Nuove ricette

3 segreti per pulire perfettamente i bicchieri da vino

3 segreti per pulire perfettamente i bicchieri da vino


We are searching data for your request:

Forums and discussions:
Manuals and reference books:
Data from registers:
Wait the end of the search in all databases.
Upon completion, a link will appear to access the found materials.

Dì addio per sempre alle macchie d'acqua e alle macchie sui tuoi calici.

Con Pasqua e Pasqua alle porte, è una scommessa sicura che presto romperai i bei bicchieri. Ma niente rovina un buon brindisi come striature e macchie d'acqua che fanno sembrare sporco il tuo calici anche quando non lo è. I bicchieri da vino possono essere difficili da pulire e, peggio ancora, se non lo fai correttamente, gli odori possono penetrare nel cristallo e interferire con l'aroma e il sapore del vino che hai selezionato con tanta cura.

Abbiamo chiesto a Maximilian J. Riedel, amministratore delegato del rinomato produttore di bicchieri Riedel, qual è il modo migliore per mantenere scintillanti i tuoi calici, e si scopre che è più facile di quanto immagini.

Mangiare sano dovrebbe comunque essere delizioso.

Iscriviti alla nostra newsletter quotidiana per altri fantastici articoli e ricette gustose e salutari.

Mettili in lavastoviglie. No davvero.

Molti cristalli fini hanno tradizionalmente bordi dorati o altre decorazioni che ne impedivano il lavaggio in lavatrice, e questa reputazione è rimasta. Ma gli occhiali Riedel mancano di questi extra, quindi non è necessario evitare questa scorciatoia. Tuttavia, puoi eseguire i seguenti passaggi per ottimizzare le prestazioni della tua macchina:

  • Lavare i calici da soli per ridurre al minimo il rischio che una pentola o un coltello vaganti possano rompere un bicchiere.
  • Utilizzare l'impostazione di asciugatura all'aria. Potrebbe lasciare un segno d'acqua che devi lucidare (vedi sotto), ma l'asciugatura a caldo può opacizzare i bicchieri nel tempo a causa delle minuscole particelle di detersivo nel vapore.
  • Assicurati che la tua lavastoviglie sia stata revisionata di recente. Le lavastoviglie hanno parti mobili e, soprattutto, bagnate, che possono lasciare tracce di odori. Ma se tutto funziona correttamente, i tuoi calici non dovrebbero puzzare.

Oppure lavali a mano, se preferisci.

Può essere più comodo se non hai molti bicchieri o se hai bicchieri di grandi dimensioni che non entrano in una lavastoviglie standard.

  • Concentrati sull'esterno e sul bordo del bicchiere. L'interno di un bicchiere è raramente sporco, dice Riedel, ma se preferisci puoi versare un po' di acqua calda e detersivo per piatti.
  • Qualsiasi detersivo funzionerà a patto di risciacquare accuratamente. E non hai bisogno di più di una goccia. In effetti, alcuni puristi non usano nemmeno il sapone sui loro occhiali.
  • Tenerlo, preferibilmente basso nel lavandino in caso di slittamento, per la ciotola, mai per il gambo. Un movimento di torsione può spezzarlo subito.

Quindi asciugare nel modo giusto.

Indipendentemente dal metodo utilizzato, è probabile che ci siano macchie d'acqua e l'unico modo per affrontarle è lucidare delicatamente il vetro mentre lo asciughi.

  • Usa un asciugamano in microfibra, non uno in cotone. Questi panni (pensa a una versione più grande del panno che ottieni per pulire gli occhiali o gli occhiali da sole) non lasciano tracce di fibre. La versione di Riedel è $ 16, lavabile e riutilizzabile e rimuoverà striature e grasso come macchie di rossetto.
  • Usa due panni per tenere il vetro per evitare di lasciare impronte dietro.
  • Vaporizzare il bicchiere prima di lucidare. Tienilo sopra una teiera bollente (attento a non scottarti le dita) quel tanto che basta per far appannare il vetro, quindi lucida. Saprai di aver finito quando non rimarrà più vapore e i tuoi occhiali brilleranno. Brillante!

Bonus: come pulire il decanter

Se decantate il vino, sapete che entrare in questi contenitori spesso curvi può essere complicato. Alcuni suggerimenti:

  • Una volta svuotato un decanter, sciacqualo con acqua tiepida, senza sapone (ricorda, le labbra di nessuno hanno toccato questo recipiente e l'alcol è un disinfettante naturale). Se non riesci ad accedervi immediatamente, lascialo pieno di acqua tiepida durante la notte per evitare che il vino rosso macchi il vetro.
  • Asciuga le parti che puoi raggiungere con un panno in microfibra come faresti con un bicchiere da vino. Per i punti difficili da raggiungere, puoi utilizzare le perline decanter Riedel, progettate per rimuovere le macchie ostinate, o, per i più esigenti, un asciugacapelli per prevenire macchie e aloni d'acqua.

Scegli bene. Il miglior cioccolato da fondere contiene il 32% o più di burro di cacao. Ecco perché. Tutto il cioccolato si scioglierà, ma non tutto il cioccolato si scioglierà allo stesso modo. Alcuni perdono lucentezza e diventano gessosi quando si solidificano. Questo potrebbe non avere importanza se stai sciogliendo del cioccolato per la fonduta, ma se vuoi fare delle fragole ricoperte di cioccolato, ad esempio, vuoi un cioccolato che rimanga lucido quando si indurisce - un cioccolato con un alto contenuto di burro di cacao. I cioccolatini semidolci e agrodolci di alta qualità sono buone scelte. La scelta migliore è la copertura, preferita dai professionisti della produzione di caramelle.

Resta piccolo. Il cioccolato è disponibile in tavolette solide o in piccole scaglie. Se usi le barrette di cioccolato, tagliale a pezzi uniformi in modo che si sciolgano uniformemente. Le gocce di cioccolato sono già della dimensione ideale per sciogliersi.

Stai asciutto. L'umidità rovina il cioccolato fuso, quindi assicurati di pulire tutto ciò che il cioccolato può toccare. E non lasciare che anche una piccola goccia d'acqua penetri nel cioccolato se stai immergendo la frutta, assicurati di asciugarla tamponando prima di immergerla nel cioccolato. Quando mescoli il cioccolato, usa un cucchiaio di gomma o silicone invece di un cucchiaio di legno. I cucchiai di legno possono trattenere l'umidità, causando la formazione di grumi e il grippaggio del cioccolato. (Prova questo best-seller da $ 9 Bed Bath & Beyond.)

Stai basso. Il calore elevato brucerà il cioccolato. Basso e lento è la strada da percorrere.

Scopri come scegliere il giusto tipo di cioccolato da utilizzare per la tua ricetta.


Come Aldi produce vino economico pluripremiato

Abbiamo tutti i segreti dietro le loro bottiglie apparentemente impossibili.

