Nuove ricette

Michelin rilascia la guida 2016 per Rio de Janeiro e San Paolo

Michelin rilascia la guida 2016 per Rio de Janeiro e San Paolo


We are searching data for your request:

Forums and discussions:
Manuals and reference books:
Data from registers:
Wait the end of the search in all databases.
Upon completion, a link will appear to access the found materials.

Quattro ristoranti ricevono la loro prima stella Michelin

Il D.O.M. di Alex Atala rimane l'unico ristorante in Brasile con due stelle.

Michelin ha svelato le sue ultime stelle per il Brasile nella sua guida 2016 al paese, solo la seconda edizione che ha pubblicato per la nazione sudamericana. a San Paolo rimane l'unico stabilimento brasiliano con una valutazione a due stelle.

Quattro ristoranti hanno ricevuto la loro prima stella Michelin: Eleven Rio a Rio De Janeiro, Esquina Mocotó, Kan Suke e Tête à Tête a San Paolo. Eleven Rio serve cucina internazionale degli chef Joachim Koerper e Paulo Leite, e Kan Suke è un ristorante giapponese all'interno di un centro commerciale.

La guida presenta anche selezioni di Bib Gourmad (ristoranti meno costosi che hanno un buon rapporto qualità-prezzo) e prenotazioni di hotel, per un totale di 160 ristoranti e 44 hotel in totale.

Dai un'occhiata alla nostra carrellata di 17 migliori ristoranti in Brasile.


Chef

Roberta Sudbrack è gaucha, nata a Porto Alegre, ma carioca per scelta. Ha scelto la città per vivere e aprire nel 2005 il ristorante che porta il suo nome, diventando un'icona della buona tavola di Rio de Janeiro e un riferimento dell'alta cucina brasiliana. La sua formazione è del tutto autodidatta. Il senso di brasiliana delle loro entrate mostra un'opera autoriale e creativa.

In precedenza, ha diretto per sette anni la cucina del Palazzo Alvorada, residenza ufficiale del Presidente della Repubblica del Brasile, sotto mandato del Presidente Fernando Henrique Cardoso. È stata la prima chef nella storia di quasi cinquant'anni del Palazzo. Roberta era responsabile di tutti i pasti del Presidente, così come di tutte le cene e banchetti per i funzionari stranieri. Tra questi, il re Juan Carlos e la regina Sofia di Spagna l'erede al trono d'Inghilterra, il principe Carlo, il primo ministro Tony Blair il presidente italiano Ciampi Carlos Fidel Castro tutti presidenti dell'America Latina oltre a Clinton, Jacques Chirac e diversi altri capi di stato e governo che hanno visitato il Brasile in quel periodo.

Da quando ha aperto il suo ristorante, la chef è stata innovativa: ha creato un menu degustazione che cambia ogni giorno in base alla freschezza degli ingredienti. Ha unito i concetti di gastronomia con la moda, il design, la musica e la letteratura per aggiornare le sue referenze e lanciare ogni anno le sue collezioni gastronomiche. Così ogni anno Roberta espone il suo ragionamento culinario a partire da un tema ispiratore per le ricette.

Roberta definisce la sua cucina brasiliana moderna, alla ricerca di preservare il nostro patrimonio culinario, senza limitarsi all'etichetta di un alimento regionale. ” Cerco la conservazione della memoria e dei sapori tipici di ogni ingrediente, che permetta che ogni singola ricetta che creo e sviluppo sia, allo stesso tempo, un campo di conoscenza e un argomento che sostengo, per salvare Gli ingredienti brasiliani sono sottovalutati ”, dice. Le sue creazioni portano una modernità tipica di una generazione di chef che ha compiuto una vera trasformazione nella gastronomia nazionale che mostra un paese con diversità di influenze e collegato a varie tendenze culinarie mondiali.

L'essenza della creazione di Roberta è presente nel libro ‘Io sono il gambero ensopadinho con chucho’ uso innovativo della rivista linguistica e ocra, lanciato lo scorso anno. Lo chef ha altre due pubblicazioni: ‘A chef, A palace’ (2002) e ‘Good for dogs – cucina canina’ (2004).

Nel 2015 Roberta completa vent'anni di carriera (e dieci come titolare del ristorante) come uno dei più importanti e premiati chef brasiliani. A settembre è stata eletta miglior chef donna dell'America Latina (Restaurant Magazine, Inghilterra). La RS ha tre stelle nella Guia Quatro Rodas e una stella nella Michellin, oltre a innumerevoli premi e riconoscimenti ricevuti durante questo decennio. E la celebrazione arriva con una novità: l'apertura di 'Da Roberta', il suo street food bar, che mescola arte urbana e ingredienti esclusivi.

Descrivi la tua filosofia culinaria in 4 parole…

Purezza, semplicità, rispetto della natura e del produttore, fare a mano e cuocere a fuoco.

Qual è il tuo obiettivo?
Felicità in cucina e a tavola…

Qual è la tua più grande ispirazione?

La semplicità del brasiliano di tutti i giorni

Quali quattro cose porteresti su un'isola deserta?

Il mio amore, i miei cani e un fiammifero per accendere il fuoco in cucina!

  • Restaurant Magazine First Guide Star edizione Michelin 2015
  • Veuve Clicquot miglior chef donna dell'America Latina 2015
  • #10 | I 50 migliori ristoranti dell'America Latina, 2014
  • Miglior Chef | Epoca Magazine, 2012/13
  • Miglior Chef | Giornale O Globo, 2011-13
  • 3 * | 4 Guida Brasile Rodas, 2012

Avenida Lineu de Paula Machado

Iscriviti qui alla rivista FOUR

Sostieni la Fondazione FOUR

Rodolfo Guzmán | Uomo mapuche moderno

Celebrando le radici autoctone del Cile, Rodolfo Guzmán ha inserito il paese latinoamericano sulla mappa culinaria del suo ristorante Boragó, scrive Sophie Cater.

#FOURNews | Guida Michelin – Rio de Janeiro e San Paolo

Con i Giochi Olimpici proprio dietro l'angolo, la seconda selezione della Guida Michelin mette in mostra la dinamica scena culinaria di queste due città, quindi non rimarrai mai affamato…

Acai, formaggio di capra e rapadura

Una ricetta di dessert davvero elegante dal top chef Alberto Landgraf del ristorante Epice…yum di San Paolo!

