata era stata conservata ad Harrenhal. Nel Una tempesta di spade Lord Bolton offre a Jamie le prugne, prese “da una locanda prima che [Vargo Hoat] la bruciasse” (ASOS, p. 510). Queste possono essere escluse per due diversi motivi: come già accennato, l'ultimo arrivo del bottino sarebbe arrivato giorni prima della preparazione della crostata, quindi anche se in quel momento ci fossero state delle prugne disponibili nei dintorni di Harrenhal, sarebbero state consumate giorni prima la crostata o viziata. In secondo luogo, l'autunno non era così avanzato in ACOK come in ASOS, quindi probabilmente non era ancora la stagione delle prugne.

Escludendo tutta la frutta proveniente da altre aree climatiche e la frutta che si deteriora facilmente dalle terre dei fiumi, mele e pere non solo possono essere conservate nelle cantine per un periodo di tempo più lungo, ma sono anche esplicitamente menzionate prima di essere trovate ad Harrenhal (ACOK, p. 456, 894). Come nella linea di argomentazione per le noci, il termine "frutta" indica che per la crostata vengono utilizzati almeno due tipi, a causa di una "crostata di mele" specificatamente chiamata prima (ACOK, p. 456). Possono essere escluse anche frutta secca come l'uva passa, perché anch'esse sono menzionate separatamente nel testo (ACOK, p. 845), lasciando mele e pere come "frutta" nella crostata.

Più difficile è identificare il tipo di formaggio utilizzato per la crostata. L'argomento del termine generalizzante (noci e frutta) usato per indicare l'uso di più di una specie non si applica qui, perché il testo non usa mai nomi espliciti di formaggio, ma lo descrive come "formaggio tagliente" (ACOK, p. 125 ), "formaggio a pasta dura" (ACOK, p. 737), "formaggio giallo" (ACOK, p. 138) e "formaggio erborinato stagionato" (ACOK, p. 553). Ciò significa che il formaggio può essere identificato solo approssimativamente esaminando il testo. Alcuni tipi però si possono escludere subito: i formaggi molto duri vengono solitamente utilizzati per lunghi viaggi, perché non si rovinano facilmente (ACOK, p. 737). Considerando che Ser Amory Lorch non è né Lord né comandante di una grande guarnigione, ma è ancora un cavaliere e probabilmente ha una richiesta di cibo almeno leggermente migliore (anche se foraggiato), è improbabile che il suo cibo sia fatto con un formaggio da viaggio. Possono essere esclusi anche tutti i formaggi cremosi a pasta molle, per la loro alta percentuale di acqua guastatrice, lasciando una sorta di formaggio conservabile, né troppo molle né troppo duro di media stagionatura con una bassa percentuale di acqua per evitare che si guasta. Sono esclusi anche i formaggi a base di latte diverso da quello di vacca, poiché il testo menziona esplicitamente il "formaggio di capra" (ACOK, p. 849). Per suggerire quale formaggio potrebbe essere stato probabilmente utilizzato, è necessario esaminare un'abitudine speciale di servire la torta. La tradizione di servire noci, frutta e formaggio a fine pasto risale a tempi antichissimi. Di solito si prendeva dopo cena, mentre il pasto principale veniva consumato nel pomeriggio. A poco a poco quei pasti si sono fusi, combinando il pasto principale e l'abitudine di mangiare noci, frutta e formaggio alla fine. Si dice che questa fusione sia l'origine di una tradizione che unisce una torta di mele con una fetta di formaggio cheddar, trovata per la prima volta in Inghilterra e successivamente portata negli Stati Uniti dai coloni. Considerando che le crostate erano "il più delle volte, un misto di" dolce e salato, questa combinazione può essere un accenno al tipo di formaggio utilizzato per la crostata Arya filches, che anch'essa contiene mele e quindi può essere vista come una variazione di questa tradizione. Il cheddar si adatta alle caratteristiche esaminate in precedenza, suggerendo che il formaggio utilizzato potrebbe essere simile al cheddar.