Nell'ultimo anno, abbiamo assistito con stupore ai vini a prezzi pazzeschi, dagli scaffali di Target, Costco e Walmart, che hanno collezionato premi e riconoscimenti internazionali da parte dei viticoltori. Ma la bottiglia che ha davvero mandato in delirio gli amanti del vino è stata l'acclamato $ 8 rosé di Aldi. Quella bottiglia di fard ha battuto centinaia di altre all'International Wine Challenge, dove ha portato a casa la medaglia d'argento assoluta.

Anche se forse non dovremmo essere così sorpresi: per anni, i fan hanno giurato sui marchi esclusivi della catena alimentare tedesca per un'alta qualità costante e prezzi bassi. Ma quando si tratta di vino, abbiamo sempre pensato che una bottiglia più costosa avrebbe servito bicchieri migliori. Dopo uno sguardo all'interno di alcune delle cantine partner dell'azienda, ora sappiamo meglio. Ecco tutti i segreti di Aldi&apos per produrre il miglior vino possibile con prezzi così convenienti, oltre alle incredibili nuove bottiglie che devi cercare.

Nuove bottiglie di cui hai bisogno in questo momento

Aldi e uno dei suoi partner enologi, Precept, hanno creato piccoli lotti di vini "Serie Lot" che saranno offerti per un periodo di tempo limitato come parte del programma "Aldi Finds". Prendili questo mese e assicurati di fare scorta che potrebbero non durare a lungo sugli scaffali. (Seriamente, porta uno di questi sulla tavola delle feste e sembrerai ultra-sofisticato senza nemmeno provarci o spendere molto.)

Direttamente da vigne di 45 anni in Spagna, le uve di questa bottiglia sono raccolte interamente a mano. Un brillante sapore di frutta rossa in primo piano è seguito da un finale appena presente di spezie di quercia.

Questa vibrante interpretazione del cabernet dello Stato di Washington esplode con aromi di mora e ribes rosso, ma è bilanciata da una nota finale secca e vellutata.

Questo malbec leggermente affumicato è così liscio che sorseggia come la seta. Leggeri sentori di prugna scura e vaniglia aggiungono ricchezza e una sensazione invitante e accogliente ad ogni bicchiere.

Ricca di mela verde brillante e note di agrumi, questa bottiglia effervescente è realizzata utilizzando la tradizionale méthode champenoise dalla Francia e ha un sapore rinfrescante da solo come con il succo d'arancia durante il brunch.

Ma come fa Aldi a mantenere tutto questo vino così conveniente?

1. Possiede la sua terra e i suoi frutti

I partner vinicoli Aldi&aposs possiedono i loro vigneti a titolo definitivo. Ciò significa che l'azienda non sta pagando le spese generali sulla terra o sulla frutta necessarie per creare vini di alta qualità. Ad esempio, alcune varietà di uva possono costare fino a $ 3.000 per tonnellata sul mercato, mentre la produzione in loco costa solo circa $ 900. Ciò mantiene il prezzo di ogni bottiglia notevolmente più basso rispetto ai viticoltori che acquistano uva da altri coltivatori.

2. Ci vuole "posizione, posizione, posizione" sul serio

Prima di scegliere di collaborare con marchi come Precept, la più grande etichetta privata di vini del Pacifico nord-occidentale, Aldi ha fatto le sue ricerche. Lo stato di Washington produce vino costantemente di alta qualità anno dopo anno a causa del suo clima desertico. Con temperature estremamente calde durante il giorno e un ripido pendio di notte, aree come la Yakima Valley consentono all'uva di sviluppare sia polpa zuccherina che bucce più forti, che forniscono un succo più concentrato e bilancia perfettamente ogni singola bottiglia. Inoltre, due ore in più di luce solare ogni giorno significano che i frutti possono maturare su tutti i lati dei paesaggi in pendenza (nord, sud, est, ovest) e quasi a qualsiasi altitudine. Queste costanti producono uve affidabili e vini ancora migliori in ogni stagione, il che significa che i prezzi non devono mai oscillare.

3. Riduce i costi di produzione non necessari

Aldi collabora strategicamente con produttori di vino che sfruttano al meglio ciò che è a loro disposizione. Optando per i raccoglitori automatici rispetto alla estenuante raccolta manuale, un singolo vigneto può raccogliere 300 tonnellate di uva contemporaneamente, risparmiando un'immensa quantità di tempo e lavoro. E quei risparmi scendono fino al tuo portafoglio.

4. Gli acquirenti sono dediti a buoni affari

Secondo un rappresentante di Aldi, un enorme 90 percento della corsia dei vini del negozio ha un prezzo inferiore a $ 10. In fondo, le bottiglie possono costare solo $ 3 mentre i prezzi di punta oscillano tra $ 15 e $ 20. Questo perché la maggior parte dei consumatori cerca bottiglie sotto i 20 dollari. Gli acquirenti di vino Aldi&aposs lo capiscono e la loro missione è quella di scovare (e assaggiare in prima persona!) Le bottiglie della migliore qualità al di sotto di quel prezzo.

Bottiglie più convenienti

Se stai cercando ancora più opzioni di vino per la tua cena di festa, dai un'occhiata a queste altre bottiglie incredibilmente economiche ma deliziose di alcuni dei tuoi rivenditori preferiti.

Trova questo bianco cremoso ma croccante da Costco. La sua acidità equilibrata e le note fresche di pera lo rendono luminoso e rinfrescante durante un pesante pasto invernale.

Sebbene ampiamente disponibile presso molti rivenditori, questa bottiglia follemente conveniente costa solo $ 7 presso Trader Joe&aposs. Il mix super fluido di shiraz, cabernet sauvignon e grenache dall'Australia piacerà sicuramente a una folla.

Sebbene leggermente più costoso del set a una cifra inferiore, questa bottiglia di Costco è invecchiata in acciaio inossidabile anziché in rovere per un finale estremamente pulito di limone piccante e note floreali bianche.

Con un prezzo incredibile, questo cabernet dalle sfumature di ciliegia e leggermente legnoso si abbina al meglio con arrosti succosi, stufati di carne e salse ricche. Prendi due o tre bottiglie al Target per iniziare la tua festa.


2. Bolle per lavare i piatti dell'alba fai-da-te

Questa ricetta per le bolle è fantastica e fa davvero delle bolle meravigliose. La glicerina o lo sciroppo di mais aiutano le bolle a rimanere forti e questa è una grande opportunità per insegnare ai tuoi figli la scienza. I bambini adorano le bolle - e anche molti adulti - e questa ricetta è davvero semplice e produce bolle super resistenti che puoi fare in qualsiasi numero di dimensioni. Dimentica l'acquisto di bolle nel negozio. Crealo tu stesso con il detersivo per i piatti Dawn.


12 cose che un buon padrone di casa non dovrebbe mai fare

Sia che tu abbia invitato la famiglia a rimanere per il fine settimana o che tu stia ospitando amici per un cocktail, evitare questi passi falsi ti farà guadagnare un nastro blu nell'ospitalità.

1. Trascurare le esigenze dei tuoi ospiti: Il compito fondamentale del tuo ruolo di host è soddisfare i tuoi ospiti e assicurarti che tutti si divertano. Pertanto, ascoltare le varie esigenze personali dei tuoi ospiti è essenziale, ovviamente, entro limiti ragionevoli, dal momento che non puoi essere tutto per tutti. Se alla nonna piace andare a letto presto, trovale una stanza tranquilla dove dormire lontano dal trambusto. Se hai un vegetariano a cena, assicurati che il menu sia completo.