#FOURNews | Un assaggio di ‘Obsession 16’

FOUR ritrova il gusto dell'evento ‘Obsession 16’ ufficialmente iniziato con Jean-Luc Rocha, presso il premiato ristorante Northcote lo scorso venerdì…


Chef

Roberta Sudbrack è gaucha, nata a Porto Alegre, ma carioca per scelta. Ha scelto la città per vivere e aprire nel 2005 il ristorante che porta il suo nome, diventando un'icona della buona tavola di Rio de Janeiro e un riferimento dell'alta cucina brasiliana. La sua formazione è del tutto autodidatta. Il senso di brasiliana delle loro entrate mostra un'opera autoriale e creativa.

In precedenza, ha diretto per sette anni la cucina del Palazzo Alvorada, residenza ufficiale del Presidente della Repubblica del Brasile, sotto mandato del Presidente Fernando Henrique Cardoso. È stata la prima chef nella storia di quasi cinquant'anni del Palazzo. Roberta era responsabile di tutti i pasti del Presidente, così come di tutte le cene e banchetti per i funzionari stranieri. Tra questi, il re Juan Carlos e la regina Sofia di Spagna l'erede al trono d'Inghilterra, il principe Carlo, il primo ministro Tony Blair il presidente italiano Ciampi Carlos Fidel Castro tutti presidenti dell'America Latina oltre a Clinton, Jacques Chirac e diversi altri capi di stato e governo che hanno visitato il Brasile in quel periodo.

Da quando ha aperto il suo ristorante, la chef è stata innovativa: ha creato un menu degustazione che cambia ogni giorno in base alla freschezza degli ingredienti. Ha unito i concetti di gastronomia con la moda, il design, la musica e la letteratura per aggiornare le sue referenze e lanciare ogni anno le sue collezioni gastronomiche. Così ogni anno Roberta espone il suo ragionamento culinario a partire da un tema ispiratore per le ricette.

Roberta definisce la sua cucina brasiliana moderna, alla ricerca di preservare il nostro patrimonio culinario, senza limitarsi all'etichetta di un alimento regionale. ” Cerco la conservazione della memoria e dei sapori tipici di ogni ingrediente, che permetta ad ogni singola ricetta che creo e sviluppo di essere, allo stesso tempo, un campo di conoscenza e un argomento che sostengo, per salvare Gli ingredienti brasiliani sono sottovalutati ”, dice. Le sue creazioni portano una modernità tipica di una generazione di chef che ha compiuto una vera trasformazione sulla gastronomia nazionale che mostra un paese con diversità di influenze e collegato a varie tendenze culinarie mondiali.

L'essenza della creazione di Roberta è presente nel libro ‘Io sono il gambero ensopadinho con chucho’ uso innovativo della rivista linguistica e ocra, lanciato lo scorso anno. Lo chef ha altre due pubblicazioni: ‘A chef, A palace’ (2002) e ‘Good for dogs – cucina canina’ (2004).

Nel 2015 Roberta completa vent'anni di carriera (e dieci come titolare del ristorante) come uno dei più importanti e premiati chef brasiliani. A settembre è stata eletta miglior chef donna dell'America Latina (Restaurant Magazine, Inghilterra). La RS ha tre stelle nella Guia Quatro Rodas e una stella nella Michellin, oltre a innumerevoli premi e riconoscimenti ricevuti durante questo decennio. E la celebrazione arriva con una novità: l'apertura di 'Da Roberta', il suo street food bar, che mescola arte urbana e ingredienti esclusivi.

Descrivi la tua filosofia culinaria in 4 parole…

Purezza, semplicità, rispetto della natura e del produttore, fare a mano e cuocere a fuoco.

Qual è il tuo obiettivo?
Felicità in cucina e a tavola…

Qual è la tua più grande ispirazione?

La semplicità del brasiliano di tutti i giorni

Quali quattro cose porteresti su un'isola deserta?

Il mio amore, i miei cani e un fiammifero per accendere il fuoco in cucina!

  • Restaurant Magazine First Guide Star edizione Michelin 2015
  • Veuve Clicquot miglior chef donna dell'America Latina 2015
  • #10 | I 50 migliori ristoranti dell'America Latina, 2014
  • Miglior Chef | Epoca Magazine, 2012/13
  • Miglior Chef | Giornale O Globo, 2011-13
  • 3 * | 4 Guida Brasile Rodas, 2012

Avenida Lineu de Paula Machado

Iscriviti qui alla rivista FOUR

Sostieni la Fondazione FOUR

Rodolfo Guzmán | Uomo mapuche moderno

Celebrando le radici autoctone del Cile, Rodolfo Guzmán ha inserito il paese latinoamericano sulla mappa culinaria del suo ristorante Boragó, scrive Sophie Cater.

#FOURNews | Guida Michelin – Rio de Janeiro e San Paolo

Con i Giochi Olimpici proprio dietro l'angolo, la seconda selezione della Guida Michelin mette in mostra la dinamica scena culinaria di queste due città, quindi non rimarrai mai affamato…

Acai, formaggio di capra e rapadura

Una ricetta di dessert davvero elegante dal top chef Alberto Landgraf del ristorante Epice…yum di San Paolo!

#FOURNews | Un assaggio di ‘Obsession 16’

FOUR ritrova il gusto dell'evento ‘Obsession 16’ ufficialmente iniziato con Jean-Luc Rocha, presso il premiato ristorante Northcote lo scorso venerdì…


Chef

Roberta Sudbrack è gaucha, nata a Porto Alegre, ma carioca per scelta. Ha scelto la città per vivere e ha aperto nel 2005 il ristorante che porta il suo nome, diventando un'icona della buona tavola di Rio de Janeiro e un riferimento dell'alta cucina brasiliana. La sua formazione è del tutto autodidatta. Il senso di brasiliana delle loro entrate mostra un'opera autoriale e creativa.