Con Arya che chiama la crosta "sfogliata" (ACOK, p. 676) l'impasto può essere identificato come pasta sfoglia, che ha una consistenza traballante a causa delle molteplici piegature dell'impasto durante la produzione. Le prime crostate e crostate venivano usate come contenitori (chiamati "bare") fatti solo di farina e acqua. Il cibo veniva avvolto nell'impasto per contenere l'umidità e il sapore, ma all'inizio la crosta stessa veniva mangiata raramente. Nel medioevo i fornai iniziarono ad aggiungere grassi come lo strutto o il burro per consumare anche la crosta. La pasta sfoglia si sviluppò durante il Rinascimento come una variante della crosta, particolarmente preferita dalla nobiltà in quanto richiedeva molto tempo nella produzione e richiedeva un fornaio specializzato. Contenendo solo i semplici ingredienti di farina, acqua e burro (che si trovano in Harrenhal, ACOK, p. 677, 687) ma essendo piuttosto complessa nella produzione, la pasta sfoglia corrisponde perfettamente alla posizione di Ser Amory (per il quale la crostata era inizialmente al forno) come un cavaliere con una certa esigenza di qualità nel cibo ma comandando solo una piccola guarnigione che si sostiene foraggiando le terre circostanti.

Per quanto riguarda la forma della crostata il testo dà solo pochi accenni. Gli storici del cibo spiegano la crostata come una variante scoperta della torta, offrendo la possibilità di mostrare i ripieni spesso colorati. Considerando che Arya è in grado di rubarne uno e mangiarlo mentre cammina, deve essere piuttosto piccolo. Inoltre è più probabile che sia coperto perché il ripieno di noci tritate, frutta e formaggio sarebbe facilmente caduto fuori mentre rubacchiava se fosse stato scoperto. Un altro indizio dato dal testo afferma che le crostate vengono portate e servite in ceste (ACOK, p. 686), molto probabilmente accatastate al loro interno. Questo supporta anche la teoria delle crostate coperte per essere impilate e trasportate più facilmente senza sfaldarsi.

In sintesi si può affermare che per le circostanze riportate nella narrazione, la crostata che Arya ruba dal vassoio di Hot Pie è una piccola crostata di pasta sfoglia ricoperta di nocciole e noci tritate, mele, pere e un cheddar- come il formaggio.

1 mela (per le crostate autentiche preferibilmente un tipo conservabile come Boskop, altrimenti una buona mela da forno come Granny Smith o come si preferisce)

1 pera (per crostate autentiche preferibilmente un tipo conservabile come Williams Christ, altrimenti come preferito)

Formaggio cheddar (macinato o a fette)

Sbucciare, togliere il torsolo e tagliare a cubetti la mela e la pera. Tritare le nocciole e le noci non troppo finemente per una croccantezza più gradevole. Cuocere a fuoco medio-basso con un cucchiaio di burro fino a quando non si sarà leggermente ammorbidito e togliere dal fuoco. Stendere la pasta sfoglia con il mattarello in modo uniforme fino a circa 1 mm di spessore e tagliarla in rettangoli di circa 12x12 cm. Mettere circa 2 cucchiai di ripieno di frutta e noci su una metà del rettangolo non troppo vicino ai bordi. Completare i cumuli di ripieno con una generosa fetta di cheddar. A questo punto ripiegate la metà vuota del rettangolo sopra il monticello e sigillate premendo i bordi della pasta insieme con una forchetta. Incidete leggermente le crostate due volte trasversalmente. Spennellare con burro fuso e infornare a 200°C/400°F fino a doratura e croccante.

TLDR: Se vuoi assaporare il vero sapore delle Terre dei Fiumi in guerra, ora puoi cuocere una versione autentica della torta di Harrenhal di Arya.

Inoltre, non sono madrelingua e spero che scusiate eventuali incongruenze linguistiche.

Martin, George R. R.: uno scontro tra re. New York 2011.

Martin, George R. R.: Una tempesta di spade. New York 2011.

Martin/ Garcia/ Antonsson: Il mondo del ghiaccio e del fuoco. La storia non raccontata di Westeros e il Trono di Spade. New York 2014.


Una festa di ghiaccio e fuoco: torte al limone elisabettiane

Una recensione di “Torte al limone elisabettiane” dal libro di cucina A Feast of Ice and Fire.

Le prossime ricette che sto preparando provengono da King's Landing, la capitale di Westeros. È la città più popolata di Westeros, ma anche la più sporca.

Poiché è la capitale, coloro che vivono nella Fortezza Rossa ricevono cibo come "tasse" dal resto di Westeros. Tutti coloro che vivono nei bassifondi di Approdo del Re, tuttavia, devono lavorare sodo per il poco cibo che riescono a gestire, o ricorrere al furto. Così, mentre i ricchi cenano a base di fagiano, crostate e altre prelibatezze, i poveri sopravvivono con “Bowls of Brown,” uno stufato fatto di topi di strada, vittime di omicidio, qualsiasi altra carne o verdura che riescono a mettere le mani sopra.