2. Accontentarsi di base: Ospitare ospiti è sempre motivo di festa. Migliora un po' la tua normale routine, così l'occasione non sembra tutti i giorni. Estrarre l'argento fine. Chiedi al tuo fiorista di creare un bellissimo bouquet per il tuo ingresso. Lascia che i bambini stiano alzati fino a tardi.

3. Prova qualcosa di nuovo: Sia che tu abbia invitato gli amici per l'aperitivo o la famiglia allargata per un lungo weekend di vacanza, essere un host è stressante e di solito comporta molte parti mobili, quindi questo non è il giorno per tentare un viaggio inaugurale. Non provare a preparare il maiale sfilacciato per la prima volta quando hai 12 commensali da sfamare. Non pianificare la proiezione di un film con un proiettore acquistato tre ore prima.

4. Sottoservizio: Non c'è modo più rapido per uccidere l'atmosfera di una riunione che esaurirsi. Rifornisci il tuo bar con più vino di quanto pensi di aver bisogno (fai riferimento a questa pratica guida per capire quanto). Ordina una pizza in più per il pizza party dei tuoi bambini. Assicurati che nella tua toeletta ci sia abbastanza carta igienica per superare l'inverno. (Oh, e parlando della tua vanità, metti uno sturalavandini in ogni bagno.)

5. Chiedi scusa: Le cose potrebbero non essere andate alla perfezione come immaginavi quando ti sei ispirato per la prima volta a Pinterest per ospitare quel tuo brunch a tema celeste, ma sei un host spettacolare solo per averci provato. Possederlo. Se ti scusi che il pollo è un po' secco o che il materasso è troppo duro, stai attirando l'attenzione su qualcosa che altrimenti potrebbe essere passato inosservato. Inoltre, scusarsi profusamente può sembrare come se stessi solo cercando complimenti e nessuno lo vuole. Pensa pensieri felici. Parla pensieri felici. Metti di buon umore.

6. Fai tutto: Tentare di fare tutto non è mai una buona cosa. Prima di tutto, è raramente possibile, quindi qualcosa di solito cade attraverso le fessure quando si tenta. In secondo luogo, gli ospiti Piace per aiutarti, che si tratti di raccogliere il ghiaccio mentre vai alla tua festa, portare il dessert o caricare i piatti nella lavastoviglie. Li fa sentire utili e anche a casa. Lasciare che i tuoi ospiti ti aiutino qua e là può anche darti un ottimo momento di legame, poiché i padroni di casa spesso rimangono bloccati in cucina.

Se preferisci non coinvolgere i tuoi ospiti nel lavoro sporco, almeno permettiti di prenderti una torta comprata in negozio o chiedi alla tua dolce metà di aiutarti qua e là.

7. Scrivi note di ringraziamento: Gli ospiti dovrebbero ringraziare i loro padroni di casa che sono i regali per le hostess. È appropriato che gli ospiti scrivano note di ringraziamento se si sentono così ispirati, ma non viceversa. Invia un'e-mail veloce per dire agli ospiti quanto ti è piaciuto vederli, se lo desideri, ma a meno che non ti sia stato dato qualcosa di più sostanzioso di una bottiglia di vino, non inviare una nota di ringraziamento per un regalo di ringraziamento.

8. Lascia Clean Up &aposTil Il giorno successivo: Nessuno ti chiede di lavare i pavimenti in legno a mezzanotte, ma almeno di lavare i piatti o di metterli in lavastoviglie alla fine della notte. L'intrattenimento è meraviglioso, ma diventerà una svolta importante se ti ritroverai a svegliarti con il mal di testa in un soggiorno pieno di bicchieri di vino mezzi vuoti il ​​giorno successivo. Chiedi ai tuoi ospiti di partecipare alla fine della serata e rimarrai sorpreso dalla rapidità con cui tutto viene fatto. Allo stesso modo, se hai ospitato amici o parenti per diversi giorni, chiedi loro educatamente di spogliare i letti prima che se ne vadano. Ogni piccolo aiuto e rimandare ti farà solo risentire per divertirti.

9. Fai leva: Se un ospite ha bisogno di rispondere a una telefonata importante nel bel mezzo della cena, arriva in ritardo al tuo evento o dorme insolitamente tardi, non indagare sul perché. Le persone hanno bisogno di spazio e privacy, soprattutto quando non sono nel comfort della propria casa. È probabile che si aprano se li fai sentire come se non avessero nulla di cui preoccuparsi.

10. Gioca a Cupido: Sono tutto per aver invitato due persone single a una festa o a un weekend che pensi potrebbero andarci d'accordo. Ma lascia perdere. Non chiedere ripetutamente alle persone di sedersi insieme o dire cose come, “Oh, ti piace il calcio? Jane una volta ha visto il film Il lato cieco!” Se ci sarà chimica, accadrà naturalmente… e tutti noi vogliamo sentire come se ci fosse una serendipità nel mondo, vero?

11. Sii rigido: La vita è imprevedibile e l'unica cosa su cui puoi scommettere è che le cose vinto’t andare come previsto. Quindi sii flessibile. Se tua cugina porta il suo nuovo fidanzato a casa tua per il fine settimana senza preavviso, aggiungi un altro posto al tavolo e mostragli dov'è il divano letto. Se hai programmato di fare una passeggiata al mattino, ma i tuoi ospiti vogliono dormire, lascia che sia.

12. Dimentica di rilassarti: Per quanto intrattenere significhi accontentare i tuoi ospiti, si tratta anche di divertirti. Togliti le scarpe a tavola. Metti il ​​cibo sulla griglia un po' più tardi in modo da avere il tempo di fare un tuffo in piscina. Versa un altro bicchiere di vino, anche se sai che non lo finirai. Goditi il ​​momento e i tuoi amici. Sei fortunato ad averli.


4. Come rimuovere le macchie di vino rosso da pareti e carta da parati

La cosa importante per rimuovere le macchie di vino rosso dalle pareti e dalla carta da parati è assicurarsi di non bagnarle eccessivamente o strofinarle con forza: entrambi causeranno ulteriori danni.

Invece, tampona, usando una spugna (idealmente) naturale leggermente inumidita con una soluzione di acqua tiepida e un pizzico di detersivo per piatti. Lasciare asciugare e ripetere. Dare un tocco finale delicato al muro con una spugna pulita e acqua fredda pulita. Lasciare asciugare.

Cosa non fare: Prova quanto sopra prima di eseguire un patch test su un'area del muro solitamente nascosta dietro un mobile.


La guida all'hosting per gli amanti del vino

Che si tratti di un gran gala, una cena o un'intima degustazione di vini, ecco i migliori consigli, trucchi e segreti professionali per aiutarti a organizzare serate da invidia.

Mike DeSimone e Jeff Jenssen

Organizzare una festa di degustazione di vini è un modo economico e divertente per condividere il tuo amore per queste cose. Ma nonostante il suo basso numero di persone, questo incontro ha molte parti in movimento. Ecco come tirare fuori il tuo come un professionista.