In precedenza, ha diretto per sette anni la cucina del Palazzo Alvorada, residenza ufficiale del Presidente della Repubblica del Brasile, sotto mandato del Presidente Fernando Henrique Cardoso. È stata la prima chef nella storia di quasi cinquant'anni del Palazzo. Roberta era responsabile di tutti i pasti del Presidente, così come di tutte le cene e banchetti per i funzionari stranieri. Tra questi, il re Juan Carlos e la regina Sofia di Spagna l'erede al trono d'Inghilterra, il principe Carlo, il primo ministro Tony Blair il presidente italiano Ciampi Carlos Fidel Castro tutti presidenti dell'America Latina oltre a Clinton, Jacques Chirac e diversi altri capi di stato e governo che hanno visitato il Brasile in quel periodo.

Da quando ha aperto il suo ristorante, la chef è stata innovativa: ha creato un menu degustazione che cambia ogni giorno in base alla freschezza degli ingredienti. Ha unito i concetti di gastronomia con la moda, il design, la musica e la letteratura per aggiornare le sue referenze e lanciare ogni anno le sue collezioni gastronomiche. Così ogni anno Roberta espone il suo ragionamento culinario a partire da un tema ispiratore per le ricette.

Roberta definisce la sua cucina brasiliana moderna, alla ricerca di preservare il nostro patrimonio culinario, senza limitarsi all'etichetta di un alimento regionale. ” Cerco la conservazione della memoria e dei sapori tipici di ogni ingrediente, che permetta ad ogni singola ricetta che creo e sviluppo di essere, allo stesso tempo, un campo di conoscenza e un argomento che sostengo, per salvare Gli ingredienti brasiliani sono sottovalutati ”, dice. Le sue creazioni portano una modernità tipica di una generazione di chef che ha compiuto una vera trasformazione sulla gastronomia nazionale che mostra un paese con diversità di influenze e collegato a varie tendenze culinarie mondiali.

L'essenza della creazione di Roberta è presente nel libro ‘Io sono il gambero ensopadinho con chucho’ uso innovativo della rivista linguistica e ocra, lanciato lo scorso anno. Lo chef ha altre due pubblicazioni: ‘A chef, A palace’ (2002) e ‘Good for dogs – cucina canina’ (2004).

Nel 2015 Roberta completa vent'anni di carriera (e dieci come titolare del ristorante) come uno dei più importanti e premiati chef brasiliani. A settembre è stata eletta miglior chef donna dell'America Latina (Restaurant Magazine, Inghilterra). La RS ha tre stelle nella Guia Quatro Rodas e una stella nella Michellin, oltre a innumerevoli premi e riconoscimenti ricevuti durante questo decennio. E la celebrazione arriva con una novità: l'apertura di 'Da Roberta', il suo street food bar, che mescola arte urbana e ingredienti esclusivi.

Descrivi la tua filosofia culinaria in 4 parole…

Purezza, semplicità, rispetto della natura e del produttore, fare a mano e cuocere a fuoco.

Qual è il tuo obiettivo?
Felicità in cucina e a tavola…

Qual è la tua più grande ispirazione?

La semplicità del brasiliano di tutti i giorni

Quali quattro cose porteresti su un'isola deserta?

Il mio amore, i miei cani e un fiammifero per accendere il fuoco in cucina!

  • Restaurant Magazine First Guide Star edizione Michelin 2015
  • Veuve Clicquot miglior chef donna dell'America Latina 2015
  • #10 | I 50 migliori ristoranti dell'America Latina, 2014
  • Miglior Chef | Epoca Magazine, 2012/13
  • Miglior Chef | Giornale O Globo, 2011-13
  • 3 * | 4 Guida Brasile Rodas, 2012

Avenida Lineu de Paula Machado

Iscriviti qui alla rivista FOUR

Sostieni la Fondazione FOUR

Rodolfo Guzmán | Uomo mapuche moderno

Celebrando le radici autoctone del Cile, Rodolfo Guzmán ha inserito il paese latinoamericano sulla mappa culinaria del suo ristorante Boragó, scrive Sophie Cater.

#FOURNews | Guida Michelin – Rio de Janiero e San Paolo

Con i Giochi Olimpici proprio dietro l'angolo, la seconda selezione della Guida Michelin mette in mostra la dinamica scena culinaria di queste due città, quindi non rimarrai mai affamato…

Acai, formaggio di capra e rapadura

Una ricetta di dessert davvero elegante dal top chef Alberto Landgraf del ristorante Epice…yum di San Paolo!

#FOURNews | Un assaggio di ‘Obsession 16’

FOUR ritrova il gusto dell'evento ‘Obsession 16’ ufficialmente iniziato con Jean-Luc Rocha, presso il premiato ristorante Northcote lo scorso venerdì…


Chef

Roberta Sudbrack è gaucha, nata a Porto Alegre, ma carioca per scelta. Ha scelto la città per vivere e aprire nel 2005 il ristorante che porta il suo nome, diventando un'icona della buona tavola di Rio de Janeiro e un riferimento dell'alta cucina brasiliana. La sua formazione è del tutto autodidatta. Il senso di brasiliana delle loro entrate mostra un'opera autoriale e creativa.

In precedenza, ha diretto per sette anni la cucina del Palazzo Alvorada, residenza ufficiale del Presidente della Repubblica del Brasile, sotto mandato del Presidente Fernando Henrique Cardoso. È stata la prima chef nella storia di quasi cinquant'anni del Palazzo. Roberta era responsabile di tutti i pasti del Presidente, così come di tutte le cene e banchetti per i funzionari stranieri. Tra questi, il re Juan Carlos e la regina Sofia di Spagna l'erede al trono d'Inghilterra, il principe Carlo, il primo ministro Tony Blair il presidente italiano Ciampi Carlos Fidel Castro tutti presidenti dell'America Latina oltre a Clinton, Jacques Chirac e diversi altri capi di stato e governo che hanno visitato il Brasile in quel periodo.

Da quando ha aperto il suo ristorante, la chef è stata innovativa: ha creato un menu degustazione che cambia ogni giorno in base alla freschezza degli ingredienti. Ha unito i concetti di gastronomia con la moda, il design, la musica e la letteratura per aggiornare le sue referenze e lanciare ogni anno le sue collezioni gastronomiche. Così ogni anno Roberta espone il suo ragionamento culinario a partire da un tema ispiratore per le ricette.

