Nuove ricette

Café Society in ascesa nel Regno Unito

Café Society in ascesa nel Regno Unito


We are searching data for your request:

Forums and discussions:
Manuals and reference books:
Data from registers:
Wait the end of the search in all databases.
Upon completion, a link will appear to access the found materials.

Cultura dei pub in declino, cultura dei caffè in crescita

Se chiedi alla persona media quale ritiene sia il tipo di luogo di ritrovo più popolare nel Regno Unito, molto probabilmente otterresti la stessa risposta da quasi tutti: il pub. Ma non è più così, poiché i pub leggendari chiudono a destra e a manca, per essere sostituiti da caffetterie.

Sì, la cultura dei pub nel Regno Unito è in declino e la cultura dei caffè è in aumento. Una media di 18 pub chiudono in Gran Bretagna ogni settimana, ha detto al Guardian la Campaign for Real Ale, soprattutto perché i prezzi dell'alcol sono così alti, la gente tende a bere a casa in questi giorni e perché la gente cerca di divertirsi senza essere bellicoso ubriachi intorno a loro.

Allo stesso tempo, il mercato delle caffetterie nel Regno Unito è cresciuto del 7,5% quest'anno ed è attualmente un'industria di quasi 10 miliardi di dollari. È cresciuto di quasi dieci volte dal 1997, con quasi 16.000 caffetterie attualmente in funzione nel Regno Unito. E quasi il doppio dei britannici visitano i coffee shop oggi rispetto al 2009.

Non sembra se la tendenza si ridurrà presto; c'è così tanta concorrenza tra i grandi marchi (Starbucks, Costa e Caffè Nero), che gli esperti stimano che nei prossimi cinque anni il numero di caffetterie continuerà ad aumentare del 25 per cento.


La migliore ricetta di Challah

Mentre il pane in teoria può essere facile da preparare, ho sempre faticato a trovare una ricetta challah che funzionasse per me.

Uscivano sempre troppo pesanti e avevano un buon sapore solo tiepidi.

Voglio dire, certo, praticamente tutto ha un sapore migliore appena sfornato, ma non dovrebbe essere caldo per essere gustato Buona.

Ma davvero, c'è qualcosa di meglio del pane appena sfornato? Se c'è, di sicuro posso pensarci!

Uno dei miei ricordi preferiti è la volta in cui ho guidato con un amico dal Queens agli Adirondacks nello stato di New York.

Siamo partiti molto presto e mi sono fermato in un enorme supermercato ad Albany per colazione.

Lì abbiamo trovato il pane fresco che era ancora caldo appena sfornato!

Non potevo credere quanto fosse morbido e buono e da allora sono stato ossessionato dal pane fresco.

Questa ricetta ha lo stesso sapore di quella acquistata in negozio, ma meglio! È morbido, soffice e ha un buon sapore caldo o a temperatura ambiente. Ha anche un buon sapore il giorno successivo.

Questa ricetta è davvero l'unica che abbia mai fatto che mi ha lasciato con troppo poco challah per riciclare in altre ricette.

Non c'era nessun challah french toast o challah toast alla cannella domenica mattina.

Non ne avevo nemmeno abbastanza per crostini fatti in casa o briciole di pane. C'era solo una piccola estremità che era sufficiente per una singola porzione di uovo di challah in un buco.

Se stai cercando una ricetta per il challah all'uovo, allora dovresti provare il mio challah all'uovo preferito!

Alcuni dei link sottostanti sono link di affiliazione, il che significa che se scegli di effettuare un acquisto, guadagnerò una piccola commissione senza alcun costo aggiuntivo per te. Il 10% di tutti i profitti viene devoluto in beneficenza.


La i newsletter ha tagliato il rumore

Secondo la Royal Society of Chemistry, lo Yorkshire pudding non è uno Yorkshire pudding se è alto meno di quattro pollici, le dimensioni dello Yorkshire pudding sono parte integrante di ciò che lo rende un buon budino.

La società, che ha migliaia di membri che lavorano nelle industrie di alimenti e bevande, tra cui Heston Blumenthal, ha fatto telefonate e richieste in tutto il Regno Unito per giungere alla conclusione che per essere un buon budino non poteva essere inferiore a quattro pollici (10 cm) in altezza.

Ricetta dello Yorkshire Pudding della Royal Society of Chemistry

Cucchiaio e mezzo di farina 00

Metà latte, metà acqua per fare una pastella sottile

Mettere la farina in una ciotola, fare un buco al centro, aggiungere l'uovo, mescolare fino a quando i due si saranno amalgamati poi iniziare ad aggiungere gradualmente il latte e l'acqua mescolando man mano che procedete.