Numero di invitati: 2-22
Le vibrazioni: Vieni come sei intimo un modo divertente per incontrare gli amici

I consigli

Rendilo personale
Assaggia i vini delle cantine e dei vigneti che hai visitato in modo da poter fornire una storia. Aggiungerà profondità e colore alla degustazione.

Raddoppiare
Cerca di assaggiare fino a cinque o sei bottiglie, ma prendi almeno due di ciascuna, così dopo la degustazione formale, gli ospiti possono bere quelle che preferiscono.

Vai Pro
Se la tua intelligenza del vino è ancora in via di sviluppo, assumi qualcuno per guidare la degustazione. Inizia dalla tua enoteca preferita. I giovani impiegati studiano spesso per le certificazioni avanzate del vino, sono appassionati e non guadagnano un sacco di soldi, quindi è vantaggioso per tutti.

Allestire il palco
Le tavole rotonde spostano la conversazione verso l'interno, distogliendo l'attenzione dal vino. Invece, gli ospiti dovrebbero affrontarti tutti.

Rimani vetroso
I tuoi degustatori hanno bisogno di un solo bicchiere ciascuno: un calice da vino bianco con stelo.

Crea un lenzuolo per la culla
Elenca il nome, l'origine e l'annata di ogni versamento, con spazio sufficiente per le note, se lo desiderano.

Conservare i palati
Prima della degustazione: pulisci e sveglia il tuo palato come un sommelier con un sorso di Chablis fresco. Durante la degustazione: offrire acqua e cracker o pane dal sapore neutro. Servi il piatto saporito dopo la degustazione quando puoi effettivamente bere.

Versare Piccolo
Uno o due once è tutto ciò che serve per degustare e giudicare un vino.

Conosci le tue cose
Se non sai cosa diavolo stai versando, perdi credibilità e la tua festa diventerà presto un disastro pieno di "uh". Trascorri 15 minuti alla ricerca delle varietà, della regione e del produttore. Inizia qui: www.winemag.com

Non bere tutto
È una festa, quindi va bene bere alcuni campioni di degustazione. Per evitare un'ubriacatura, ricorda che le persone che bevono possono opacizzare il naso e il palato. Fornisci un secchio o delle tazze per lo spiedo e dai l'esempio.

Il prezzo di gioco è giusto
I segni del dollaro distorceranno la percezione di un vino da parte di tutti, quindi non rivelare il prezzo finché tutti non azzardano a indovinare.

Cinque segreti da un direttore del vino

Rajat Parr, Wine Director del Mina Group con sede in California, su come avrebbe condotto la tua degustazione.

1. Raggrupperei i tuoi vini per regione o per vitigno.

2. Se per regione, evidenzierei quanto vari possono essere i vini all'interno di una singola area, ma chiederei anche se le persone possono trovare un filo conduttore nel terroir.

3. Se per varietà, è divertente vedere come la stessa uva può avere un sapore drasticamente diverso, il che può portare a una discussione su quanto siano importanti il ​​clima e gli stili locali per la vinificazione.

4. Per una degustazione regionale, verserei diversi Gamay del Beaujolais, inclusi alcuni Beaujolais Crus. Sono vini buoni, di valore complesso, con tannini morbidi che non seccano la bocca.

5. Per una degustazione varietale, andrei con il Pinot Nero, una delle uve più diverse al mondo. Nonostante sia originario della Borgogna, in Francia, ne vengono prodotte ottime versioni in tutto il mondo, soprattutto in California, Oregon, Germania e Nuova Zelanda.

Il cheat sheet della degustazione

+ Ci sono cinque passaggi fondamentali per la degustazione: Vedere, Vortice, Annusare, Sorseggiare e Assaporare. I professionisti aggiungono una sesta "S": Spit.
+ Un vino equilibrato è una piacevole combinazione di sapori, tannini, acidità, alcol e zucchero.
+ L'acido ti fa venire l'acquolina in bocca, come se avessi appena succhiato una fetta di limone.
+ I tannini ricoprono e asciugano la bocca, a partire dalla lingua e dalle gengive.
+ Più alto è l'alcol, più sentirai un calore simile al pepe sul retro della lingua e della gola.
+ Lo zucchero si vede principalmente sulla punta della lingua.

Servire cibo delizioso è importante, ma il tuo banchetto seduto riguarda il vino. E dovrebbe essere. Ecco il tuo manuale su come vinificare e cenare i tuoi ospiti con stile.

Numero di invitati: 20-50
Le vibrazioni: Smart casual una vera festa Un'occasione per condividere vini di prima qualità con gli amici

I consigli

Tabella It
Se hai bisogno di più di un tavolo, noleggiali con sedie abbinate. È economico e i fornitori di feste spesso offrono la consegna in giornata.

Meno è di più
Servi diverse piccole portate, circa cinque o sei. Crea un ritmo piacevole e offre maggiori opportunità per esplorare gli abbinamenti di vini.

Traccia i tuoi corsi
In genere, dovresti concedere 30 minuti per arrivi e aperitivi, 30 minuti per portata per versare, servire, mangiare e sparecchiare.

Mantienilo semplice
Piatti bianchi o in tinta unita, calici trasparenti, tovaglie chiare, candele corte e posate semplici manterranno l'attenzione sui tuoi centrotavola, cosa c'è nel piatto e, soprattutto, cosa c'è nel bicchiere.

Corri caldo e freddo
Alterna piatti caldi e freddi in modo da non rimanere bloccato in cucina per lunghi periodi tra una portata e l'altra.

Rack it
Crea uno spazio in cucina per i tuoi corsi impilando le griglie nel frigorifero per riporre i piatti freddi pre-piatti, come i colpi di gazpacho, il sashimi o le insalate.

Rompilo
Tu e il tuo cohost dovete sedervi a tavoli separati. Nessuno vuole sentirsi relegato alla cena per bambini. Se da solo, cambia tavolo ogni pochi corsi.

Dividi le faccende
Il consiglio n. 1 per una cena tranquilla e senza stress: un padrone di casa gestisce il vino, l'altro si assicura che i piatti siano puliti e che il cibo arrivi a ogni tavolo. Decidi chi fa cosa e attieniti ad esso.

Vai alla grande
Migliore è il versamento, più divertente è la tua festa. Periodo. Quindi, vai avanti e sfoggia grandi bottiglie e tira fuori qualche gemma dalla cantina. Fallo.

Gioca Somm
Quando lo versi, fai in modo che l'etichetta sia rivolta verso l'ospite e dì qualche parola sul vino e sul perché si abbinerà perfettamente.

Cinque segreti da un sommelier

Carrie Lynn Strong, wine director di Aureole a New York, condivide i suoi consigli su come e cosa versare a una cena.

1. Comincerei con piatti più leggeri e vini più leggeri. Entrambi dovrebbero diventare più forti in peso, corpo e sapore man mano che il pasto avanza.