Roberta definisce la sua cucina brasiliana moderna, alla ricerca di preservare il nostro patrimonio culinario, senza limitarsi all'etichetta di un alimento regionale. ” Cerco la conservazione della memoria e dei sapori tipici di ogni ingrediente, che permetta che ogni singola ricetta che creo e sviluppo sia, allo stesso tempo, un campo di conoscenza e un argomento che sostengo, per salvare Gli ingredienti brasiliani sono sottovalutati ”, dice. Le sue creazioni portano una modernità tipica di una generazione di chef che ha compiuto una vera trasformazione sulla gastronomia nazionale che mostra un paese con diversità di influenze e collegato a varie tendenze culinarie mondiali.

L'essenza della creazione di Roberta è presente nel libro ‘Io sono il gambero ensopadinho con chucho’ uso innovativo della rivista linguistica e ocra, lanciato lo scorso anno. Lo chef ha altre due pubblicazioni: ‘A chef, A palace’ (2002) e ‘Good for dogs – cucina canina’ (2004).

Nel 2015 Roberta completa vent'anni di carriera (e dieci come titolare del ristorante) come uno dei più importanti e premiati chef brasiliani. A settembre è stata eletta miglior chef donna dell'America Latina (Restaurant Magazine, Inghilterra). La RS ha tre stelle nella Guia Quatro Rodas e una stella nella Michellin, oltre a innumerevoli premi e riconoscimenti ricevuti durante questo decennio. E la festa arriva con una novità: l'apertura di 'Da Roberta', il suo street food bar, che mescola arte urbana e ingredienti esclusivi.

Descrivi la tua filosofia culinaria in 4 parole…

Purezza, semplicità, rispetto della natura e del produttore, fare a mano e cuocere a fuoco.

Qual è il tuo obiettivo?
Felicità in cucina e a tavola…

Qual è la tua più grande ispirazione?

La semplicità del brasiliano di tutti i giorni

Quali quattro cose porteresti su un'isola deserta?

Il mio amore, i miei cani e un fiammifero per accendere il fuoco in cucina!

  • Restaurant Magazine First Guide Star edizione Michelin 2015
  • Veuve Clicquot miglior chef donna dell'America Latina 2015
  • #10 | I 50 migliori ristoranti dell'America Latina, 2014
  • Miglior Chef | Epoca Magazine, 2012/13
  • Miglior Chef | Giornale O Globo, 2011-13
  • 3 * | 4 Guida Brasile Rodas, 2012

Avenida Lineu de Paula Machado

Iscriviti qui alla rivista FOUR

Sostieni la Fondazione FOUR

Rodolfo Guzmán | Uomo mapuche moderno

Celebrando le radici autoctone del Cile, Rodolfo Guzmán ha inserito il paese latinoamericano sulla mappa culinaria del suo ristorante Boragó, scrive Sophie Cater.

#FOURNews | Guida Michelin – Rio de Janeiro e San Paolo

Con i Giochi Olimpici proprio dietro l'angolo, la seconda selezione della Guida Michelin mette in mostra la dinamica scena culinaria di queste due città, quindi non rimarrai mai affamato…

Acai, formaggio di capra e rapadura

Una ricetta di dessert davvero elegante dal top chef Alberto Landgraf del ristorante Epice…yum di San Paolo!

#FOURNews | Un assaggio di ‘Obsession 16’

FOUR ritrova il gusto dell'evento ‘Obsession 16’ ufficialmente iniziato con Jean-Luc Rocha, presso il premiato ristorante Northcote lo scorso venerdì…


Chef

Roberta Sudbrack è gaucha, nata a Porto Alegre, ma carioca per scelta. Ha scelto la città per vivere e ha aperto nel 2005 il ristorante che porta il suo nome, diventando un'icona della buona tavola di Rio de Janeiro e un riferimento dell'alta cucina brasiliana. La sua formazione è del tutto autodidatta. Il senso di brasiliana delle loro entrate mostra un'opera autoriale e creativa.

In precedenza, ha diretto per sette anni la cucina del Palazzo Alvorada, residenza ufficiale del Presidente della Repubblica del Brasile, sotto mandato del Presidente Fernando Henrique Cardoso. È stata la prima chef nella storia di quasi cinquant'anni del Palazzo. Roberta era responsabile di tutti i pasti del Presidente, così come di tutte le cene e banchetti per i funzionari stranieri. Tra questi, il re Juan Carlos e la regina Sofia di Spagna l'erede al trono d'Inghilterra, il principe Carlo, il primo ministro Tony Blair il presidente italiano Ciampi Carlos Fidel Castro tutti presidenti dell'America Latina oltre a Clinton, Jacques Chirac e diversi altri capi di stato e governo che hanno visitato il Brasile in quel periodo.

Da quando ha aperto il suo ristorante, la chef è stata innovativa: ha creato un menu degustazione che cambia ogni giorno in base alla freschezza degli ingredienti. Ha unito i concetti di gastronomia con la moda, il design, la musica e la letteratura per aggiornare le sue referenze e lanciare ogni anno le sue collezioni gastronomiche. Così ogni anno Roberta espone il suo ragionamento culinario a partire da un tema ispiratore per le ricette.

Roberta definisce la sua cucina brasiliana moderna, alla ricerca di preservare il nostro patrimonio culinario, senza limitarsi all'etichetta di un alimento regionale. ” Cerco la conservazione della memoria e dei sapori tipici di ogni ingrediente, che permetta ad ogni singola ricetta che creo e sviluppo di essere, allo stesso tempo, un campo di conoscenza e un argomento che sostengo, per salvare Gli ingredienti brasiliani sono sottovalutati ”, dice. Le sue creazioni portano una modernità tipica di una generazione di chef che ha compiuto una vera trasformazione sulla gastronomia nazionale che mostra un paese con diversità di influenze e collegato a varie tendenze culinarie mondiali.

L'essenza della creazione di Roberta è presente nel libro ‘Io sono il gambero ensopadinho con chucho’ uso innovativo della rivista linguistica e ocra, lanciato lo scorso anno. Lo chef ha altre due pubblicazioni: ‘A chef, A palace’ (2002) e ‘Good for dogs – cucina canina’ (2004).