Aggiungere il liquido fino a ottenere una pastella liscia e sottile, quindi aggiungere mezzo cucchiaino di sale e lasciare riposare per 10 minuti.

Metti la carne sgocciolata negli stampini dello Yorkshire pudding, ma non usare troppo grasso. Infornare quindi in forno caldo fino a quando il grasso inizia a fumare, prima di dare un'ultima mescolata all'impasto e versarlo nello stampo o negli stampini.

Mettere in forno caldo fino a quando non è ben lievitato - ci vorranno dai 10 ai 15 minuti.

Servire sempre come portata separata prima del pasto principale e utilizzare il miglior sugo ottenuto dai succhi dell'arrosto. casalinghe dello Yorkshire

NB: Quando la pastella è pronta non va riposta in frigo ma conservata a temperatura ambiente

Lo chef televisivo Jamie Oliver in seguito ha accreditato questo modo specifico di preparare gli Yorkshire pudding e ha persino creato la sua ricetta dello Yorkshire pudding ispirata a quella della Royal Society of Chemistry.

Tuttavia, molti sosterranno che non si tratta di dimensioni o scienza, ma degli ingredienti che usi e del modo in cui li mescoli, aprendo così un'abbondanza di ricette di Yorkshire pud.

Ricetta BBC Good Food

Olio di semi di girasole, per cucinare

Riscaldare il forno a 230°C/ventilato 210°C/gas 8. Versare un po' di olio di semi di girasole in modo uniforme in 2 stampini per budino dello Yorkshire a 4 fori o in uno stampo per muffin antiaderente a 12 fori e mettere in forno a scaldare.

Per preparare la pastella, versare 140 g di farina in una ciotola e sbattere quattro uova fino a ottenere un composto omogeneo. Aggiungere gradualmente 200 ml di latte e continuare a montare fino a quando il composto non sarà completamente privo di grumi. Condire con sale e pepe. Versare l'impasto in una caraffa, quindi rimuovere gli stampini caldi dal forno. Versare l'impasto nei fori con cura e in modo uniforme. Rimettete gli stampini in forno e lasciate indisturbati per 20-25 minuti fino a quando i budini non si saranno gonfiati e rosolati. Servire subito. Ora puoi raffreddarli e congelarli per un massimo di 1 mese.

Altri suggerimenti importanti

Scegli un buon olio, usa un olio che diventi molto caldo come l'olio di girasole o vegetale

Assicurarsi che l'olio sia ben caldo prima di versare la pastella per garantire una buona lievitazione

Non aprire la porta troppo presto, se lo fai si sgonfiano. Cerca di aspettare che abbiano un bel colore marrone dorato prima di toglierli.

Lascia riposare la pastella e assicurati che non sia troppo fredda: alcune persone mettono la pastella in frigorifero, mentre altre protestano contro questa operazione

Cerca di non mettere i tuoi budini sullo scaffale più alto in quanto potrebbero colpire il tetto e diventare budino schiacciato: dai loro spazio per alzarsi

Il dibattito sul latte o sull'acqua

La ricetta della Royal Society of Chemistry afferma di utilizzare acqua e latte in egual misura, mentre la ricetta della BBC Good Food utilizza esclusivamente acqua.

Uno dei principali dibattiti sullo Yorkshire pud sembra sempre chiedersi se dovresti usare acqua, latte o entrambi quando prepari i tuoi budini, con molte persone che sostengono fortemente la tesi di tutti e tre i modi.

Tuttavia, questa non è l'unica cosa che viene gettata in questo dibattito antico, poiché molti fattori e idee caratterizzano ciò che ogni persona crede sia il modo migliore per preparare il perfetto Yorkshire pudding.


OTTIENI LA ​​RICETTA PER QUESTI MUFFINS AL LIMONE E MIRTILLI CAFE STYLE

Per me il muffin perfetto è quello che sembra indossare un cappello messicano con la parte superiore arrotondata. È il tipo che disegni quando scarabocchii (o è proprio quello che faccio?) ed è il tipo che può essere difficile da raggiungere finché non hai un po' di "know-how". Conosci il genere? Sono andato alla ricerca dei segreti dietro questo look e ho una buona notizia per te: li ho trovati. Tutti loro. Quindi ascolta attentamente, perché te li svelerò tutti. Pronto?