2. Per iniziare bene, apri uno Champagne impressionante, come uno Champagne Delamotte Blanc de Blancs Brut del 2004. È adatto al cibo, ha una bella freschezza, con aromi di mela e floreali e la giusta quantità di note tostate.

3. Per bianchi fermi eleganti e sorprendenti, penso all'Italia. Uno dei miei preferiti è Ca' Marcanda Vistamare di Gaja dalla Toscana, una miscela di Vermentino e Viognier che ha una deliziosa qualità floreale ma non è travolgente. Mi piace anche Le Quaiare Trebbiano Bertani di Lugana, nel nord Italia, che è di medio corpo con una buona acidità. Ognuno di questi si trasformerà perfettamente in pesci più pesanti o selvaggina, o piatti con salsa di panna.

4. Il mio punto di riferimento per piatti più leggeri a base di pollo, maiale o vitello è il Pinot Noir neozelandese, specialmente di produttori come Felton Road o Mt. Difficulty. Sono un po' costosi, ma ne vale la pena per una bella cena. Sono ricchi in bocca, con bei tocchi di luminosità, quindi non sopraffanno il cibo.

5. Lateralmente lo aveva all'indietro. Per manzo o agnello, apri il Merlot della California o dello Stato di Washington. I luminosi sapori di frutta e i tannini setosi e morbidi completeranno, non maschereranno il cibo. Le bottiglie del 2009 e del 2010 stanno bevendo bene ora, e ho alcuni anni '05 e '06 che sono bellissimi. Dalla California, mi piacciono Provenance, Hill Family Estate e Pride. Da Washington, amo molto Pedestal e Leonetti Cellar.


Traduzione dimostrativa di segreti scientifici di Young (1861)
Buckeye cucina e pulizie pratiche (1877)
Il libro di cucina casalinga di Perry (1920)
Il libro di cucina della Casa Bianca (1913)
Album di ricette della mamma (c. 1920)

Prova i consigli per la pulizia della cucina vecchio stile della nonna
(Fonte: illustrazione di una rivista degli anni '30 circa)

Per ventilare una stanza

Metti una brocca di acqua fredda su un tavolo della tua stanza e assorbirà tutti i gas di cui la stanza è piena dalla respirazione di chi mangia o dorme nella stanza.

Pochissimi si rendono conto di quanto sia importante tale purificazione per la salute della famiglia, o, anzi, comprendono o si rendono conto che può esserci qualche impurità nelle stanze eppure in poche ore una brocca o un secchio di acqua fredda - più fredda è, più efficace - renderà pura l'aria di una stanza, ma l'acqua sarà del tutto inagibile.

Per rimuovere gli odori dal frigorifero, dall'armadio o dalla dispensa

Riempi un piatto con acqua bollente e versaci dentro un pezzo di carbone.

Per rimuovere l'odore di cipolla

Per eliminare l'odore delle cipolle dalle pentole in cui sono state cotte, mettetele nel bicarbonato, riempitele d'acqua e lasciate riposare sul fuoco fino a bollore, quindi lavatele con acqua calda e sciacquate bene.

Per rimuovere i cattivi odori

Gli indumenti, o di qualsiasi altro carattere, che sono stati impregnati di sostanze maleodoranti, saranno liberati da essi seppellindoli per un giorno o due nel terreno. Avvolgere leggermente prima di seppellire.

Per lavare i bicchieri

Usa un po 'di ammoniaca per uso domestico nell'acqua dei piatti quando lavi la vetreria, la farà brillare come un vetro tagliato.

Bicchieri che hanno contenuto latte

Dovrebbe essere prima sciacquato in acqua fredda prima di lavare in acqua calda.

Macchia sui cucchiai di uovo sodo

Rimuovere la macchia strofinando con un po' di sale.

Per pulire una spugna

Strofinare bene un limone fresco in una spugna acida e sciacquarlo più volte in acqua tiepida, diventerà dolce come quando è nuovo.

Per pulire una parete tappezzata

Tagliare in otto pezzi una grossa pagnotta di due giorni, soffiare via la polvere dal muro, strofinare con un pezzo di pane a colpi di mezzo metro, iniziando dal tetto della stanza, fino a pulire la parte superiore, quindi girare di nuovo, ripetendo fino a quando tutto è finito.

Se fatto correttamente, in modo che ogni punto venga toccato, la carta sembrerà quasi nuova. La farina di mais secca può essere usata al posto del pane, applicandola con un panno.

Ricetta detergente per carta da parati

1 litro di farina, 1-1/2 cucchiai di allume in polvere mescolato a secco, aggiungere acqua fredda, lasciar cuocere una decina di minuti, lavorare a bordo, aggiungere un po' di farina se necessario. Dovrebbe essere come la gomma. Prendere piccoli pezzi e strofinare sulla superficie della carta.

Impegnato a pulire la cucina
(Fonte: illustrazione rivista circa 1912)

Per pulire gli occhiali e le finestre

Questo vecchio consiglio per la pulizia della cucina funziona ancora meglio quando viene aggiunta una piccola quantità di aceto bianco all'acqua.

Dividi un giornale in due, piegane una metà in un quadratino, bagnalo in acqua fredda. Strofinare prima il bicchiere con la metà bagnata della carta e asciugarla con l'altra. Usando questo semplice suggerimento per la pulizia delle finestre, le macchie di mosca e tutti gli altri segni scompariranno come per magia.

Per rimuovere la vernice dal vetro

Per rimuovere la vernice dal vetro utilizzare il bicarbonato di sodio.

Per pulire lastre di vetro e specchi

Un panno morbido imbevuto di alcool, è ottimo per pulire vetri e specchi, ed evita che si gelino in inverno.

Per pulire i focolari

I focolari in pietra ollare o arenaria vengono puliti lavando in acqua pura, quindi cospargendo di polvere di marmo o pietra ollare e strofinando con un pezzo di pietra grande quanto un mattone e con almeno una superficie piana.

La cura del marmo

Non lavare mai con sapone i piani in marmo non sigillati di lavabi, scrittoi, ecc. Utilizzare acqua calda pulita (se molto sporca aggiungere un po' di ammoniaca) e un panno morbido che si asciuga subito con un panno morbido. Non c'è nulla che rimuova completamente le macchie di grasso dal marmo, da qui la necessità di evitarle.

Per pulire i manti in marmo o ardesia marmorizzata, utilizzare una spugna morbida o una pelle di daino, inumidita in acqua tiepida e pulita senza sapone, quindi lucidare con pelle di daino asciutta. Per spolverare, utilizzare un piumino e mai un panno, poiché potrebbe graffiare la superficie lucida.

Focolari in ardesia

Sono da preferire al marmo, in quanto non si sporcano facilmente. Per lavarli, usa un panno pulito e acqua tiepida. Molti li oliano accuratamente quando sono nuovi con olio di lino così preparati non mostrano mai macchie di grasso.

Per conservare le scope

Appendere in cantina per mantenerlo morbido e flessibile.

Per conservare le scope

Immergili per un minuto o due in una pentola di schiuma bollente una volta alla settimana e dureranno molto più a lungo, rendendoli duri e flessibili. Un tappeto si indossa molto più a lungo spazzato con una scopa curata in questo modo.