Nel 2015 Roberta completa vent'anni di carriera (e dieci come titolare del ristorante) come uno dei più importanti e premiati chef brasiliani. A settembre è stata eletta miglior chef donna dell'America Latina (Restaurant Magazine, Inghilterra). La RS ha tre stelle nella Guia Quatro Rodas e una stella nella Michellin, oltre a innumerevoli premi e riconoscimenti ricevuti durante questo decennio. E la festa arriva con una novità: l'apertura di 'Da Roberta', il suo street food bar, che mescola arte urbana e ingredienti esclusivi.

Descrivi la tua filosofia culinaria in 4 parole…

Purezza, semplicità, rispetto della natura e del produttore, fare a mano e cuocere a fuoco.

Qual è il tuo obiettivo?
Felicità in cucina e a tavola…

Qual è la tua più grande ispirazione?

La semplicità del brasiliano di tutti i giorni

Quali quattro cose porteresti su un'isola deserta?

Il mio amore, i miei cani e un fiammifero per accendere il fuoco in cucina!

  • Restaurant Magazine First Guide Star edizione Michelin 2015
  • Veuve Clicquot miglior chef donna dell'America Latina 2015
  • #10 | I 50 migliori ristoranti dell'America Latina, 2014
  • Miglior Chef | Epoca Magazine, 2012/13
  • Miglior Chef | Giornale O Globo, 2011-13
  • 3 * | 4 Guida Brasile Rodas, 2012

Avenida Lineu de Paula Machado

Iscriviti qui alla rivista FOUR

Sostieni la Fondazione FOUR

Rodolfo Guzmán | Uomo mapuche moderno

Celebrando le radici autoctone del Cile, Rodolfo Guzmán ha inserito il paese latinoamericano sulla mappa culinaria del suo ristorante Boragó, scrive Sophie Cater.

#FOURNews | Guida Michelin – Rio de Janiero e San Paolo

Con i Giochi Olimpici proprio dietro l'angolo, la seconda selezione della Guida Michelin mette in mostra la dinamica scena culinaria di queste due città, quindi non rimarrai mai affamato…

Acai, formaggio di capra e rapadura

Una ricetta di dessert davvero elegante dal top chef Alberto Landgraf del ristorante Epice…yum di San Paolo!

#FOURNews | Un assaggio di ‘Obsession 16’

FOUR ritrova il gusto dell'evento ‘Obsession 16’ ufficialmente iniziato con Jean-Luc Rocha, presso il premiato ristorante Northcote lo scorso venerdì…


Chef

Roberta Sudbrack è gaucha, nata a Porto Alegre, ma carioca per scelta. Ha scelto la città per vivere e aprire nel 2005 il ristorante che porta il suo nome, diventando un'icona della buona tavola di Rio de Janeiro e un riferimento dell'alta cucina brasiliana. La sua formazione è del tutto autodidatta. Il senso di brasiliana delle loro entrate mostra un'opera autoriale e creativa.

In precedenza, ha diretto per sette anni la cucina del Palazzo Alvorada, residenza ufficiale del Presidente della Repubblica del Brasile, sotto mandato del Presidente Fernando Henrique Cardoso. È stata la prima chef nella storia di quasi cinquant'anni del Palazzo. Roberta era responsabile di tutti i pasti del Presidente, così come di tutte le cene e banchetti per i funzionari stranieri. Tra questi, il re Juan Carlos e la regina Sofia di Spagna l'erede al trono d'Inghilterra, il principe Carlo, il primo ministro Tony Blair il presidente italiano Ciampi Carlos Fidel Castro tutti presidenti dell'America Latina oltre a Clinton, Jacques Chirac e diversi altri capi di stato e governo che hanno visitato il Brasile in quel periodo.

Da quando ha aperto il suo ristorante, la chef è stata innovativa: ha creato un menu degustazione che cambia ogni giorno in base alla freschezza degli ingredienti. Ha unito i concetti di gastronomia con la moda, il design, la musica e la letteratura per aggiornare le sue referenze e lanciare ogni anno le sue collezioni gastronomiche. Così ogni anno Roberta espone il suo ragionamento culinario a partire da un tema ispiratore per le ricette.

Roberta definisce la sua cucina brasiliana moderna, alla ricerca di preservare il nostro patrimonio culinario, senza limitarsi all'etichetta di un alimento regionale. ” Cerco la conservazione della memoria e dei sapori tipici di ogni ingrediente, che permetta che ogni singola ricetta che creo e sviluppo sia, allo stesso tempo, un campo di conoscenza e un argomento che sostengo, per salvare Gli ingredienti brasiliani sono sottovalutati ”, dice. Le sue creazioni portano una modernità tipica di una generazione di chef che ha compiuto una vera trasformazione sulla gastronomia nazionale che mostra un paese con diversità di influenze e collegato a varie tendenze culinarie mondiali.

L'essenza della creazione di Roberta è presente nel libro ‘Io sono il gambero ensopadinho con chucho’ uso innovativo della rivista linguistica e ocra, lanciato lo scorso anno. Lo chef ha altre due pubblicazioni: ‘A chef, A palace’ (2002) e ‘Good for dogs – cucina canina’ (2004).

Nel 2015 Roberta completa vent'anni di carriera (e dieci come titolare del ristorante) come uno dei più importanti e premiati chef brasiliani. A settembre è stata eletta miglior chef donna dell'America Latina (Restaurant Magazine, Inghilterra). La RS ha tre stelle nella Guia Quatro Rodas e una stella nella Michellin, oltre a innumerevoli premi e riconoscimenti ricevuti durante questo decennio. E la celebrazione arriva con una novità: l'apertura di 'Da Roberta', il suo street food bar, che mescola arte urbana e ingredienti esclusivi.

Descrivi la tua filosofia culinaria in 4 parole…

Purezza, semplicità, rispetto della natura e del produttore, fare a mano e cuocere a fuoco.

Qual è il tuo obiettivo?
Felicità in cucina e a tavola…

Qual è la tua più grande ispirazione?

La semplicità del brasiliano di tutti i giorni

Quali quattro cose porteresti su un'isola deserta?