Ci sono solo un paio di trucchi che devi sapere:

1. Il Farina che usi possono influenzare notevolmente l'aspetto del tuo muffin. Ho notato che le ricette con un rapporto di farina più elevato (tra 2-4 tazze) creano un "look da cappello messicano" molto migliore rispetto alle ricette di muffin con meno farina (1 + 1/2 tazze). Tuttavia, A volte questo può influenzare il sapore e la consistenza del tuo muffin, quindi potresti dover fare un compromesso tra l'aspetto e il gusto del muffin.

Inoltre utilizzare solo farina integrale (invece di unire sia la farina bianca che quella integrale) può impedire a un muffin di lievitare bene. Questo perché l'endosperma e la crusca (nella farina) appesantiscono leggermente il prodotto da forno, rendendo più difficile il sollevamento del muffin. La farina integrale è decisamente migliore per te della farina bianca e crea anche un delizioso sapore di nocciola e a volte lo voglio sopra il perfetto muffin top (è stato difficile ammetterlo). Tuttavia, se sei alla ricerca della perfetta copertura per muffin, usa la farina bianca per ottenere i migliori risultati o una combinazione di bianco e integrale.

2. Bicarbonato di sodio e lievito in polvere. Sebbene entrambi siano lieviti chimici, il bicarbonato di sodio e il lievito funzionano in modo leggermente diverso, producendo risultati leggermente diversi. Generalmente, il lievito produce prodotti da forno puff mentre il bicarbonato di sodio li fa spargersi. Senza bicarbonato di sodio, è difficile ottenere il bordo del cappello messicano (per così dire). Dobbiamo solo assicurarci che la ricetta abbia un acido per bilanciare il bicarbonato di sodio (scopri di più su bicarbonato di sodio e lievito qui). Inoltre, i muffin con la parte superiore dei muffin sono solitamente troppo lievitati, cioè hanno molto lievito (circa 1 1/2- 2 cucchiaini per tazza di farina rispetto a un normale 1 cucchiaino per tazza di farina). Sorprendentemente non sembrano crollare su se stessi, cosa che di solito può accadere se i prodotti da forno sono troppo lievitati

3. Riempi fino all'orlo La maggior parte delle ricette dice di riempire i fori dei muffin fino a circa 3/4. Per il look dei muffin dobbiamo riempirli fino all'orlo.

4. Forse la cosa più importante è la temperatura del forno.

Dare ai tuoi muffin una spinta di calore extra (220°C/420°F) quando vengono infornati per la prima volta aiuta l'esterno del muffin a fissarsi rapidamente mentre l'interno continua a salire, con conseguente aspetto della parte superiore/cupola del muffin. Abbassare leggermente il forno dopo 5-10 minuti o anche non appena i muffin entrano nel forno (circa 180 ° C/350 ° F) per evitare che i muffin si brucino mentre l'interno del muffin continua a cuocere.

5. Una volta che i muffin sono cotti e si sono raffreddati per 5 minuti circa, capovolgere i muffin caldi su un canovaccio pulito e lasciar finire raffreddare a testa in giù. Questo non solo previene i fondi molli (eeek), ma promuove anche il volume e migliora l'aspetto della cupola. Alton Brown è un grande credente in questo.

6. Un nuovo trucco che ho imparato di recente è che i muffin cotti in pirottini per muffin/bicchieri di carta tendono a creare più un aspetto a cupola in contrasto con l'aspetto del cappello messicano. Si alzano ancora magnificamente ma si alzano verso il cielo assomigliando più a una vetta di montagna, il che va bene se è quello che ti piace.

…e ce l'abbiamo. Alcuni piccoli segreti per aiutarci a creare i perfetti muffin in stile bar con i perfetti muffin top. Non avremo mai più un muffin piatto. Prova questi suggerimenti usando la ricetta qui sotto: puoi sostituire i mirtilli con qualsiasi cosa tu abbia a portata di mano (vedi le note nella ricetta).


Potenziali motivi per cui le allergie alimentari stanno aumentando:

L'“ipotesi igienica” o ipotesi microbica

Questa è attualmente la teoria principale dietro il motivo per cui le allergie alimentari sono in aumento. L'idea è che il sistema immunitario di un bambino deve essere esposto ai germi per allenarsi a non reagire in modo eccessivo a cose come cibo, polline o inquinamento. I bambini hanno bisogno di sporcarsi per costruire il loro sistema immunitario. L'ambiente ha un impatto sul nostro microbioma e quei microbi interagiscono con il nostro sistema immunitario. Nel mondo sempre più igienizzato in cui viviamo attualmente, il nostro sistema immunitario non è educato a distinguere tra germi buoni e cattivi, portando all'aumento delle allergie alimentari.