Per pulire un bollitore di rame

Tieni un vecchio piatto con del latte acido e un panno dentro, lava il bollitore con questo, dopodiché risciacqua con acqua pulita e sembrerà luminoso e nuovo. Invece del latte acido, potresti provare a usare il latticello.

Per pulire i bollitori in ottone

Quando sarà molto scolorito, metteteci mezzo litro di aceto e una manciata di sale, mettete sul fuoco, fate bollire, prendete un panno, lavatelo bene e sciacquatelo con acqua. Se si utilizza tutti i giorni, il sale e l'aceto e il risciacquo sono sufficienti.

Per prevenire la ruggine sui coltelli

I coltelli in acciaio che non sono di uso generale possono essere preservati dalla ruggine se vengono immersi in una soluzione forte di soda: una parte di acqua per quattro di soda, quindi asciugali, arrotolali in una flanella e conservali in un luogo asciutto.

Per pulire i coltelli macchiati

Tagliare una patata cruda di buone dimensioni, solida e in due, immergere la superficie piana nella polvere di mattoni in polvere e strofinare le lame del coltello. Macchie e ruggine scompariranno. Oppure strofinare su e giù nel terreno.

Una cucina modello è il sogno di tutti
(Fonte: illustrazione di una rivista degli anni '30 circa)

Per pulire i mobili in legno

Un vecchio ebanista dice che la migliore preparazione per pulire le cornici dei quadri e restaurare i mobili, specialmente quelli un po' rovinati o graffiati, è una miscela di tre parti di olio di lino e una parte di acquavite di trementina.

Non solo copre la superficie sfigurata, ma restituisce al legno il suo colore naturale e lascia una lucentezza sulla sua superficie. Indossare con un panno di lana e, una volta asciutto, strofinare con la lana.

Per prendere macchie bianche da mobili verniciati

Tieni un coperchio di una stufa calda o stira sopra di loro senza toccarli e presto scompariranno.

Per rimuovere lividi sui mobili

Bagnare la parte in acqua calda raddoppiare un pezzo di carta marrone cinque o sei volte, immergere in acqua tiepida e adagiarla sul posto applicare su di essa un ferro da stiro caldo, ma non caldo, fino a quando l'umidità non è evaporata.

If the bruise is not gone repeat the process. After two or three applications, the dent will be raised to the surface.

If the bruise be small, merely soak it with warm water, and hold a red-hot iron near the surface keeping the surface continually wet the bruise will soon disappear.

To Wash Oil Cloth or Linoleum

Sweet milk added to the water with which oil cloth or linoleum is washed will make it luster like new. To clean oil cloth, rub with sweet milk.

Cleaning Oil Cloths

A dingy oil cloth may be brightened by washing it in clear water with a little borax dissolved in it wipe it with a flannel cloth that you have dipped into milk and then wring as dry as possible.

To Remove Grease Spots from Carpets

Cover spots with fine flour and then pin a thick paper over repeat the process several times, each time brushing off the old flour into a dustpan and putting on fresh.

To Brighten Carpets

This old fashioned kitchen cleaning tip for cleaning carpets can save you money. It works well when using a vacuum cleaner, and it saves you from having to buy the costly carpet brightening powders.

Carpets after the dust has been beaten out may be brightened by lightly scattering upon them corn meal mixed with salt and then sweeping it off. Mix salt and meal in equal proportions.

To Prevent Carpet Stains from Soot

Salt thrown on soot which has fallen on the carpet will prevent stains.

To Remove Stains from Hands

This old fashioned kitchen cleaning tip really works, and the lemon juice is safe to use on the hands.

If the hands are stained there is nothing that will remove the stains as well as lemon. Cut a lemon in halves and apply the cut surface as if it were soap.

To Clean Ink Stains from Fingers

Rub ink spots with a match, then wash in soap.

To Remove Tea Stains from China

Salt and vinegar will remove tea stains from china.

To Prevent Greasy Dishwater

Add a tablespoon of ammonia to a basin of dishwater and it will not become greasy.

To Clean Unvarnished Black Walnut

Milk, sour or sweet, well rubbed in with an old, soft flannel, will make black walnut look new.

A Good Way to Clean Mica in Stove Doors

To clean mica in a wood stove that has become blackened with smoke, carefully take it out, and thoroughly wash it with vinegar. If the black does not come off at once, let it soak a little.

To Clean Cut Glass

Gently scrub with a small brush and soapy water containing a little ammonia.

To Clean Ivory Ornaments

When ivory ornaments become yellow or dusky, wash them well in soap and water with a small soft brush, to clean the carvings, and then place them, while wet, in the sunshine.

Wet them with soapy water for two or three days, several times a day, still keeping them in the sunshine, then wash them again, and they will be perfectly white.

To Dust Furniture

Warm dusters make the polishing of furniture so much easier, and a more brilliant polish is acquired.

To Clean Dishes

Any dish that seems to require soaking until the next meal washes easily if placed upside down in a pan of hot water and steamed a few minutes. Steaming cleans dishes much quicker than soaking.

Vintage Housewife Cleaning Dishes in the Sink
(Source: ©everett225/Depositphotos.com)

To Clean Copper or Brassware

Make a simple paste using flour, salt, and vinegar. Simply brush it on, let it sit for a while, then rinse it off with clear water. You can also use ordinary tomato catsup. It may require more than one application if the tarnish is severe.

To Clean Wine Decanters

Cut some brown paper into very small bits, so as to go with ease into the decanters then cut a few pieces of soap very small, and put some water, milk-warm, into the decanters, upon the soap and paper put in also a little baking soda. By well working this about in the decanters it will take off the crust of the wine and give the glass a fine polish.

To Clean Badly Burned Pot

Half fill with cold water, then cook in it one whole onion unpeeled until soft.

To Store Silver Tea and Coffee Pot

When putting away those not in use every day, lay a little stick across the top under the cover or lid. This will allow fresh air to get in and prevent the mustiness of the contents, familiar to hotel and boardinghouse sufferers.

Homemade Silver Cleaning Recipe

Heed this old fashioned kitchen cleaning tip: Never allow suds or a particle of soap to touch old fashioned silver or plated ware!

To clean silverware easily, save water in which potatoes have been boiled with a little salt and let it become sour, which it will do in a few days heat and wash the articles with a damp woolen cloth, rinsing in pure water, dry and polish with chamois leather.

To Remove Egg Stain from Silver

Salt will remove the stain from silver caused by eggs, when applied dry with a soft cloth.

To Store Silverware

When set away in a drawer or chest, silver keeps best wrapped in dark-blue tissue paper.

Homemade Silver Polishing Cloth for Wiping Silverware

An old linen tablecloth cut up in pieces of convenient size, hemmed, and marked "Silver," is very handy.

Use the old fashioned kitchen cleaning tips with caution and common sense, and always AT YOUR OWN RISK. There is no guarantee that these tips will work on today's synthetic materials, and some methods might actually ruin them.