Non preoccuparti, proverò sicuramente la ricetta delle ciotole di marrone per te alla fine di questa settimana!

Torte elisabettiane al limone

“Più tardi vennero animelle e torta di piccione e mele cotte profumate alla cannella e torte al limone glassate nello zucchero, ma a quel punto Sansa era così farcita che non riuscì a gestire più di due tortine al limone, per quanto le amasse. – Il Trono di Spade

Non potevo fare ricette da “A Song of Ice and Fire” senza provare il cibo PREFERITO di Sansa: le torte al limone!

Può essere vista mangiarli in diverse scene dello spettacolo, così come innumerevoli volte nei libri.

Questa ricetta è di epoca elisabettiana, presumibilmente perché gli autori non sono riusciti a trovare una ricetta pertinente di epoca medievale.

Erano abbastanza facili da realizzare.

Per prima cosa, tutti gli ingredienti sono stati uniti in una ciotola (farina, zucchero, burro, scorza di limone e uova). L'impasto era piuttosto friabile, anche se la ricetta diceva che avrei dovuto aggiungere farina per renderlo “meno appiccicoso.” Il mio impasto non era assolutamente appiccicoso.

Successivamente, li ho formati in piccole palline. Temevo che si staccassero perché l'impasto era così friabile, ma si è scoperto che si tenevano abbastanza bene!

Then the balls of dough were tossed in the oven until slightly golden.

Once they were cool, an icing was made using confectioner’s sugar and a little bit of milk. I had to add a dash more milk than what was called for.

The icing sugar was drizzled over the cookies, and voila! Lemon cakes!

I’m calling these cookies, not cakes. They are closer to the consistency of a dense cake, but the size of little cookies.

And they were so tasty! The lemon flavor was light and subtle.

I tried one before I put the icing on, and it was just as good, so you can save a few calories (and some time) by eliminating the icing if you’d like.

Gusto: 10/10

These are so great, and VERY addictive! We’ve almost gone through all of them already. They have a mild lemon flavor, and though they are sweet, they are not overwhelmingly so.

They are more cookie-like to me, with a consistency similar to a dense cake. The outside layer is hard, while the inside is soft.

Difficoltà: Facile

A very easy recipe to make that just requires mixing everything together in a bowl and forming them into balls. There is some lemon grating and baking required, but nothing difficult.

Costo: Cheap

I just needed to purchase a lemon for this recipe, though you may need to purchase confectioner’s sugar if you don’t already have it. The rest of the ingredients are pretty basic and probably already in your pantry/fridge.

You can exclude the icing if you’d like. While these do look really nice with the icing and it adds a little bit of sweetness, they are quite sweet on their own and the icing isn’t veramente needed.


Game of Thrones: Samwell’s Blueberry Tart

Sam loved to listen to music and make his own songs, to wear soft velvets, to play in the castle kitchen beside the cooks, drinking in the rich smells as he snitched lemon cakes and blueberry tarts.

For some reason, I’ve had been stocked with blueberries that last few weeks. I’ve been eating it with my oatmeal in the morning and as a snack. It was about time I would get tired of the fruit but it finally occurred to me that there were a few blueberry recipes from my lift of Game of Thrones dishes! Interestingly enough, I don’t think I’ve ever made a blueberry tart before. I wanted to keep things simple since the blueberries were incredibly delicious and sweet. I already know this tart is something I would dream about in the near future. The blueberries were tart with just the perfect amount of sweetness but the most amazing part was the crust. I’m usually the person that scoops out all the fruit from the pie or tart but the crust on this was incredibly.

You seriously have to try it. I ate a slice myself and regretfully gave the rest to my parents. I think it’s safe to assume I’ll be making this in the near future. Divertitevi.


Arya's Snitched Tarts - Recipes

Why the Writing in Game of Thrones' Season 8 Feels Off

Like sex, food in George R.R. Martin's universe is a way to laugh at the Many-Faced God. Yes, winter is always coming, but there is cheese to eat, and oranges, and fish stew to sop up with crusty bread. (If you're a dragon, there are sheep to fry.) When food is scarce or unappetizing in this world, you know the stakes could not be higher&mdashat the Red Wedding, the first clue something was wrong came in the form of a thin leek soup. As the Night King approaches in season 8, nothing is more portentous than the low granaries at Winterfell.