Introduzione anticipata

Intorno al 2000, l'American Academy of Pediatrics ha pubblicato raccomandazioni per evitare i comuni allergeni alimentari. Hanno detto di ritardare i latticini fino all'1, le uova fino al 2 e le noci e il pesce fino all'età di 3 anni. C'era una grande spinta per incoraggiare i genitori a evitare certi cibi in giovane età nel caso fossero allergici. Questo ha finito per ritorcersi contro e aumentare la quantità di persone con allergie alimentari. Ora ci sono studi che hanno trovato risultati che dicono che l'introduzione precoce di cibi allergenici può prevenire le allergie alimentari nei bambini. Uno studio del 2008 ha scoperto che coloro che sono stati introdotti alle arachidi all'inizio della vita avevano meno probabilità di contrarre allergie. Nello studio, a un gruppo di ebrei nel Regno Unito, dove le allergie alle arachidi erano elevate, è stato consigliato di evitare le arachidi. Coloro a cui è stato chiesto di non consumare arachidi avevano 10 volte più probabilità di avere allergie alle arachidi rispetto a un gruppo in Israele in cui i tassi di allergie alle arachidi erano bassi e che sono stati nutriti con burro di arachidi fin dalla tenera età. Dai pediatri il passaggio a raccomandare ai genitori di evitare questi allergeni alimentari ormai comuni ha causato l'aumento delle allergie alimentari.

Doppia esposizione agli allergeni

L'ipotesi che la sensibilità agli allergeni possa manifestarsi durante l'esposizione della pelle a proteine ​​allergeniche. Ad esempio, se un bambino avesse l'eczema e l'olio di arachidi assorbiti nella pelle rotta, in seguito, quando le arachidi venivano ingerite, il sistema immunitario attaccava le proteine ​​con tutta la forza pensando che fossero un nemico. Lo studio LEAP ha inoltre scoperto che su 600 bambini tra i 4 e gli 11 mesi a cui è stato detto se consumare o meno arachidi, quelli che consumavano regolarmente arachidi erano altamente efficaci nel prevenire un'allergia alle arachidi. Quindi, mangiare arachidi presto susciterà una risposta immunitaria protettiva piuttosto che una risposta immunitaria allergica.

Carenza nutrizionale

Questa ipotesi suggerisce che ci siano carenze nutrizionali che potrebbero avere un ruolo nelle allergie alimentari. Alcuni di questi potrebbero includere, vitamina D, Omega e acido folico. In uno studio, le allergie alle arachidi e alle uova erano 3 volte superiori nei bambini a cui mancava la vitamina D. C'è un aumento dell'obesità e della mancanza di nutrizione e il tasso di allergie alimentari continua ad aumentare.

Antibiotici

L'uso di antibiotici potrebbe anche contribuire alle allergie alimentari. Uno studio pubblicato su Allergy, Asthma and Clinical Immunology ha collegato l'uso di antibiotici nell'infanzia con maggiori probabilità di sviluppare un'allergia alimentare. In un altro studio sono stati raccolti i dati per 7 anni di 30.060 pazienti che hanno avuto almeno 2 utilizzi di antibiotici nei primi 3 mesi di vita. I risultati hanno concluso che l'uso di antibiotici nei primi anni di vita era collegato a disturbi della salute del microbioma ea un rischio più elevato di sviluppare allergie. Gli antibiotici sono in aumento e le allergie alimentari sono in aumento.

Genetica

La genetica potrebbe giocare un ruolo per alcuni con allergie. Uno studio recente ha individuato cinque regioni del DNA che erano più altamente mutate nei bambini con allergie alimentari. In circa il 24% dei casi di allergia alimentare, le anomalie erano per lo più legate alla regolazione immunitaria e alla genetica.

Obesità e diabete

Sono in corso ricerche sulla connessione tra obesità e sviluppo di allergie alimentari. Anche l'obesità e il diabete sono in aumento in linea con le allergie alimentari. Alcuni suggeriscono che potrebbe esserci una connessione tra additivi alimentari, conservanti, alimenti trasformati, alimenti geneticamente modificati, alimenti spruzzati con glifosato, mangiare più fast food e allergie alimentari. Al momento non ci sono stati studi su questo argomento.