About the Old Fashioned Kitchen Cleaning Tips

The Domestic Vacuum Cleaner
(Source: Vintage Magazine circa 1912)

There's old fashioned kitchen cleaning tips for cleaning items such as floors, wool carpets, mirrors, and marble fireplaces. There's even some old time silver cleaning tips. That's because cleaning and polishing silver plate was — and is — always a chore that takes time and much effort. It's never fun.

I can remember helping Mom to polish her silver tea set whenever she needed it for a special occasion. It seemed to take hours and eventually tiring of it, she wrapped her silverware in blue tissue paper (see the silver storing tip above) and packed it away in an old wooden storage trunk.

Much later, my wife inherited her silverware and it's stored unused, and still wrapped and protected in that old blue paper!

However, if you enjoy using your silver plate, one of these old fashioned kitchen cleaning tips might make the polishing chore a little easier. Anyway, it's worth a try. Desserts do look spectacular when served on a shiny silver tray.

Browse through this collection of old fashioned kitchen cleaning tips for ideas on how to clean windows, how to brighten carpets, how to remove odors, or how to clean old fashioned items.

Enjoy reading and experimenting. You might discover the solution you've been looking for. Myself, I love the old fashioned kitchen cleaning tips below.


Factors To Take Into Consideration Before Purchasing the Best Wine Making Kit

There are tons and tons of wine making kits available not at local wine stores, but also online. Some of them may do a great job and serve their purpose marvelously, whereas some may just fail to live up to your expectations, leaving you disappointed in the end.

Now, we understand that choosing one kit out of so many available options is an unnerving task and can prove to be rather stressful. To make your job easier, we have compiled a list of factors you must take into consideration before purchasing the best winemaking kit. So, kick back, relax, and read on to make the perfect choice.

1. Your Expectations

The first thing to take into consideration before buying the best winemaking kit is determining what exactly you desire out of the wine you wish to produce. This depends on the fruit you choose for it. Even if you don’t have a certain grape varietal in mind, take into account the style, characteristics, richness, roundedness, texture, and palates that you wish for your first batch of wine to comprise of.

Considering what type of wine you usually enjoy is another easy way to choose the best wine making kit that works perfectly for you. However, bear in mind that a chief factor to never forget while buying a new product is starting small and simple. Do not, by any means, go overboard and splurge on products that are too complicated for your beginner-level expertise.

2. Types Of Wine Making Kits

Before taking your pick, understand and research more about the types of wine making kits available in the market today.

There are four types that very widely used – a mix of concentrated and unfiltered grape juice, entirely pure grape juice (which require no water whatsoever), partially concentrated grape juice and entirely concentrated grape juice. The latter two will require you to ass water in order to make a regular 5 to 6 gallons of wine enough to fill 19 to 23 litre bottles.

We don’t mean to get too technical about the procedure, but the juice that is mentioned above refers to the fluid extracted from the grapefruit, whereas the concentrate is mainly just grape juice with the removal of a certain amount of water.

Each one of these kits should be delivered to you with all the ingredients required to make the wine. Apart from the juice, other extra nutrients, yeast, acids, and tannins should be included as well. Nonetheless, the equipment to produce the beverage, along with the wine bottles and corks, will be an expense that you will have to bear separately.

3. Your Taste Buds

All the types of winemaking kits mentioned above differ in taste, style, and the amount of time required to make the wine. Ask yourself what your preferred type of wine is, what do you enjoy the most. Is it dark reds that you fancy? The rich, full-bodied ones? Dessert wines, perhaps?

No matter what pleases your palate, make sure you take your taste buds into consideration before choosing one. After all, you will be producing many gallons of wine with every batch. We’re sure you don’t want to be stuck with gallons of wine that doesn’t bode well with your taste buds.

This may seem quite obvious however, many people forget this very important factor. It is important to bear in mind the style of wine you enjoy the most since you will be drinking many glasses of post-production.

Winemaking kits are available for all chief wine styles, from full-bodied reds and whites to fruit wines and port-styles to rosés and desserts there are many options for you to choose from.

Do thorough research ahead of time because we all know that not all Chardonnays have the same taste, much like not all apples are juicy and red. If you know for sure what you prefer, make sure you read the product descriptions carefully to have a rough idea about the outcome of the kit.

4. Time Required To Make The Wines

It is very important to take into account the amount of time that will be required for your wines to be made and aged, thus being fully ready to be poured into a glass. Many winemaking kits available out there need 4, 6 or 8 weeks to prepare the wine and then the aging of the same relies on the style and persistence of the wine producer.

Bear in mind that some wine making kits profit significantly when aged for extended periods of time, anywhere from around 5 months for white wines to 12-18 months or probably more for red wines.

Take into account whether you need to have your wines ready for a party on a particular date, as well as the amount of time you are willing to let your first batch of wine age before pouring it into a glass and relishing it.

Each product description will give you a fair idea about the ideal amount of time requires however, the general idea is that greater format kits with larger boxes work much better for aging wines.

On the contrary, smaller format kits help prepare wines at a short notice. The reason for this is that since the box is smaller, the concentrate percentage is higher as compared to juice, and concentrate kits don’t usually need a lot of time to age.

5. Price Point

Last but not least, the price point plays an important role when purchasing the best wine making kits. It is wise to do thorough research, and have a budget in mind before making the splurge. This will help evade the possibility of feeling guilty in case you overspend.

Also, opting for a less expensive wine making kit is a smart decision for beginners. If you have just entered the winemaking world, it’s a great idea to ease your way into your new-fangled interest without the splurging a lot of money.

However, bear in mind that certain wine making kits, within the same brand, are priced exorbitantly for very reasonable reasons. This is because an expensive kit guarantees wine that is much richer and better tasting. Look at the price per bottle instead of the price of the kit, even as you shop at the higher end of the spectrum, you will realise that the cost per wine bottle is still more reasonable than purchasing an analogous bottle from the wine shop.

Once you take your pick, make sure you read and understand the directions to assemble and use the product and whether you have all the equipment parts required before you commence the process. A regular wine making kit will only require a covered fermenter made out of plastic, a long good-grade plastic spoon, measuring tools, a glass carboy, an airlock and bung, a hydrometer and siphon hoses.

Regardless of whether you’re planning on making reds, whites, desserts, rosés or any other varietal, wine making kits are bound to make the process a lot easier. Even when you know what to look for while purchasing a kit, you are still left with so many options to choose from.

Well, here we are making your job even easier. We know that while many kits help to produce a great batch of wine, but many miserably fail at serving the purpose as well. So, we did all the research we possibly could for you so you don’t have to rack your brain while making the purchase. So, here we have for you our top 10 best wine making kits as per 2021.

You no longer have to be nervous about making a choice. Just pick one from the list below and have fun fermenting and producing your favourite wines at home!


5 Tips for Cleaning Glass Without Streaks

Although not as cringe-worthy as other household chores, like scrubbing down the old toilet bowl, window cleaning is nonetheless tedious and repetitive. The task takes on a new level of annoyance when all that careful spraying and wiping results in a mess of streaks. To add insult to injury, they often reveal themselves only when they catch the light just so, a phenomenon that almost always occurs when company is over.