Now, it is not the Night King who comes but the end of Game of Thrones itself. For eight long years we've waited for the finale that airs Sunday, and it's our duty to send it off dripping in honey, stuffed with the fruits of our labor. Here we present a last-ever Game of Thrones viewing party menu: eight dishes in hedonistic honor of the eight seasons, with fare celebrating the most important places in Westeros and Essos. There's nothing on the menu to represent the Citadel because, gross, all Samwell ate there was slop. Nor is there anything from the Iron Islands, since they proudly produce nothing of their own. To honor Theon and Yara, just snatch what's yours off someone else&rsquos plate&mdashenough to fill your mouth so no one hears you cry as the credits roll.

Meat Pies (Every Region of Westeros and Essos)

You cannot send off Game of Thrones without a meat pie. Quintessentially Thronesian, they're cooked in many of the kingdoms, including Essos. The Dothraki version is filled with (horse) blood, of course. A grand pigeon pie is the centerpiece of Joffrey and Margaery's wedding in King's Landing. After Arya murders Walder Frey's sons, she does her best Mrs. Lovett and bakes their flesh into a pie she feeds to their father.

If you want to get serious about this, go for one of the recipes in the official Game of Thrones cookbook, A Feast of Ice and Fire, for which Martin wrote the foreword. (It's almost as though he has time on his hands to write things!) You can pick from: medieval pork, beef and bacon, and pigeon pie, which calls for "five pigeons, cleaned and dressed" and is only available in the cookbook itself. (buon appetito helpfully offers an alternative recipe subbing in squab.)

I suggest instead picking a hand pie more conducive to eating on couches in the dark without silverware. You're like a soldier heading up the King's Road to battle&mdashyou need something portable and comforting to get you through this night. The modern Cornish or Jamaican beef pasty is ideal, but every cuisine has a meat pie variety, and theyɽ all do: samosas, knishes, empanadas, piroshki, xian bing, etc. Pick one and make (or buy) a lot. (I'm making these, and adding currants.) Make a gravy to dip it in, a hot sauce to douse it in. This is the most crucial dish of your party, a buttery bundle of death and fat.

Bread, Cheese, and Fruit (Essos and Dorne)

You must have a cheese platter, and this is your chance to salute the world across the Narrow Sea, as well as the hot southern Dornish lands. Scatter fresh herbs, rich cheeses, pomegranate seeds, cubed watermelon, and olives on your prettiest serving tray. (Extra points for tarnished silver.) Slice crusty bread for dipping, and pretend this isn't the end.

Wine, Wine, Wine (Everywhere)

You also need wine. Obviously. To drown your sorrows and, Tyrion-like, wish on the "god of tits and wine." (The Hand of the Queen may have grown dumb, but he drinks just the same. We can't betray him now.) Pick a skin-contact orange, like the sour wines of Dorne a fine red served in some kind of carafe and a good white or grape juice in honor of the best Arbor Golds in Westeros. Also consider pouring a mulled wine: red, hot, spiced, and full of dried-up fruit, like the Old Bear Jeor Mormont likes it. Pull out that Instant Pot you said youɽ use and fill it with two bottles of red, two cinnamon sticks, a handful of raisins, some sliced oranges, a few cloves, a heaping of honey, a tablespoon of fresh ginger, a dash or two of nutmeg, and hey, maybe some black pepper. You could throw some bourbon or cognac or rum in there, too. Saluti!

Milk (The Vale)

Look, there's probably a lot of great food in the Vale. But the most iconic is breast milk, suckled for far too long by not-so-little Lord Robin Arryn. Serve a probiotic fermented yogurt drink, like Yakult or shots of kefir with lime zest. Your sober guests will appreciate it, at least&mdashand just for funsies, ask them how long they were breast-fed.

Fish (The Riverlands and Eastern Westeros)

The land that gave Westeros Lady Catelyn Stark&mdashand took her away&mdashis known for its rivers and fish. You could make a seafood Sister's stew, but that's a bit messy in front of a TV. Instead, dish up boquerones, small white anchovies marinated in vinegar they'll pair well with your olives and crackers. You can make them yourself or pick them up at any higher-end market.

Beet and Grain Salad (The North)

As Lady of Winterfell, Sansa has been obsessed with filling her granaries. Rightfully so&mdashthe long winter is here and she's got mouths to feed (even after the Night King's rampage). Honor her with a farro salad with roasted beets, the kind of hearty root vegetable that grows well in frigid northern climes.