Proteine ​​alimentari nelle vaccinazioni

Ce ne sono altri che suggeriscono che le allergie alimentari siano legate all'aumento delle vaccinazioni e delle proteine ​​alimentari nei vaccini. Ci sono studi che hanno dimostrato che le proteine ​​alimentari contenute nelle vaccinazioni inducono allergie alimentari. Nel CDC'c, Raccomandazione del Comitato consultivo sulle pratiche di immunizzazione, si afferma che coloro che soffrono di allergie alle proteine ​​dell'uovo dovrebbero evitare determinati vaccini. Alcuni vaccini includono gelatina come l'MMR, la varicella, il vaccino antinfluenzale e il DTaP. Chiunque abbia avuto una reazione allergica dopo aver mangiato la gelatina dovrebbe evitare i vaccini contenenti gelatina. Lo stesso vale per i vaccini che includono lievito di birra, uova e olio di arachidi. Il numero di vaccini suggeriti di somministrare ai nostri figli è triplicato dal 1980 e così anche le allergie alimentari.

Ricorda che anche se soffri di allergie alimentari puoi comunque essere sano. Tutto torna a costruire il nostro sistema immunitario per essere il più forte possibile. Se hai ricevuto vaccini, antibiotici in giovane età, non hai mangiato sano e sei stato troppo pulito, puoi ancora apportare modifiche e sostenere la tua salute. Cammina a piedi nudi per terra al sole mentre mangi una mela e bevi un kombucha. Lo sporco, il sole, il cibo e i probiotici possono aiutare a rafforzare il sistema immunitario e a guarire.

Hai allergie alimentari?

Mi piacerebbe sapere come vivi con loro e perché potresti pensare che le allergie alimentari siano in aumento!

Articoli consigliati da Alex 'Earthie Mama' Du Toit:

Alexandra è una vera Earthie Mama, che aiuta gli altri a sintonizzarsi nel loro stato più naturale e fiorente, portando armonia ed equilibrio in tutte le aree della loro vita. Ospita un noto blog, EarthieMama.com, dove scrive di salute e benessere, genitorialità consapevole, vita verde, autosostenibilità e allontanamento dalla rete. Alex ha anche un Master in Psicologia ed è un'istruttrice di yoga registrata, ambientalista, madre consapevole, sostenitrice della vita verde ed esperta di parto naturale. Vende anche tutti i prodotti naturali e i suoi ebook attraverso il suo sito web.


L'impasto per il pane fatto in casa più semplice

Fa una pagnotta da 9 x 5 pollici (o una crosta di pizza da 12 pollici, o una padella da 9 x 13 pollici di panini alla cannella, o una padella da 9 x 13 pollici di panini per la cena)

  • 1 1/3 di tazza di acqua calda (100-110 gradi F, vedere le note)
  • 1 1/2 cucchiaini di lievito secco attivo
  • 2 cucchiaini di zucchero di canna o bianco o miele
  • 1 uovo
  • 1 cucchiaino di sale marino fino
  • 3-3 1/2 tazze di farina per tutti gli usi

In una grande ciotola, unire l'acqua, il lievito e lo zucchero.

Mescolare bene, quindi lasciare riposare per 5-10 minuti per "a prova" il lievito. Dovresti iniziare a vedere formarsi delle bolle. Se non vedi bolle, potrebbe significare che il tuo lievito è vecchio e dovrai riprovare con lievito fresco.

Al termine del processo di lievitazione, aggiungere l'uovo e il sale.

Aggiungere 3 tazze di farina, una alla volta, mescolando con una forchetta tra ogni aggiunta. Quando il composto sarà troppo duro per essere amalgamato con una forchetta, trasferitelo su un piano di lavoro ben infarinato.

Combinando gli ingredienti umidi e secchi.

Impastare l'impasto per 4-5 minuti o finché non diventa liscio ed elastico. Usa la restante 1/2 tazza di farina per spolverare il piano di lavoro e l'impasto se vuole attaccarsi alle tue mani.

Formate una palla con l'impasto liscio e rimettetela nella ciotola. Copritelo con un canovaccio e lasciate lievitare in luogo tiepido per un'ora, o fino al raddoppio dell'impasto (vedi Note).

Lasciar riposare e lievitare l'impasto.

Dopo aver completato questa prima lievitazione, segui queste istruzioni per trasformarlo nei seguenti prodotti da forno:

Per il panino: Ungere una teglia da plumcake di dimensioni standard (9 x 5 pollici). Terminata la prima lievitazione, riprendete l'impasto e dategli la forma di un tronchetto. Mettilo nella teglia e lascialo lievitare per altri 20-30 minuti, o finché non inizia a sbirciare oltre il bordo della teglia. Cuocere in forno a 350 gradi F per 25-30 minuti, o fino a leggera doratura.