Fortunately, it doesn't have to be that way! Much like other cleaning chores, taking care of glass, whether it's a window or a mirror or a coffee table, is more about the tools than the actual elbow grease involved. With the right stuff in your bucket, you can get your glass streak-free and crystal-clear in no time. So check out the next page to start our simple list of five tips that'll surely have your glass surfaces sparkling with little effort or expense. It's isn't rocket science, either – the first tip has largely to do with something that should be common sense, but often isn't! Keep reading to find out.

Although it might all look the same to the untrained eye, the truth is that the quality of the water which flows from your tap can vary wildly from place to place. This isn't such a big deal if you're cleaning countertops or flooring, but since glass shows every little imperfection it will be very apparent if any impurities are involved in the process. Since many people dilute glass cleaner with water this can have a major impact on how your glass surfaces look after a good cleaning. Hard water, in particular has a higher concentration of dissolved minerals such as magnesium and calcium, which will almost definitely result in an unsightly, streaky mess when combined with your cleaner.

Instead of diluting glass cleaner using water from the tap, consider using distilled water. It doesn't have all the minerals in it that can be present in tap water, so it won't leave behind any streaky deposits on your bathroom mirror. Unless you need very large quantities, distilled water is relatively inexpensive and easy enough to purchase from the local grocery store. If you're really pinching pennies you can actually whip up a batch from the comfort of your own home!

Vinegar is one of those all-purpose ingredients that's tough to live without, and is a staple in most pantries. Indeed, it's as great on a salad as it in on your mirror, and best of all it costs practically nothing! It's also all-natural, which is a serious selling point to people who want to clean green. The best type of vinegar for cleaning purposes is distilled white vinegar. It's non-toxic, antibacterical and its acidic content is completely safe for skin, pets, children and living things in general.

So, whether you're out of your usual glass cleaner or you're just looking for a cheaper option, white vinegar can work wonders on your windows and mirrors. Mix it up with warm water (again, soft or distilled H20 for best results) at a 50/50 ratio. Load into a reusable spray bottle and then just spritz and wipe as you would any other cleaner. Another glass-cleaning recipe calls for 1 cup (236 milliliters) of water mixed with 1 cup of rubbing alcohol and 1 tablespoon of vinegar (rubbing alcohol also prevents glass streaks) [source: Aguirre].

Similar to standard cleaners, vinegar water comes with its own aroma. The smell will stick around for a bit, but will fade quickly. However, if you gag at the scent of vinegar, you might save this particular brand of streak-free cleaner for use on outdoor glass.

Soap is king if you're looking to work up a nice lather. However, when used incorrectly, suds will only leave glass surfaces covered in ugly streaks. If the task at hand truly necessitates a deep clean, be sparing with the amount of soap you add to the solution. Chi va piano va sano e va lontano!

It doesn't take much soap to get rid of that dirt, and using too much will result in an overly dense cleaner that can leave a streaky residue on the glass. To concoct your very own batch, simply mix up 2 quarts (1.9 liters) of water with 2 quarts of rubbing alcohol. Then add three (that's right – only three) gocce of liquid dishwashing soap to the mixture [source: Mrs. Clean].

If you're not against chemicals you can substitute sudsy ammonia which is already mixed with the right ratio of soap. In that case, mix 1 ounce (29 milliliters) of soapy ammonia, 4 ounces of rubbing alcohol and 3.3 cups (780 milliliters) of water [source: Cleverly Simple].

Do some experimenting to find the right formula that works for you. As with any homemade glass cleaner, pour your mixture into a spray bottle, label it, and keep it away from children.


You'll learn to cook and eat healthy food. More important, you'll feel awesome.

1) Every meal and snack is homemade if you don't know how to cook this challenge will teach you how. If you follow the scheduled prep, the making of meals is easy — and there are step-by-step photos for each day. The plan is low-carb and gluten-free with an emphasis on lean protein and fresh produce. There's no processed food allowed.

2) Each recipe is calculated for one person, as is the grocery list. Every day, you'll eat three meals and two snacks (one snack after lunch, one after dinner) for a daily total of 1,300–1,600 calories.

3) It's important that you follow the meal plan in order since most of the recipes call for leftover ingredients from previous days.

4) You can start the challenge on any Saturday. Day One of the challenge is actually Sunday, but there is some prep (like grocery shopping) to do Saturday.

5) There are two really helpful weekly calendars that you can print or bookmark online. It will help by giving you an overview of all your meals, prep work for the next day, and what uses leftovers. Print the Week 1 calendar here and the Week 2 calendar here.

6) All of the weekday lunches and snacks are portable so you can take them to work, to class, or wherever you need to go. There are instructions with each of the lunches and snacks on how to pack them to go. If you're packing lunches to go and eating at work, you might want to keep salt, pepper, and a paring knife at the office just in case, but our schedule has you prep everything at home beforehand.

7) You'll go grocery shopping twice: once on Saturday, the day before you start Week One of the challenge, and again the following Saturday before Week Two begins. The grocery lists are a separate PDF file that you can print here.

We calculated (using peapod.com) that the total cost of groceries for two weeks will be about $350, about $25 per day, $7 per meal and $2 per snack. This cost will vary based on where you shop and if you prioritize things like organic vegetables and cage-free eggs. The second shopping trip is lighter than the first since you'll already have all the pantry stuff you need. We tried to be as cost conscious as possible by not calling for many varieties of the more costly ingredients like herbs and nuts while still keeping things delicious — but you can still easily cut costs by skipping herbs, buying frozen proteins, etc. Our grocery list also provides substitutions for some of the costly ingredients — like instead of buying dried figs you can buy raisins.

8) You'll freeze some of your meat and fish since you're buying everything at the beginning of the week, which means we'll tell you exactly when to thaw the proteins, so make sure you stay on top of that! Nothing's worse than getting excited about salmon for dinner and coming home to a block of frozen fish. If you don't want to freeze your proteins, you can buy them the day you're scheduled to use them and put them right in the fridge if you have time for additional trips to the grocery store — that's up to you.

9) Protein amounts are different for men and women. Every serving of protein is 4 ounces for women and 8 ounces for men, and servings of nuts are also doubled for men. This is noted in every relevant recipe, so you'll get a heads-up every time. But all the calorie counts and nutrition breakdowns are calculated based on women's serving sizes.

10) You need to drink about six glasses of water per day. The specific amount is 60 ounces (7½ cups) of water per day, but there's no need to obsessively measure just know that most water glasses hold about 10 ounces, so six of those will get you to your goal.


11) Salt amounts matter and they are specified in the recipes.
Be sure to follow them to get the full results of the detox!

12) Aim to eat every three to four hours, and try not to eat within two hours of bedtime.

13) No coffee and no booze. Sì, avete letto bene. If you can't go two weeks without caffeine, you can drink up to 24 ounces (3 cups) of green tea per day. Alcohol is not allowed on the challenge. But we understand that even if we say that, some of you will cheat. So if you decide to break this rule, limit yourself to two glasses of wine, maximum, over the course of the two weeks.


Guarda il video: RENDAM KEPALA BABI+VIXAL=HASIL TERSERAM YANG PERNAH ADA! (Giugno 2022).