Listen to our Game of Thrones podcast on iTunes and Spotify

Tarts (The Reach)

Don't forget about the wisest character to ever murder a king, the Queen of Thorns, Lady Olena of House Tyrell. In her memory, craft a finger food that embodies plenty. Highgarden is like the California Central Valley of Westeros it's the fertile bread basket that feeds all the other regions. Pears poached in wine, or a fig tart with blue cheese and honey, should do nicely. "I always take figs mid afternoon they help move the bowels," Lady Olena once said, wisely. The ingredients of Arya's favorite "Snitched" tarts are pure Highgarden, too: nuts, figs, currants, wine, honey. You could combine your love of two badass women by making these. Shell out for fancy ingredients here&mdashremember how offended Lady Olenna was when Tyrion wasn't willing to pay for fancy catering for Margaery's wedding? Don't offend the Queen of Thorns. Her words (and goblets) can kill.

Lemon Cakes (King's Landing)

Sansa's fixation on dried foodstuffs may be practical, but her enduring love is for a trifle far more indulgent. As a second dessert, make Sansa's favorite food, the dish she and Margaery ate together in King's Landing back when the show was more Mean Girls than genocidal blood bath: lemon cakes. As the books explain, Sansa is obsessed with them because they represent a food she never got to have growing up (citrus can't grow in the cold). Trader Joe's has frozen bars, if you want to make like the show's creators and cut corners on your way to the inevitable end. Maybe that's the truest way to go out: a little drunk, a little lazy, staring at a black screen with a belly full of ersatz medieval grub. The hangover awaits.


Game of Thrones: Arya’s Fruit and Cheese Tart

She filched one anyway, and ate it on her way out. It was stuffed with chopped nuts and fruit and cheese, the crust flaky and still warm from the oven. Eating Ser Amory’s tart made Arya feel daring. Barefoot surefoot lightfoot, she sang under her breath. I am the ghost in Harrenhal.

A Clash of Kings

For those caught up with the newest season of Game of Thrones, I just want to say, I’m so excited to see where Arya’s story is going to go! She is so incredibly strong and I can’t wait for the Starks to make a come back. While we wait to find out, today’s recipe is for Arya’s fruit and cheese tart from Harrenhal. I’ve played around this recipe a few times and this was the one I’ve gotten a lot of good feedback from. This tart is slightly sweet and tart from the fruit and flaky from the crust. It’s so easy to put together so I hope you enjoy this recipe!

The Game of Thrones: Arya’s Fruit and Cheese Tart

yield: 6 tarts prep time: 45 minutes total time: 1 hour and 30 minutes

  • 250g all purpose flour, sifted
  • 1 tsp salt
  • 2 tsp granulated sugar
  • 60g cold butter, sliced
  • 10g vegetable shortening
  • 4-5 oz ice cold water
  • 80g diced granny smith apples, 1/4″ diced
  • 1 tsp cinnamon
  • 40g raisins
  • 40g cranberries
  • 60g rough chopped almonds and walnuts
  • 40g goat cheese
  • 35g cream cheese
  • orange zest
  • 2 tbsp honey
  1. Preriscaldare il forno a 350F.
  2. In a bowl, combine your flour, salt, sugar, and vegetable shortening. With your fingers, start to work the shortening into the flour until it develops very fine and small crumbs. Add your cold sliced butter and work it in with your fingers. Stop when the butter is around the size of hazelnuts. This will help create flaky layers. Add enough cold water until all the flour is hydrated and the dough just comes together. Plastic wrap and place into the refrigerator to rest for 30-45 minutes.
  3. In a bowl, combine all your ingredients for the filling. You can use any mixture of nuts you have on hand. I like the combination of the goat and cream cheese because it was slightly tart and gave it a slightly chewy center.
  4. Once your dough has rested, portion out the dough into 40-60g balls. This will depend on the size of tart shells you are using. Mine were 3″ in diameter and 1/2″ in depth. Roll out each ball of dough on a slightly floured surface according to the size of the tart shells you are using. Press in the edges and corners gently with your fingers. Refrigerare per 10 minuti.
  5. Fill each tart with the filling. Bake for 15-20 minutes until golden brown. Dust with powdered sugar and serve warm.

Also on Feast of Starlight

A recipe for Sansa's Lemon Cakes inspired by The Game of Thrones

Ramsey Snow's pork sausage from the HBO television series, Game of Thrones.

A recipe for Bowl of Brown inspired by the meal for the poor in Kinds Landing. Recipe is inspired by&hellip


Guarda il video: Arya Stark Kill Count Season 1-8 Game of Thrones (Giugno 2022).