Per la pizza: Dopo che la prima lievitazione è stata completata, premi l'impasto in un cerchio da 12 pollici su una pietra da forno o una teglia (puoi anche usare una teglia standard, se è tutto ciò che hai). Completa con salsa, formaggio e i tuoi condimenti preferiti. Cuocere in forno a 450 gradi F per 15-20 minuti, o fino a quando la crosta è dorata e il formaggio è spumeggiante.

Per i panini della cena: Terminata la prima lievitazione, dividere l'impasto in 15 pezzi. Formare delle palline e disporle in una teglia unta da 9 x 13 pollici. Far lievitare per altri 30 minuti in luogo tiepido. Infornare a 375 gradi F per 20-25 minuti, o fino a doratura.

Per gli involtini alla cannella: Al termine della prima lievitazione, stendere l'impasto in un rettangolo di 13 x 20 pollici su un piano di lavoro infarinato. Spalmare sopra 4 cucchiai di burro ammorbidito, lasciando un margine di 1/2 pollice attorno ai bordi, e cospargere con 1/2 tazza di zucchero di canna e 2 cucchiai di cannella. Iniziando dal lato lungo, arrotolalo e premi la cucitura per sigillare il rotolo. Usando un coltello seghettato, tagliare in 12 rotoli. Disporre i rotoli in una teglia unta da 9 x 13 pollici e lasciarli lievitare per 30 minuti, o fino a quando i rotoli non sono gonfi. Cuocere in forno a 350 gradi F per 25 minuti, o fino a doratura.

Note di cucina

L'acqua che usi dovrebbe essere calda, non bollente. Provalo con il dito: dovrebbe essere vicino alla temperatura dell'acqua del bagno confortevole.

L'impasto lievita meglio quando è caldo. Mi piace mettere la mia pasta lievitata vicino alla nostra stufa a legna o vicino al forno se qualcosa sta cuocendo. Tuttavia, se non hai queste opzioni, preriscalda semplicemente il forno a 350 gradi F per 4 minuti, spegnilo e poi lascia lievitare l'impasto coperto nel forno caldo per un'ora.

Fare avanti

Per congelare questo impasto, è sufficiente realizzarlo e lasciarlo terminare la prima lievitazione. Quindi, schiaccialo, avvolgilo strettamente in un involucro di plastica e congelalo per un massimo di 3 mesi. Quando sei pronto per usarlo, scongelalo sul piano di lavoro, quindi modella come indicato per l'oggetto che stai realizzando. Lasciare che l'impasto completi la seconda lievitazione prima di infornare.

Una seconda lievitazione nella teglia.

In alternativa, puoi congelare le pagnotte pronte e cotte avvolgendole strettamente e mettendole nel congelatore, dove si conservano per 3-6 mesi. Quando sei pronto per gustarli, lasciali scongelare delicatamente sul piano di lavoro fino a quando non raggiungono la temperatura ambiente.

Al forno fino a leggera doratura.


Tendenze nel consumo di caffè domestico

Quindi, ora sappiamo che il consumo di caffè domestico è aumentato durante il Covid-19, ma cosa hanno comprato i consumatori?

Primo: caffè. Tra le preoccupazioni che la catena di approvvigionamento stava lottando con il Covid-19, circa una persona su quattro negli Stati Uniti ha riferito di fare scorta di caffè per evitare di esaurirsi. Durante la pandemia, il 27% degli homebrewer ha riferito di bere caffè preparato in casa, mentre il 25% ha utilizzato macchine a cialde o capsule.

La maggior parte delle persone ha dichiarato di utilizzare ancora le stesse attrezzature e gli stessi prodotti a base di caffè che avevano prima della pandemia. Tuttavia, le persone stanno provando cose nuove. È stato riferito che poco più del 40% dei millennial ha dichiarato di aver sperimentato diversi metodi di produzione della birra.

I consumatori stanno anche diventando più sicuri delle proprie capacità di preparazione del caffè, con due terzi che affermano di aver "perfezionato" le proprie ricette e tecniche. Questo ha senso: con più tempo a casa e fuori dall'ufficio, i bevitori di caffè hanno più spazio per ripetere e perfezionare una ricetta target.

Tuttavia, alcuni bevitori di caffè cercano ancora la comodità, nonostante abbiano più tempo a casa. Le vendite di latte freddo sfuso e latte ghiacciato sono aumentate del 129% durante i primi mesi della pandemia e recenti previsioni mostrano che il mercato del caffè pronto da bere (RTD) dovrebbe continuare a crescere. Si prevede che varrà l'incredibile cifra di 42 miliardi di dollari entro il 2027.