Il mio amore, i miei cani e un fiammifero per accendere il fuoco in cucina!

  • Restaurant Magazine First Guide Star edizione Michelin 2015
  • Veuve Clicquot miglior chef donna dell'America Latina 2015
  • #10 | I 50 migliori ristoranti dell'America Latina, 2014
  • Miglior Chef | Epoca Magazine, 2012/13
  • Miglior Chef | Giornale O Globo, 2011-13
  • 3 * | 4 Guida Brasile Rodas, 2012

Avenida Lineu de Paula Machado

Iscriviti qui alla rivista FOUR

Sostieni la Fondazione FOUR

Rodolfo Guzmán | Uomo mapuche moderno

Celebrando le radici autoctone del Cile, Rodolfo Guzmán ha inserito il paese latinoamericano sulla mappa culinaria del suo ristorante Boragó, scrive Sophie Cater.

#FOURNews | Guida Michelin – Rio de Janeiro e San Paolo

Con i Giochi Olimpici proprio dietro l'angolo, la seconda selezione della Guida Michelin mette in mostra la dinamica scena culinaria di queste due città, quindi non rimarrai mai affamato…

Acai, formaggio di capra e rapadura

Una ricetta di dessert davvero elegante dal top chef Alberto Landgraf del ristorante Epice…yum di San Paolo!

#FOURNews | Un assaggio di ‘Obsession 16’

FOUR ritrova il gusto dell'evento ‘Obsession 16’ ufficialmente iniziato con Jean-Luc Rocha, presso il premiato ristorante Northcote lo scorso venerdì…


Chef

Roberta Sudbrack è gaucha, nata a Porto Alegre, ma carioca per scelta. Ha scelto la città per vivere e aprire nel 2005 il ristorante che porta il suo nome, diventando un'icona della buona tavola di Rio de Janeiro e un riferimento dell'alta cucina brasiliana. La sua formazione è del tutto autodidatta. Il senso di brasiliana delle loro entrate mostra un'opera autoriale e creativa.

In precedenza, ha diretto per sette anni la cucina del Palazzo Alvorada, residenza ufficiale del Presidente della Repubblica del Brasile, sotto mandato del Presidente Fernando Henrique Cardoso. È stata la prima chef nella storia di quasi cinquant'anni del Palazzo. Roberta era responsabile di tutti i pasti del Presidente, così come di tutte le cene e banchetti per i funzionari stranieri. Tra questi, il re Juan Carlos e la regina Sofia di Spagna l'erede al trono d'Inghilterra, il principe Carlo, il primo ministro Tony Blair il presidente italiano Ciampi Carlos Fidel Castro tutti presidenti dell'America Latina oltre a Clinton, Jacques Chirac e diversi altri capi di stato e governo che hanno visitato il Brasile in quel periodo.

Da quando ha aperto il suo ristorante, la chef è stata innovativa: ha creato un menu degustazione che cambia ogni giorno in base alla freschezza degli ingredienti. Ha unito i concetti di gastronomia con la moda, il design, la musica e la letteratura per aggiornare le sue referenze e lanciare ogni anno le sue collezioni gastronomiche. Così ogni anno Roberta espone il suo ragionamento culinario a partire da un tema ispiratore per le ricette.

Roberta definisce la sua cucina brasiliana moderna, alla ricerca di preservare il nostro patrimonio culinario, senza limitarsi all'etichetta di un alimento regionale. ” Cerco la conservazione della memoria e dei sapori tipici di ogni ingrediente, che permetta ad ogni singola ricetta che creo e sviluppo di essere, allo stesso tempo, un campo di conoscenza e un argomento che sostengo, per salvare Gli ingredienti brasiliani sono sottovalutati ”, dice. Her creations bring a typical modernity of a chef generation that accomplished a true transformation on national gastronomy that shows a country with influence diversity and connected to various worldwide culinary trends.

The essence of the creation of Roberta is present in the book ‘I am the shrimp ensopadinho with chucho’ innovative use of language magazine and ocher, launched last year. The chef has two other publications: ‘A chef, A palace’ (2002) and ‘Good for dogs – canine cuisine’ (2004).

In 2015 , Roberta complete twenty years of career ( and ten as the owner of the restaurant) as one of the most important and award-winning Brazilian chefs. In september was elected the Latin America’s best female chef (Restaurant Magazine, England). The RS has three stars in the Guia Quatro Rodas , and a star in the Michellin, in addition to countless awards and honors received during this decade. And the celebration comes with something new: the opening of ‘Da Roberta’, her street food bar, that mixes urban art and exclusive ingredients.

Describe your culinary philosophy in 4 words…

Purity, simplicity, respect for nature and the producer, make by hand and cook with fire.

What is your aim?
Happineess in the kitchen and at the tables…

What is your greatest inspiration?

The simplicity of Brazilian everyday

What four things would you take to a desert island?

My love, my dogs and a match to light the fire in the kitchen!

  • Restaurant Magazine First Guide Star Michelin edition 2015
  • Veuve Clicquot Latin America’s Best Female Chef 2015
  • #10 | Latin America’s 50 Best Restaurants, 2014
  • Best Chef | Epoca Magazine, 2012/13
  • Best Chef | O Globo Newspaper, 2011-13
  • 3 * | 4 Rodas Brazil Guide, 2012

Avenida Lineu de Paula Machado

Subscribe Here To FOUR Magazine

Support the FOUR Foundation

Rodolfo Guzmán | Modern mapuche man

Celebrating Chile’s native roots, Rodolfo Guzmán has put the Latin American country on the culinary map at his restaurant Boragó, writes Sophie Cater.

#FOURNews | Michelin Guide – Rio de Janiero & Sao Paulo

With the Olympic Games right around the corner, the 2nd Michelin Guide selection showcases the dynamic culinary scene in these two cities, so you will never go hungry…

Acai, goats cheese and rapadura

A truly elegant dessert recipe from top chef Alberto Landgraf of Sāo Paolo-based restaurant Epice…yum!