La cultura dei caffè di East Ham Park è in aumento

Una madre di due figli, più abituata a lavorare nei ristoranti stellati Michelin e a Buckingham Palace, è diventata la forza trainante di un caffè nel Central Park di East Ham.

Nel 2017 la top chef Sophie Downer si è trovata costretta a fare qualcosa a beneficio della comunità. Sebbene cuocesse quasi 50 pagnotte di pane a lievitazione naturale dalla sua casa a East Ham ogni settimana, consegnandole ad amici e familiari tramite un gruppo WhatsApp chiamato Bread Club, voleva fare di più. Quando ha visto il caffè vuoto a Central Park, ha deciso di gestire il Bread Club da lì per un inverno.

Sophie Downer

Quattro anni dopo, Sophie ha ampliato il suo menu a molto più del pane ed è un datore di lavoro di London Living Wage per un team di dieci persone. La sua squadra per lo più femminile proviene dalla zona e molte sono madri stesse. "Abbiamo una forza lavoro davvero straordinaria qui, molto flessibile, affidabile e di talento", ha detto Sophie.

Gli ingredienti di alta qualità, i piatti fatti in casa e i prodotti freschi locali hanno trasformato un caffè del parco in un luogo per il pranzo gourmet ma conveniente. Durante il lockdown, il bar ha beneficiato di una nuova base di clienti, pendolari trasformati in lavoratori a distanza che hanno scoperto i piatti da asporto nelle loro pause pranzo. Mauricio Cruz, un habitué del caffè, ha dichiarato: “Questo caffè ha il miglior – e unico – pane a lievitazione naturale di tutta la zona. Adoro i toast con lievito naturale per pranzo

L'intenzione di Sophie è quella di collaborare con le imprese locali per reinvestire nell'area: utilizza il miele degli alveari locali su Plashet Road, vende le patatine di Mr Singh a Plaistow e i prodotti dell'orto comunitario della Bonny Downs Community Association.

Cosa possiamo aspettarci da Sophie e dal suo team in futuro? I residenti possono aspettarsi un nuovo menu estivo che include piatti di salumi e insalate di stagione, mentre le cheesecake e l'avena durante la notte torneranno a grande richiesta. Un torrefattore locale si stabilirà, i supper club mensili torneranno e per tutto il tempo Sophie terrà d'occhio gli altri caffè dormienti del distretto che potrà far rivivere.

Il Central Park Café è diventato molto più di un semplice caffè. È un vivace centro comunitario in cui i gruppi sociali si incontrano, si tengono corsi di salute e benessere e si tengono eventi culturali. Sophie ha detto: "Non era quello che intendevo inizialmente, ma penso che questo caffè potrebbe diventare un'impresa sociale".

Central Park Café

Central Park Café è aperto tutti i giorni dalle 9:00 alle 15:00 ed è un distributore di Voci di Newham.


L'ascesa delle proteine ​​​​vegetali

Perché dovresti mangiare più proteine ​​vegetali? La spiegazione breve sarebbe perché "sei ciò che mangi". Un'altra ragione è perché il nostro pianeta non può supportare miliardi di mangiatori di carne. I mangiatori di carne sono quelli che dovrebbero sostituire le proteine ​​animali con proteine ​​vegetali per il bene del nostro pianeta. E lo stanno facendo. Le proteine ​​vegetali stanno diventando la nuova normalità.

Ci sono molti più potenziali fattori responsabili del motivo per cui i prodotti proteici a base vegetale sono diventati così popolari.

Anche se il veganismo ha visto un'enorme crescita nel 2019, la pandemia di Covid-19 ha solo aumentato ulteriormente la popolarità del cibo vegano e delle diete a base vegetale. Molte persone sono rimaste a casa durante il lockdown e hanno trascorso più tempo a ripensare alle proprie abitudini alimentari e al proprio stile di vita, concentrandosi maggiormente su ciò che mangiano e sui prodotti che scelgono. Molti consumatori sono diventati consapevoli dello stile di vita sano e hanno deciso di ridurre il consumo di carne.

La salute è uno dei motivi principali per cui le persone decidono di smettere di mangiare carne. La carne è responsabile di gravi malattie tra cui il diabete, l'ipertensione e le malattie cardiache. Durante la pandemia di Covid-19 i consumatori hanno scelto di acquistare meno carne anche per motivi di sicurezza. La carne e il modo in cui la trattiamo creano le condizioni perfette per la diffusione di virus e malattie zoonotiche.

Un numero crescente di persone sta cercando modi per rimanere in salute e in forma migliore. Cambiare la dieta sembra l'opzione più semplice durante il lockdown quando molte palestre e attività all'aperto non sono disponibili per tutti. Molte persone hanno anche iniziato a cucinare a casa. "Ricette" è stata una delle prime 5 ricerche su Google durante il blocco.

Sempre più persone si preoccupano dell'emergenza climatica e scelgono opzioni alimentari più sostenibili durante la spesa. La produzione totale di carne e latticini è responsabile del 30% delle emissioni di gas serra. Ridurre il consumo di carne potrebbe ridurre drasticamente le emissioni. Famosi ambientalisti come Sir David Attenborough e Jane Goodall stanno esortando le persone a ridurre il consumo di carne.

Secondo Meatless Farm, se le famiglie britanniche abbandonassero un pasto a base di carne rossa per un pasto a base vegetale una volta alla settimana, ridurrebbe le emissioni di gas serra del Regno Unito di 50 milioni di tonnellate all'anno (equivalente a 16 milioni di automobili).

In seguito alla pressione dei consumatori consapevoli, molti famosi marchi alimentari stanno diventando eco-compatibili e hanno iniziato a offrire alternative a base vegetale. I nuovi prodotti innovativi a base vegetale non rinunciano al gusto. Imitano carne e latticini nell'aspetto, nel sapore e nella consistenza. Alcuni dei migliori sono realizzati in modo che i consumatori non vedano la differenza. Le aziende lavorano con alcuni dei migliori creatori di sapori e scienziati alimentari del mondo. Sviluppano alternative alla carne a base vegetale che sono iper realistiche e deliziose nel sapore e arrivano ai consumatori con un impatto minimo sulla natura.

La domanda di prodotti vegani e vegetali è in costante aumento. Il vecchio stigma hippie del veganismo sta sicuramente diventando un ricordo del passato. Offrire alle persone benefici per la salute e sostenibilità, il veganismo è diventato sempre più popolare. L'ultimo sondaggio condotto da finder.com mostra che oltre il 2% della popolazione del Regno Unito è attualmente vegana: questo numero dovrebbe crescere nei prossimi mesi.


In che modo i produttori di caffè possono proteggersi dai tassi di cambio?

Gli effetti dei tassi di cambio non sono specifici di un particolare paese. Invece, i tassi di cambio colpiscono tutti i produttori di caffè nel mondo, ma soprattutto i produttori che sono abbastanza grandi per esportare, ma non abbastanza grandi per accedere al mercato dei futures.

I produttori più grandi possono accedere al mercato dei futures. Attraverso la copertura, possono stipulare contratti futuri che consentono a compratori e venditori di firmare contratti sul prezzo corrente del caffè, proteggendolo dalle fluttuazioni dei prezzi quando viene pagato in seguito. L'ICE richiede ai produttori di produrre un minimo di 37.550 libbre per accedere a questo mercato, con l'esclusione di molti piccoli produttori.

Gli accordi con gli esportatori privati ​​sono anche un'opzione per i produttori più grandi. Tim, fondatore di Yunnan Coffee Traders, spiega un sistema che hanno sperimentato nello Yunnan, in Cina, che prevedeva l'acquisizione di 30 MT di caffè da un mulino ad umido a un prezzo concordato, con un contratto di tre anni.

Tim mi dice: "Anche se abbiamo dovuto inserire alcuni parametri se il mercato è crollato o se è salito alle stelle, quello che abbiamo scoperto è che il mulino a umido ha ricevuto circa il 30% in più rispetto ai tassi del mercato locale per ogni anno in cui abbiamo fatto questo... e poi siamo stati in grado di negoziare contratti a lungo termine con torrefattori che hanno concordato un prezzo fisso anche su tre anni”.

Questi tipi di accordi più grandi potrebbero non essere accessibili ai produttori più piccoli. Tuttavia, unirsi ad altri produttori di caffè in cooperative, ad esempio, può essere un'opzione. Gruppi più grandi di produttori di caffè possono trarre vantaggio dalla creazione di grandi importi in dollari per gli scambi di valuta locale. Sebbene ciò non protegga dalle fluttuazioni dei tassi di cambio, può garantire un accordo migliore.

Quando discutiamo di prezzi sostenibili, è importante ricordare che il prezzo C non è mai così semplice come sembra. Ci sono così tanti fattori diversi che influenzano il prezzo del caffè, dai prezzi di altre materie prime a quanto debole o forte sia una valuta locale. E, a sua volta, questo influisce su quanto sia realmente redditizio un prezzo per un coltivatore di caffè.


Guarda il video: Café Society - Official Movie Review (Giugno 2022).