#FOURNews | A taste of ‘Obsession 16’

FOUR catches up with the taste of ‘Obsession 16’ event that officially kicked off with Jean-Luc Rocha, at the award-winning restaurant Northcote last Friday…


Chef

Roberta Sudbrack is gaucha, born in Porto Alegre, but carioca by option. Chose the city to live and open in 2005, the restaurant that bears her name, becoming an icon of good table of Rio de Janeiro and a reference of Brazilian haute cuisine. Her formation is entirely self-taught. The sense of Brazilianness of their revenue shows an authorial work and creative.

Previously, she headed for seven years the kitchen of the Alvorada Palace , the official residence of the President of the Republic of Brazil , under President Fernando Henrique Cardoso mandate. She was the first chef in the history of nearly fifty years of the Palace. Roberta was responsible for all meals of the President , as well as all the dinners and banquets for the foreign officials . Among them, the King Juan Carlos and Queen Sophia of Spain the heir to the throne of England, Prince Charles, Prime Minister Tony Blair the Italian President Ciampi Carlos Fidel Castro all Presidents of Latin America in addition to Clinton, Jacques Chirac and several other heads of state and Government who visited Brazil in that period.

Since she opened her restaurant, the chef was innovative: created a tasting menu that changes daily according to the freshness of ingredients. She united gastronomy concepts with fashion , design, music and literature to update her references and launch every year , her gastronomic collections. So every year, Roberta exposes her culinary reasoning from an inspirational theme for recipes.

Roberta defines her cuisine as modern Brazilian, in a quest to preserve our culinary heritage , without being restricted to the label of a regional food. ” I seek the preservation of memory and the typical flavors of each ingredient , which allows that every single recipe that I create and develop to be, at the same time, a field of knowledge and an argument which I stand for, to rescue Brazilian ingredients undervaluated ” she says. Her creations bring a typical modernity of a chef generation that accomplished a true transformation on national gastronomy that shows a country with influence diversity and connected to various worldwide culinary trends.

The essence of the creation of Roberta is present in the book ‘I am the shrimp ensopadinho with chucho’ innovative use of language magazine and ocher, launched last year. The chef has two other publications: ‘A chef, A palace’ (2002) and ‘Good for dogs – canine cuisine’ (2004).

In 2015 , Roberta complete twenty years of career ( and ten as the owner of the restaurant) as one of the most important and award-winning Brazilian chefs. In september was elected the Latin America’s best female chef (Restaurant Magazine, England). The RS has three stars in the Guia Quatro Rodas , and a star in the Michellin, in addition to countless awards and honors received during this decade. And the celebration comes with something new: the opening of ‘Da Roberta’, her street food bar, that mixes urban art and exclusive ingredients.

Describe your culinary philosophy in 4 words…

Purity, simplicity, respect for nature and the producer, make by hand and cook with fire.

What is your aim?
Happineess in the kitchen and at the tables…

What is your greatest inspiration?

The simplicity of Brazilian everyday

What four things would you take to a desert island?

My love, my dogs and a match to light the fire in the kitchen!

  • Restaurant Magazine First Guide Star Michelin edition 2015
  • Veuve Clicquot Latin America’s Best Female Chef 2015
  • #10 | Latin America’s 50 Best Restaurants, 2014
  • Best Chef | Epoca Magazine, 2012/13
  • Best Chef | O Globo Newspaper, 2011-13
  • 3 * | 4 Rodas Brazil Guide, 2012

Avenida Lineu de Paula Machado

Subscribe Here To FOUR Magazine

Support the FOUR Foundation

Rodolfo Guzmán | Modern mapuche man

Celebrating Chile’s native roots, Rodolfo Guzmán has put the Latin American country on the culinary map at his restaurant Boragó, writes Sophie Cater.

#FOURNews | Michelin Guide – Rio de Janiero & Sao Paulo

With the Olympic Games right around the corner, the 2nd Michelin Guide selection showcases the dynamic culinary scene in these two cities, so you will never go hungry…

Acai, goats cheese and rapadura

A truly elegant dessert recipe from top chef Alberto Landgraf of Sāo Paolo-based restaurant Epice…yum!

#FOURNews | A taste of ‘Obsession 16’

FOUR catches up with the taste of ‘Obsession 16’ event that officially kicked off with Jean-Luc Rocha, at the award-winning restaurant Northcote last Friday…


Chef

Roberta Sudbrack is gaucha, born in Porto Alegre, but carioca by option. Chose the city to live and open in 2005, the restaurant that bears her name, becoming an icon of good table of Rio de Janeiro and a reference of Brazilian haute cuisine. Her formation is entirely self-taught. The sense of Brazilianness of their revenue shows an authorial work and creative.

Previously, she headed for seven years the kitchen of the Alvorada Palace , the official residence of the President of the Republic of Brazil , under President Fernando Henrique Cardoso mandate. She was the first chef in the history of nearly fifty years of the Palace. Roberta was responsible for all meals of the President , as well as all the dinners and banquets for the foreign officials . Among them, the King Juan Carlos and Queen Sophia of Spain the heir to the throne of England, Prince Charles, Prime Minister Tony Blair the Italian President Ciampi Carlos Fidel Castro all Presidents of Latin America in addition to Clinton, Jacques Chirac and several other heads of state and Government who visited Brazil in that period.

Since she opened her restaurant, the chef was innovative: created a tasting menu that changes daily according to the freshness of ingredients. She united gastronomy concepts with fashion , design, music and literature to update her references and launch every year , her gastronomic collections. So every year, Roberta exposes her culinary reasoning from an inspirational theme for recipes.

Roberta defines her cuisine as modern Brazilian, in a quest to preserve our culinary heritage , without being restricted to the label of a regional food. ” I seek the preservation of memory and the typical flavors of each ingredient , which allows that every single recipe that I create and develop to be, at the same time, a field of knowledge and an argument which I stand for, to rescue Brazilian ingredients undervaluated ” she says. Her creations bring a typical modernity of a chef generation that accomplished a true transformation on national gastronomy that shows a country with influence diversity and connected to various worldwide culinary trends.

The essence of the creation of Roberta is present in the book ‘I am the shrimp ensopadinho with chucho’ innovative use of language magazine and ocher, launched last year. The chef has two other publications: ‘A chef, A palace’ (2002) and ‘Good for dogs – canine cuisine’ (2004).

In 2015 , Roberta complete twenty years of career ( and ten as the owner of the restaurant) as one of the most important and award-winning Brazilian chefs. In september was elected the Latin America’s best female chef (Restaurant Magazine, England). The RS has three stars in the Guia Quatro Rodas , and a star in the Michellin, in addition to countless awards and honors received during this decade. And the celebration comes with something new: the opening of ‘Da Roberta’, her street food bar, that mixes urban art and exclusive ingredients.

Describe your culinary philosophy in 4 words…

Purity, simplicity, respect for nature and the producer, make by hand and cook with fire.

What is your aim?
Happineess in the kitchen and at the tables…

What is your greatest inspiration?

The simplicity of Brazilian everyday

What four things would you take to a desert island?

My love, my dogs and a match to light the fire in the kitchen!

  • Restaurant Magazine First Guide Star Michelin edition 2015
  • Veuve Clicquot Latin America’s Best Female Chef 2015
  • #10 | Latin America’s 50 Best Restaurants, 2014
  • Best Chef | Epoca Magazine, 2012/13
  • Best Chef | O Globo Newspaper, 2011-13
  • 3 * | 4 Rodas Brazil Guide, 2012

Avenida Lineu de Paula Machado

Subscribe Here To FOUR Magazine

Support the FOUR Foundation

Rodolfo Guzmán | Modern mapuche man

Celebrating Chile’s native roots, Rodolfo Guzmán has put the Latin American country on the culinary map at his restaurant Boragó, writes Sophie Cater.

#FOURNews | Michelin Guide – Rio de Janiero & Sao Paulo

With the Olympic Games right around the corner, the 2nd Michelin Guide selection showcases the dynamic culinary scene in these two cities, so you will never go hungry…

Acai, goats cheese and rapadura

A truly elegant dessert recipe from top chef Alberto Landgraf of Sāo Paolo-based restaurant Epice…yum!

#FOURNews | A taste of ‘Obsession 16’

FOUR catches up with the taste of ‘Obsession 16’ event that officially kicked off with Jean-Luc Rocha, at the award-winning restaurant Northcote last Friday…


Chef

Roberta Sudbrack is gaucha, born in Porto Alegre, but carioca by option. Chose the city to live and open in 2005, the restaurant that bears her name, becoming an icon of good table of Rio de Janeiro and a reference of Brazilian haute cuisine. Her formation is entirely self-taught. The sense of Brazilianness of their revenue shows an authorial work and creative.

Previously, she headed for seven years the kitchen of the Alvorada Palace , the official residence of the President of the Republic of Brazil , under President Fernando Henrique Cardoso mandate. She was the first chef in the history of nearly fifty years of the Palace. Roberta was responsible for all meals of the President , as well as all the dinners and banquets for the foreign officials . Among them, the King Juan Carlos and Queen Sophia of Spain the heir to the throne of England, Prince Charles, Prime Minister Tony Blair the Italian President Ciampi Carlos Fidel Castro all Presidents of Latin America in addition to Clinton, Jacques Chirac and several other heads of state and Government who visited Brazil in that period.

Since she opened her restaurant, the chef was innovative: created a tasting menu that changes daily according to the freshness of ingredients. She united gastronomy concepts with fashion , design, music and literature to update her references and launch every year , her gastronomic collections. So every year, Roberta exposes her culinary reasoning from an inspirational theme for recipes.

Roberta defines her cuisine as modern Brazilian, in a quest to preserve our culinary heritage , without being restricted to the label of a regional food. ” I seek the preservation of memory and the typical flavors of each ingredient , which allows that every single recipe that I create and develop to be, at the same time, a field of knowledge and an argument which I stand for, to rescue Brazilian ingredients undervaluated ” she says. Her creations bring a typical modernity of a chef generation that accomplished a true transformation on national gastronomy that shows a country with influence diversity and connected to various worldwide culinary trends.

The essence of the creation of Roberta is present in the book ‘I am the shrimp ensopadinho with chucho’ innovative use of language magazine and ocher, launched last year. The chef has two other publications: ‘A chef, A palace’ (2002) and ‘Good for dogs – canine cuisine’ (2004).

In 2015 , Roberta complete twenty years of career ( and ten as the owner of the restaurant) as one of the most important and award-winning Brazilian chefs. In september was elected the Latin America’s best female chef (Restaurant Magazine, England). The RS has three stars in the Guia Quatro Rodas , and a star in the Michellin, in addition to countless awards and honors received during this decade. And the celebration comes with something new: the opening of ‘Da Roberta’, her street food bar, that mixes urban art and exclusive ingredients.

Describe your culinary philosophy in 4 words…

Purity, simplicity, respect for nature and the producer, make by hand and cook with fire.

What is your aim?
Happineess in the kitchen and at the tables…

What is your greatest inspiration?

The simplicity of Brazilian everyday

What four things would you take to a desert island?

My love, my dogs and a match to light the fire in the kitchen!

  • Restaurant Magazine First Guide Star Michelin edition 2015
  • Veuve Clicquot Latin America’s Best Female Chef 2015
  • #10 | Latin America’s 50 Best Restaurants, 2014
  • Best Chef | Epoca Magazine, 2012/13
  • Best Chef | O Globo Newspaper, 2011-13
  • 3 * | 4 Rodas Brazil Guide, 2012

Avenida Lineu de Paula Machado

Subscribe Here To FOUR Magazine

Support the FOUR Foundation

Rodolfo Guzmán | Modern mapuche man

Celebrating Chile’s native roots, Rodolfo Guzmán has put the Latin American country on the culinary map at his restaurant Boragó, writes Sophie Cater.

#FOURNews | Michelin Guide – Rio de Janiero & Sao Paulo

With the Olympic Games right around the corner, the 2nd Michelin Guide selection showcases the dynamic culinary scene in these two cities, so you will never go hungry…

Acai, goats cheese and rapadura

A truly elegant dessert recipe from top chef Alberto Landgraf of Sāo Paolo-based restaurant Epice…yum!

#FOURNews | A taste of ‘Obsession 16’

FOUR catches up with the taste of ‘Obsession 16’ event that officially kicked off with Jean-Luc Rocha, at the award-winning restaurant Northcote last Friday…